Cara Francesca Michielin, sei la nostra vincitrice morale. O almeno la mia.

Se vi sembra che sto per scrivere un post serio, beh più o meno è così.
Sarà il cielo grigio e la pioggia che bagna il finestrino del bus, sarà questo strano San Valentino da single, ma in piena PMS la notizia di Francesca Michielin all’Eurovision 2016 mi ha commosso.

Cara Francesca, ti sarai pure classificata seconda a Sanremo, ma sei la mia vincitrice morale.
Perché la sua voce emozionata che urla “è stata una figata” alla fine della prima esibizione, mi ha colpito e mi ha fatto sorridere. Su quel palco e in quell’atmosfera che intimorirebbe chiunque, dove i fari sono puntati con luci forti il doppio che in qualsiasi altra occasione, si è lasciata andare senza timore. Una liberazione, l’espressione di una passione vissuta con tutto il cuore e tutto l’entusiasmo di una ragazza di vent’anni che si trova a raccogliere i frutti di un talento mai ostentato.

tumblr_o2dgqqNVu51uk0viio1_500

Non sto dicendo che la Michielin sia la migliore artista italiana che abbiamo mai avuto, ma semplicemente che il suo messaggio è arrivato. Mi ha trasmesso l’entusiasmo della bella, nuova gioventù molto meglio di chi scimmiotta i problemi generazionali, molto meglio dei guaglioni a cui hanno rubato il futuro.

Francesca Michielin è la mia vincitrice morale perché ha dato dieci punti e una scopa a tanti altri Big e, scusatemi se esagero un po’, le sue parole timide ma felici come quelle di una bambina in un negozio di giocattoli, hanno chiuso (o almeno avrebbero dovuto) la bocca a tante polemiche sulla musica dei talent e sui giovani con la testa montata dal successo. Un esempio positivo che mi ha fatto emozionare, ma soprattutto sorridere quando la leggo nei suoi post su Facebook come se fosse l’amica di una vita.

Ora rappresenterà l’Italia all’Eurovision, come merita, con la solita intensità e dedizione che ci ha fatto scoprire, portando non solo la sua musica ma, se devo dirla tutta, anche una giovinezza diversa che seppur dovesse classificarsi ventiduesima mi farà sentire più orgoglioso che il borioso, terzo posto dei giovani invecchiati, lo scorso anno.

Commenti via Facebook

clippermark

Ho 26 anni e sono nato in Abruzzo anche se negli ultimi anni ho iniziato a cambiare città come le mutande. Vado spesso in Germania per cercare di capire come mai mettano l’ananas sulla pizza ma voglio viverci da quando ho scoperto che mi piace. Da ormai 4 anni scrivo ricette sul mio blog "Una cucina per Chiama" ma tutto è iniziato quando da piccolo ho visto in TV Antonella Clerici: io però ho imparato a cucinare.
Dicono di me: "stai sempre in giro", dico di loro: "fatevi i cazzi vostri".
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: