#Sanremo2015: oddio, che mi metto?

Se un giorno (che spero arrivi presto) mi dovessero chiedere di partecipare a Sanremo, la prima cosa che penserei non sarebbe “a fare cosa?” ma “ODDIO, COSA MI METTO?“. Inutile negarlo, i vestiti sono la cosa più interessante del Festival, anche perché le occasioni glamour in Italia sono poche, soprattutto da quando non ci sono più i Telegatti. Il Festival, poi, è entrato nell’immaginario pop anche per le mise dei partecipanti anche se, ormai, sono passati 20 anni dai bellissimi Gianni Versace di Claudia Koll e Spagna, 19 dai Dolce & Gabbana della Ferilli e 16 dal perizoma Tom Ford per Gucci di Anna Oxa. Da quando è iniziato il nuovo millennio (con eccezione della fortunatissima edizione del 2011) il nuovo diktat del casual elegante ha fatto smarrire a molti la retta via e abbiamo assistito a scene impietose, come se i cantanti si preoccupassero più della canzone che del loro look. SBAGLIATO! Se si dovesse pensare solo alle canzoni tanto varrebbe trasmettere il Festival per radio e farlo condurre alla Pettinelli, così, per affossarlo.

Questa è la premessa per cui, spinto dalla mia infinità generosità ho pensato di suggerire un look ad alcuni tra i protagonisti di Sanremo 2015.

ARISA

arisa-sanremo

Arisa una ne indovina e cento ne sbaglia in tema di look. Quest’anno ha deciso di affidarsi al giovane Daniele Carlotta, per i più conosciuto come lo stilista dell’abito da sposa di Belen. Potrebbe sorprenderci con look moderni con richiami retro, ma l’effetto festa a tema è dietro l’angolo. Io le consiglio di puntare più su linee morbide e meno sull’effetto insaccato dell’anno scorso.

EMMA

emma-sanremo

Nelle edizioni in cui era in gara, Emma era sempre vestita in maniera discutibile, ma, da quando ha fatto amicizia con Francesco Scognamiglio, abbiamo scoperto una camionista che sa essere molto femminile, un po’ come nell’episodio in cui Lady Oscar si presentò al ballo vestita da donna. Ora che è in una forma fisica top il mio consiglio è quello di puntare molto su trasparenze e sexiness e ho scelto un abito di Scognamiglio e uno di Versace, da far dimenticare Belen.

ROCIO

rocio-sanremo

Rocio Munoz Morales è una di quelle persone nate vecchie e, nonostante la sua giovanissima età (è dell’88!), dimostra almeno 20 anni di più (sarà una maledizione di Anna Maria Bernardini de Pace). Per Sanremo ha scelto di indossare abiti di Alberta Ferretti, quindi molto romantici e delicati. Quello che ci auguriamo è che non passi nel totale anonimato come una Bianca Guaccero qualsiasi.

LE BIONDE: ANNA TATANGELO E MALIKA AYANE

anna-tatangelo-malika-ayane

Non si può certo chiedere ad Anna Tatangelo di non essere sexy. In molti ci hanno provato a cambiarle l’immagine ma tanto si torna sempre al punto di partenza. Io la vedrei bene con un abito di Versus, gli stessi scelti dalla Maruzzi per l’Isola, tra l’altro. Malika ha, invece, un feticismo per il nero. Sarà per i tatuaggi colorati o per il suo essere strategicamente snellente, i suoi abiti sono quasi sempre scuri. Io la vedrei bene con un abito morbido come questo di Ungaro, perfetto anche se dovesse vincere.

LE ROSSE: ANNALISA E CHIARA

annalisa-chiara

Annalisa, secondo me, è la più bella tra le ragazze in gara, potrebbe essere la nostra Emma Stone. Di solito indossa abiti molto romantici di Blumarine, che effettivamente le donano, anche se io la vedrei benissimo in questo Valentino arcobaleno. Chiara, invece, si è riscoperta sexy, è dimagrita ed è stufa di farsi dare della cessa. Io credo che dovrebbe metterci un po’ di grinta pure nei suoi look, perciò le suggerisco un minidress rockettaro di Saint Laurent che vedrei bene anche su Florence Welch.

LE MORE: NINA ZILLI E BIANCA ATZEI

nina-zilli-bianca-atzei

Nina Zilli ha sempre indossato abiti di Vivienne Westwood, sempre con generose balconate sul seno, sempre tubini aderenti. Per sorprenderci stavolta potrebbe coprire il seno e puntare sulle gambe, magari porta bene. Bianca Atzei, come tutte le sarde, ama indossare Antonio Marras, come se ci fosse un accordo tacito all’anagrafe. Per ricordare la sua terra ho pensato che potrebbe mettere abiti da cocktail che vedresti bene anche in spiaggia.

I RAPPER ROMANTICI: NESLI E MORENO

nesli-moreno

Non sembrano proprio dei rapper, con queste facce da bravi ragazzi. Infatti Nesli e Moreno li vedrei bene in un classico abito con cravatta coordinata (che sia allacciata al collo, però!) piuttosto che conciati come i Club Dogo. Per Nesli ho pensato a un abito che metterebbe anche a un matrimonio, blu scuro, di Mauro Grifoni, mentre per Moreno, che ha uno spirito più hipster, un abito nero molto slim, con cravatta sottilissima, di Les Hommes.

I TEEN-IDOL: LORENZO FRAGOLA E DEAR JACK

lorenzo-fragola-dear-jack

La fortuna di nascere Lorenzo Fragola è che puoi vestirti pure con una felpa azzurra che sei subito bellissimo, quindi anche in pigiama farebbe subito la sua porca figura. Un abito sartoriale meno istituzionale, come quello a pois di Dolce & Gabbana, è perfetto per un ragazzo così giovane.  I Dear Jack sono i supplenti dei Modà, i supplenti carini, nonché idoli delle teenager e degli appassionati di Bitchyf. Il frontman Alessio gioca tantissimo sul suo ruolo da profumiera, e, perciò,  lo vedrei bene in un look  glam rock come quello di Costume National.

Festival Sanremo 2015

Commenti via Facebook

Leone Lewis

Il fatto che io sia nato il giorno della finale di Sanremo fa di me una di quelle promesse dell'Ariston non ancora mantenute. La mia vita la vivo in attesa di scendere quella scalinata di Gaetano Castelli, immerso nei fiori della riviera. Nel frattempo ho avuto la malsana idea di evangelizzare questo blog di dannati.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: