La vera tragedia delle Olimpiadi di Londra 2012

In questi giorni tutta l’Italia è diventata opinionista di qualsiasi sport grazie alle Olimpiadi. Siccome il mio passaporto alla voce “nazionalità” riporta “italiana”, non voglio sottrarmi dall’esporvi una raffinata analisi tecnica dei principali avvenimenti sportivi di Londra 2012.

In definitiva possiamo dire che i simpatici hanno vinto e gli antipatici hanno perso.

Qualche esempio? Federica Pelligrini e Valentina Vezzali. Antipaticissime fuori dalla vasca o pedana e sconfitte (anche se in modo diverso) sul campo. Che poi siano entrambe elettrici del PDL, be’ questa è una considerazione che non voglio fare (ma già solo scrivendola è come se l’avessi fatta). E poi vogliamo parlare della simpatia dell’accento di Alex Schwazer? Abbiamo visto tutti come è andata a finire. Andrew Howe nemmeno era in gara, quindi questo direi che chiude il cerchio e conferma la mia teoria. Così è deciso, l’udienza è tolta.

Che poi lo sappiamo che tutti sono appassionati di tuffi per un solo motivo. Non è un caso che il taekwondo non so le caghi nessuno, visto che gli atleti sono coperti dalla testa ai piedi.

Ma parliamo della vera tragedia. Come spesso accade in questo periodo, il post che leggete è stato programmato. Questo significa che oggi, giorno della cerimonia di chiusura delle Olimpiadi di Londra io non avrò la possibilità di seguire l’evento. Quindi non potrò seguire l’esibizione delle Spice Girls. Quindi vado a buttarmi da qualche scoglio croato per la disperazione.

Commenti via Facebook
Signor Ponza
Seguimi

Signor Ponza

Founder & Editor at Signor Ponza Blog
Sono bravo in molte cose, tra queste non c'è "scrivere bio".
Signor Ponza
Seguimi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: