Da Grindr alla Madonnina: intervista a M¥SS KETA

Poche cose sono in grado di provocare un’epifania, la consapevolezza che esiste qualcosa di altro. Un sapore, un libro, un film. O una canzone. Ricordo perfettamente quando oltre 3 anni fa “Milano Sushi & Coca” uscì dal mondo underground per scuffiare in superficie. E per molti fu una rivelazione, una rivelazione con un nome preciso: M¥SS KETA. È stato grazie a questo angelo incipriato che le porte (del paradiso?) si spalancarono definitivamente.

Finalmente, singolo dopo singolo, videoarte dopo videoarte, è arrivata la tanto attesa pubblicazione di “L’Angelo dall’occhiale da sera: Col cuore in gola“, il suo primo album. Un viaggio lisergico nella cultura pop, un gioco di scatole cinesi fatto di citazioni, rimandi, strizzatine d’occhio (e non solo), un film neorealista di De Sica ma diretto da Cinzia TH Torrini nell’epoca d’oro della Fininvest. In poche parole, uno dei progetti più interessanti e illuminati (△) della musica italiana degli ultimi anni.

Per festeggiare l’uscita dell’album, al grido di Annaaaaaaa abbiamo deciso di intervistare l’unica vera ICONA della Milano che conta. Ecco a voi M¥SS KETA.

Intervista a M¥SS KETA

[©Tutte le pazzesche foto che trovate in questo articolo sono contenute nella zine, in edizione limitatissima, “M¥SS KETA IN L’ANGELO DALL’OCCHIALE DA SERA: COL CUORE IN GOLA”]

Filodrama e Signor Ponza: Hai da poco rilasciato L’ANGELO DALL’OCCHIALE DA SERA: COL CUORE IN GOLA, il tuo album (che amiamo alla follia), un vero e proprio viaggio catartico sullo sfondo di una Milano lurida e bellissima. Ci racconti un po’ la genesi di questo progetto?

M¥SS KETA: ESSENDO UN GREATEST HITS, QUEST’ALBUM DIREI CHE RACCHIUDE TUTTA, MA PROPRIO TUTTA LA STRADA CHE HO PERCORSO FINORA. PRESENTATO INSIEME  ALL’OMONIMA ZINE E AL VIDEO DI “MUSICA ELETTRONICA” (CANZONE CONTENUTA NELL’ALBUM) DIREI CHE È LA PRIMA TAPPA DI ESPLORAZIONE DI QUELLO SPETTACOLO DI DONNA CHE SONO DIVENTATA.

Dove nasce quindi il sound di M¥SS KETA?

IL SOUND NASCE DA TUTTO CIÒ CHE MI CIRCONDA: DAL SUONO DI UNA AUDI A4 CHE INCHIODA DI FRONTE AD UNA VOLANTE DELLA POLIZIA, AL RUMORE DI UN POLITICO CHE SI INCIPRIA IL NASO SU UNA NOTA SOUBRETTE TELEVISIVA. IL TUTTO POI VIENE EGREGIAMENTE PLASMATO IN CANZONI #FIGHECOMEILPANICO, MA QUESTO DI CERTO NON SERVE CHE VE LO DICA.

Che capolavoro.  Tra le altre canzoni più celebri del tuo repertorio c’è sicuramente In gabbia (non ci vado). Un titolo particolarmente emblematico, perché con tutti i VIP che citi nei tuoi pezzi, ci sembra quasi un miracolo vederti ancora a piede libero. Quanto ti costa la parcella dell’Avvocato Taormina?

MA GUARDATE, IO E CARLO CI ERAVAMO CONOSCIUTI MOLTO TEMPO FA AD UNA FESTA SUBITO DOPO LA REGISTRAZIONE DI “DRIVE IN”. PRESI DALL’EUFORIA INIZIAMMO A BERE SHOTTINI DI GRAPPA, E GLI SHOTTINI GIRAVANO, GIRAVANO, GIRAVANO. AL 47ESIMO BICCHIERINO PRESI CARLO, LO PORTAI IN BAGNO E GLI DISSI: CARLO SE NON LA SMETTI QUI FINISCI IN OSPEDALE. DA QUEL GIORNO SIAMO DIVENTATI GRANDI AMICI E MI HA SEMPRE DIFESO GRATUITAMENTE PER AVERGLI SALVATO LA VITA.

M¥SS KETA Tribunale Milano Taormina

E ti ringraziamo anche noi per averlo fatto. Ma ora torniamo a te: l’aspetto visivo è parte integrante del tuo progetto, basti pensare ai video pazzeschi e curatissimi che si trovano sul tuo canale YouTube. Come nasce la scelta di celare il tuo volto?

PARADOSSALMENTE SOLO CHI È MASCHERATO PUÒ RACCONTARSI COMPLETAMENTE SENZA FILTRI, E HO CAPITO FIN DA SUBITO CHE SI PUÒ ESSERE INCREDIBILMENTE PAZZESQUE INDOSSANDO UNA MASCHERA.

Il tuo non-volto è associato a luoghi ben precisi. La maggior parte delle tue canzoni, infatti, fanno riferimento a luoghi e personaggi dell’ambiente milanese: cosa rappresenta per te Milano?

GUARDATE, NELLA MIA VITA HO VISSUTO IN PIÙ DI MILLE CITTÀ, MA HO CAPITO FIN DA SUBITO CHE L’UNICA CITTÀ CHE POSSO CHIAMARE DAVVERO “CASA” È SOLO UNA: MILANO. NON È POI UN CASO CHE IL SIMBOLO DI QUESTA CITTÀ, LA MADONNINA CHE TUTTO OSSERVA DALLA SEVERA CIMA DEL DUOMO, ABBIA PROPRIO LE MIE FATTEZZE.

Nei tuoi pezzi infatti canti la Milano della cerchia dei Bastioni, di Bligny 42 e di Porta Venezia, ma il tuo successo è arrivato ben oltre i confini meneghini. Come te lo spieghi? Non pensi mai, ad esempio: “un Romano non capirà questo riferimento”?

È NORMALE PRENDERE ESEMPI E SITUAZIONI CHE CI CIRCONDANO E CHE VIVIAMO TUTTI I GIORNI PER RACCONTARE STORIE BEN PIÙ GRANDI E UNIVERSALI. CHE IO SIA A PORTA VENEZIA, SOTTO IL COLOSSEO O A NASCONDERMI TRA UN TRULLO E L’ALTRO, IL SUCCO È SEMPRE QUELLO E IL SAPORE FRIZZANTINO NON CAMBIA.

M¥SS KETA Duomo MilanoE visto che abbiamo citato una zona che amiamo molto a Milano, in tanti, noi inclusi, si chiedono se c’è un motivo particolare che ti ha spinto a cambiare l’arrangiamento di Le ragazze di Porta Venezia (rispetto alla versione uscita precedentemente con il rilascio del video).

LE RAGAZZE DI PORTA VENEZIA È UNA CANZONE TALMENTE BELLA E IMPORTANTE PER ME CHE HO VOLUTO PROVARE A TIRARE FUORI DIVERSE ANIME DALLO STESSO PEZZO: QUELLA MORBIDA DA STRUSCIO IN BUENOS AIRES IL SABATO POMERIGGIO, E QUELLA CARICA DI ADRENALINA DA ULTIMA INCIPRIATA SUL NASO PRIMA DI USCIRE A FAR SERATA. E IL MIO LOVELY CONGOROCK È RIUSCITO APPUNTO A CATTURARE QUEST’ULTIMA SPEZIATA SENSAZIONE.

A proposito di collaborazioni, c’è un artista per il quale (o per la quale) saresti disposta a tutto pur di incidere qualcosa insieme?

VORREI TORNARE A CANTARE ALMENO UNA VOLTA CON UNA GRANDE ARTISTA CON LA QUALE ERO MOLTO LEGATA. AVEVAMO QUESTO DUO PAZZESCO “LE KETAMINA”, GIRAVAMO MOLTO PER LE FESTE PAESANE A CANTARE. POI UNA SERA ALLA SAGRA DELLO GNOCCO DI TRENTO LITIGAMMO PER CHI DOVESSE PRENDERE L’ULTIMO GNOCCO DEL PIATTO: DA LÌ CI SEPARAMMO, ANCHE NEL NOME: IO MI CHIAMAI KETA E LEI… BEH È STORIA.

Le brave ragazze arrivano in paradiso, quelle cattive arrivano dappertutto. M¥SS KETA invece dove pensa di arrivare?

M¥SS KETA È GIÀ ARRIVATA. IL PUNTO È CHE NON SI SA BENE ANCORA DOVE.

E per finire una domanda che ci interessa da vicino: come ti troviamo su Grindr?

GUARDATE IO AVEVO INIZIATO A PROMUOVERE LA MIA PRIMA CANZONE “MILANO SUSHI E COCA” PROPRIO SU GRINDR, E MI SONO FATTA MOLTI AMICI! POI PURTROPPO IN SEGUITO A QUELLE VICENDE GIUDIZIARIE MI HANNO PORTATO VIA TUTTO, PROFILO DI GRINDR COMPRESO. MA INIZIATE A FARE IL REFRESH DELLA HOME… TORNERÒ.

M¥SS KETA Sexy

Per scaricare Grindr sui vostri smartphone potete andare a questo link, mentre questi sono i link per ascoltare L’angelo dall’occhiale da sera: col cuore in gola e non smettere mai più:

Potete seguire anche la pagina Facebook di M¥SS KETA per non perdervi nemmeno un festino a casa dei VIP.

Commenti via Facebook
Signor Ponza
Seguimi

Signor Ponza

Founder & Editor at Signor Ponza Blog
Sono bravo in molte cose, tra queste non c'è "scrivere bio".
Signor Ponza
Seguimi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: