#AskFabry s02e06 – Romeo’s Anatomy, parte II

Dovete scusare la mia assenza di settimana scorsa, ma ero impegnato a fare lo scrutinatore per le elezioni americane. Sapete, lo stipendio nel call center è quello che è. Nella scorsa puntata vi avevo lasciati con l’elenco delle cose brutte che si trovano sui “social network” gay, non sono mancate le critiche e le mail con polemiche lunghe quanto l’Odissea alla mia casella di posta elettronica [email protected] che sinceramente avete la faccia come il culo a dire che Gay Romeo vi serve per fare nuovi amici. Detto questo, oggi prosegue il nostro viaggio nel culo cuore del mondo gay della rete, proprio su quei siti di cui abbiamo parlato l’altro giorno. Per gli eterosessuali all’ascolto, e per chi non gliene frega proprio niente, qua c’è un bellissimo articolo che potete leggere nel mentre, l’importante è che rimanga tutto in famiglia. Vi dicevo che proseguiamo la nostra camminata sociologica nei meandri dei gay e finti bisessuali, ma questa volta vi porto le testimonianze grafiche, e non si dica che sono una ricottara. Egidio per favore mostra al pubblico la prima immagine:

Mi sembra chiaro che ci sia qualche problema con l’italiano. Sono rimasto molto perplesso da quel “Sei Nizza” fino a quando non mi hanno fatto notare che trattasi della traduzione di un rumeno di “You’re nice. Non ho altro da aggiungere.

E voi le avete le stampelle? Io una volta (tre perché sono una sfigata orrenda) mi sono rotto la caviglia, e le stampelle le ho. E magari adesso accendo la cam e guadagno questi easy 5o euro. Nicole Minetti chi?

Non so che dire, sinceramente. Non trovo proprio il nesso logico. Veramente, sono basito.

E poi abbiamo il classico, quelle sottospecie di uomini che vanno in giro a pucciare il biscotto nelle vagine ma che mettono mi piace al pene. Per loro solo parole di odio, come già espresso qua, ma anche tanto amore perché come te trombano loro nessuno MAI.

Poi ci sono le isteriche come noi, quelle che si lamentano di essere single e quando sono fidanzate fanno la qualunque per farsi lasciare per potersi lamentare from A.M. to P.M. di essere single.

 Questo poi che si permette perfino di giudicare l’altrui pancetta. MA GUARDA CHE NON SEI LE DESTINI CIALD.

Tutto questro spreco di byte e di energie (Signor Ponza, piuttosto che caricare altre foto nel tuo blog mi faccio fare il fisting da Bud Spencer.) per giungere a quale conclusione? Che siamo tutti disperati, nel nostro piccolo. Ci attacchiamo tutti ad uno schermo nella speranza di rimediare una scopata per il weekend e siamo disposti a tutto. Ma veramente tutto. Come dice la mia amica Annabelle, “Il dramma è dietro l’angolo”.  Dicevo che siamo disposti veramente a tutto, del tipo che siamo tutti versatili quando ci fa comodo apparire nel maggior numero di ricerche possibili. E cosa succede quando la conoscenza va oltre quattro stupidaggini scritte su una tastiera?

Succede che incontri mostri di ogni genere. Dal fan sfegatato di Milva che ti fa ascoltare tutta la sua discografia, a quello che cerca solo persone maschili ma guardagli bene in borsa (!!) che ha il profumo di Lady Gaga. Siamo messi male, signora mia. E quando magari ne trovi uno, dico uno su un milione, un minimo decente “No sai, io non cerco una storia seria perché sono rimasto scottato in passato”, e anche muori malissimo. Non resta che fare una cosa, chiudere Grindr e compagnia bella e migrare verso altri lidi, tipo twitter, la cui capacità di essere un sito di incontri mascherato da social network è paragonabile solo alla mia di mangiare un quintale di sacher torte.

Vi lascio con l’ultima immagine, simbolo e vera perla di tutto questo articolo, scusandomi se nell’ultimo periodo vi sono sembrato poco brillante e lontano. Anche i ricchi piangono.

NDSP:  Avete esperienze in grado di battere l’uomo delle stampelle o quello dei bagni pubblici? Dubito, ma in caso contrario sbizzarritevi nei commenti. Nel frattempo, ricordatevi che Fabry ha anche un blog, un account Twitter e un ricco archivio di vecchi #AskFabry. Per cui avete altri due modi per fargli pervenire il vostro amore (o il vostro odio). Inoltre potete inoltrare le vostre domande per le prossime puntate di #AskFabry all’indirizzo [email protected]

Commenti via Facebook

Fabry

Livelli di egocentrismo da denuncia penale. Sto zitto solo quando dormo e ascolto solo quando si parla di me.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: