#AskFabry #10: Come smettere di essere simpatici e iniziare ad essere boni

E anche la Pasqua è passata, e questo significa che la nostra rubrica torna su questi schermi. Voi cosa avete trovato nelle vostra uova? Io un red carpet, perché come saprete sono il corrispondente scelto da Telelombardia per la prossima cerimonia degli Oscar. Ma basta parlare di me, ascoltiamo tutti insieme il  nostro amico R. che ci scrive:

Caro Fabry, ti pongo la mia cortese domanda: come posso fare a evitare che l’ennesimo uomo che mi interessa mi rifiuti gentilmente dicendo che sono molto SIMPATICO?
Grazie,
R.

Caro R, per prima cosa ti consiglio la lettura di questo e questo post che non ti fanno mai male (E anche voi andate a ripassare!), in secondo luogo io una risposta vera e propria non te la so dare. No, non ho perso il mio magico tocco fatto di stereotipi ed elenchi puntati, è che la psiche umana è contorta e quello che per me potrebbe essere un manzo che ciao per te potrebbe essere semplicemente un cesso a pedali. Lungi da me credere che qualcuno possa non reputarti favolosa, ma Freud ci ha campato una vita con ‘ste stronzate e ci fanno ancora i telefilm. Se poi veramente non sei proprio fatasticaH, allora ti spiego io cosa fare.

Adesso vai dal benzinaio di fiducia e gli dici: “Ahmed, dammi un litro di verde, di quella buona che fate voi in Pakistan”. Poi ti rechi nel tuo giardino dove avrai fatto travasare preventivamente da tua madre il contenuto del tuo armadio, e ivi appicchi il fuoco. Dai che è primavera e ti devi rifare il guardaroba, ti porto all’outlet di Scanzano Ionico e facciamo acquisti pazzi con la carta di credito di tuo padre.

Ti porto poi in un bar vicino la stazione Centrale di Milano dove lavora Wanna Marchi e ci facciamo regalare qualche tubetto del suo famigerato scioglipancia che con tutti i vestiti nuovi che ti ho fatto comprare non possiamo certo fare brutta figura, soprattutto dopo questa settimana santa in cui ti sarai fatto incaprettare parecchio. Dal punto di vista culinario, of course.

E quando abbiamo sistemato armadio e bilancia ci concentriamo sulla simpatia e sulla proprietà di linguaggio. Prendiamo la metropolitana verde e scendiamo a Cologno Monzese che ci aspettano negli studi di “Domenica 5” dove Federica Panicucci ci insegnerà come riempire otto ore di tempo altrui con il nulla più totale. E già che ci siamo andiamo dalla Barbara D’Urso a “Mattino 5” a imparare la preziosa arte del patetismo meridionale.

E come per magia, caro il mio amico R, nessun uomo resisterà più alla tua persona. Tutti vorranno essere come te, potrai candidarti sindaco del tuo bellissimo paese in provincia di Treviso ed essere arrestato per falso in bilancio. In galera, ma fantastico!

Nell’attesa di ricevere le vostre missive cariche di angoscia per il futuro, svesto i panni di Natasha Stefanenko e vi do appuntamento alla prossima puntata dove parleremo (ATTENZIONE: SPOILER) di cose gay.

PS: Non è stato fatto alcun riferimento a questo post del bot della sborra per non urtare le persone che conducono una vita morigerata priva di parolacce.

NdSP: Segui le avventure e le cattiverie di Fabry su Twitter o sul suo blog. Se hai domande per lui, ponigliele nei commenti a questo post, su Twitter usando l’hashtag #AskFabry oppure scrivi alla casella postale [email protected](anonimato garantito). Altrimenti recupera le puntate precedenti di #AskFabry.

Commenti via Facebook

Fabry

Livelli di egocentrismo da denuncia penale. Sto zitto solo quando dormo e ascolto solo quando si parla di me.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: