Drunk food: una breve guida per il sabato sera

Sono sicuro nessuno lo direbbe mai ma anche nella redazione di questo blog c’è chi ogni tanto fa il birichino. Così capita che il sabato sera “ci beviamo una cosa tranquilla in compagnia” diventi “sono le 4:00 a.m. ho ordinato un altro mojito”. Sbronze come queste possono avere conseguenze piuttosto fastidiose, il cui sintomo principale non è soltanto l’evidente perdita di dignità o casomai quel messaggio stracciamutande al vostro ex che avete visto in macchina fuori dal locale mentre limonava con la sua nuova fiamma.

Io invece, che sono una persona che certe cose non le fa ma soprattutto che fa finta di non avere kg di troppo, penso piuttosto a quel senso di fame atavica che solo una sbronza può darti. Una delle controindicazioni tra le tante: tipo quella sensazione del giorno dopo di avere un trapano che ti scalfisce in testa la parola ibuprofene o quel gusto in bocca di necrofagia dove ogni limone diventa un apostrofo fetido tra le parole minchia frate.

È proprio il cibo che, in questi casi, ci viene in soccorso. Fior fior di medici raccomandano infatti di mangiare cibi sostanziosi appena dopo una sbronza, belli grassi e ciccioni che al grido di “viva le schifezze!” si ciupano tutti gli effetti dell’alcool. Potrebbe anche non essere vero ma tanto, tra la fame e la botta di dieci gin tonic, perché non provare? Ecco quindi la lista dei migliori drunk food, ovvero il cibo perfetto del post sbronza.

Toast al formaggio

Niente mi rimette al mondo come un toast al formaggio. Il mio prefe in assoluto oltre che lo special need del sabato notte, roba che ne sento il bisogno come di un bonifico dopo la stagione invernale di concerti TicketOne. Noi puoi finire una notte di pazzia in disco senza aver sciolto due belle fette di formaggio in un toast.

ezgif.com-gif-maker

Carbonara

Qui entriamo nel regno della pasta di cui la carbonara è regina, poi le uova in questi casi fanno davvero bene. Alle 6:00 del mattino un piatto di pasta è sempre il benvenuto. Soprattutto se anche tu bevi per dimenticare cose, tipo il fatto che in teoria saresti iscritto in palestra. Evidentemente l’alcool funziona benissimo perché ogni ricetta va dimenticata, quindi preparatela così come vi viene. Cose per cui da sobrio mi staccherei la lingua con la forchetta.

ezgif.com-gif-maker (1)

KFC

Non è un caso se l’Est Europa è famoso per gli alti tassi alcolemici. “Ricordo” ancora quella serata a Praga trascorsa ad assaggiare tutto l’assenzio della Repubblica Ceca. Ke Fortuna Che c’era KFC, altrimenti la notte mi sarei ritrovato a scrivere canzoni come un Morgan qualsiasi sotto l’effetto del liquore baudeleriano. Noi purtroppo non possiamo vantare pollo fritto ad ogni angolo della strada ma fidatevi, un paio (di kg) di deep fried chicken wings ti salvano la vita. Se la serata è stata tragica aggiungere salsa barbecue. Oh raga, in alternativa Chicken McNuggets.

ezgif.com-gif-maker (1)

Cracker e nutella

La mia cultura culinaria ormai è nota a tutti e la cucina per me è una di quelle cose come l’andare in bicicletta: non si scorda mai. Neanche da ubriachi. Anche in questo caso prendo spunto dai migliori, cioè da un Carlo Cracco ante-patatina e i suoi cracker con panna montata. Nonostante creda che il salato, più del dolce, sia l’ideale per calmare gli effetti dell’hangover, la Nutella ci da quell’assaggio di colazione che al mattino seguente saremmo troppo in coma per poter fare. Ovviamente il sale dei cracker è fondamentale per dare quella sferzata che ti rimette in sesto.

ezgif.com-gif-maker

Dato che a me è capitato davvero poche volte di trovarmi in questa situazione, chiedo a voi cari fan del Negroni cosa preferite smangiucchiare dopo le bravate del sabato sera? C’è qualcosa che vi aiuta a rendervi presentabili per il pranzo della domenica in famiglia?

Commenti via Facebook

clippermark

Ho 26 anni e sono nato in Abruzzo anche se negli ultimi anni ho iniziato a cambiare città come le mutande. Vado spesso in Germania per cercare di capire come mai mettano l’ananas sulla pizza ma voglio viverci da quando ho scoperto che mi piace. Da ormai 4 anni scrivo ricette sul mio blog "Una cucina per Chiama" ma tutto è iniziato quando da piccolo ho visto in TV Antonella Clerici: io però ho imparato a cucinare.
Dicono di me: "stai sempre in giro", dico di loro: "fatevi i cazzi vostri".
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: