Il Gran Galà dei Siparietti Awards

Avete indossato il vostro Gai Mattiolo in lycra color vinaccia? Vi siete fatti il tattoo di Swarovski sulla spalla? Avete tirato fuori la vostra tiara di Rocco Barocco che non mettevate dal ballo di fine anno del liceo?
Vi voglio in tiro come delle luride perché finalmente è arrivato il Gran Galà dei Siparietti Awards 2015!

Si è infatti conclusa ieri sera a mezzanotte la settimana di votazioni: vi posso già anticipare che abbiamo praticamente rotto l’internet, segnando il record assoluto di votazioni da quando questa splendida manifestazione è stata inaugurata, una roba che #XF8 spicciaci casa right now. Per questo vi ringrazio per assecondare ancora una volta le mie prese di posizione, ma anche un po’ vi odio perché io e la mia amica Pinina Garavaglia abbiamo passato tutta la notte a fare lo spoglio elettorale.

Com’è come non è, bando alle ciance, ecco a voi i vincitori della terza edizione dei Siparietti Awards!

POP ICON AWARD 2015

1. EVA GRIMALDI (33%)

2. Conchita Wurst (27%)
3. Fedez (21%)

0617213804DVB-TCanale5HD

Dopo la vittoria di Nicole Minetti (2012) e Miley Cyrus (2013), un’altra donna sale sul podio del premio più importante della manifestazione. Eva Grimaldi conquista il premio con largo margine, spinta indubbiamente dalla performance iconica a Pechino Express ma soprattutto dall’amore incondizionato che da sempre tutte noi cretine le riserviamo. Viale Mazzini ci leggi? Fedez terzo top, un po’ di rammarico per Valerio Scanu ultimo, ormai l’eterno incompreso dello showbiz italiano.

TOP TRASH PERFORMANCE OF THE YEAR

1. IL CAST DI “THE LADY” (36%)

2. Simona Ventura in “Pittarosso” (35%)
3. Veronica Maya in “Material Girl” (25%)

Con una sfida all’ultimo voto (letteralmente) tra il cast di The Lady e la Mona Nazionale, a spuntarla all’ultimo momento è proprio il gruppo di attori dell’evento web dell’anno, che ci ha regalato quest’anno una serie di cit. che Oscar Wilde può anche dire addio al primato. A dirla tutta sono molto amareggiato per il vergognoso terzo posto di Veronica Maya, per quanto mi riguarda la vincitrice morale della categoria, l’unica che ha avuto il coraggio di riportare in auge l’antica arte del nipslipping.

BEST DRAMAH

1. GIUSY VERSACE CHE PERDE LA GAMBA A BALLANDO (27%)

2. Morgan abbandona X Factor (25%)
3. Il reverendo Camden porco pedofilo (23%)

1413195393_1

Siete veramente delle cagne maledette e vi amo. L’anno scorso ha vinto Anna Oxa che si spacca i legamenti a Ballando, mentre quest’anno la Giusy che mi perde la gamba, sempre nella stessa trasmissione di Queen Milly. Ma ce la fate? C’è da dire che la lotta è stata davvero al fulmicotone, le prime tre posizioni sono infatti divise l’una dall’altra da un solo voto. Top. E comunque i Siparietti riconfermano Ballando con le stelle come una vera fucina di eventi, meriterebbe forse più attenzione da parte del popolo bue.

BEST REVIVAL

1. EVA GRIMALDI (51%)

2. Lory del Santo (23%)
3. Giancarlo Magalli (19%)

tumblr_mv7ye9K6GY1qzh56ro1_1280

Secondo premio della serata per Eva Grimaldi, la vera trionfatrice dei Siparietti 2014. Com’era giusto che fosse, Eva sbaraglia la concorrenza con una pletora di voti, una roba che Eva al Quirinale subito.

BEST LEVATI

1. LE SENTINELLE IN PIEDI (31%)

2. Le opinioni di Selvaggia Lucarelli (26%)
3. ex-aequo: La barba / Let it go di Frozen (13%)

SentinelleInPiedi_DietaDuka

Maria Giovanna se siamo pieni di questi cattofascisti! Certo è che personalmente avrei fatto uno strappo alla mia ferrea etica personale per far vincere Selvaggia Lucarelli e le sue opinioni (secondo posto), perché francamente le minchiate che ha detto nel 2014 difficilmente potranno essere ripetute in futuro. In ogni caso bravi, mi piacete quando siete politicamente impegnati (einvece).

BEST FAIL

1. “SISTER CRISTINA” BY SUOR CRISTINA (37%)

2. Agon Channel (23%)
3. Victoria Cabello giudice di XF (16%)

Premesso che per quanto mi riguarda è così irrilevante da non meritare alcun premio, devo dire che dopo tutta la promozione, le pagine dei giornali, le bagarre, cazzy e mazzy, il flop clamoroso del disco è stato abbastanza cocente, e forse un riconoscimento di tutto questo ci sta. Rimane un po’ l’amaro in bocca per Beyoncé che si photoshoppa su Instagram, ultimo e immeritatissimo posto.

BEST INTERNET SENSATION

1. GIANCARLO MAGALLI (24%)

2. ex-aequo: Kim Kardashian in copertina su Paper / Se i quadri potessero parlare (23%)
3. Brendan Jordan (17%)

Beh vabbè. Vince con un solo voto di differenza the King Giancarlo Magalli, un autentico frutto di internet nel 2014. Senza alcun apparente motivo, il nostro Gianchy è diventata la vera icona internettiana dell’anno, superando di misura due pezzi grossi come Kim Kardashian e la pagina FB Se i quadri potessero parlare, un’altra rivelazione che ci ha tenuto compagnia tutto l’anno. A questo punto vi immaginate una trasmissione condotta da Eva Grimaldi e Giancarlo Magalli? 88% di share!

BEST CATFIGHT

1. LORELLA CUCCARINI VS. RAFFAELLA CARRA’ (24%)

2. Youtubers VS. Selvaggia Lucarelli e Francesco Sole  (23%)
3. Solange Knowles VS. Jay Z (22%)

Schermata-2014-11-14-alle-12.01.39

Quella donnamerda di Lorella è riuscita a vincere il Best Catfight dell’anno grazie ad un tweet velenoso e a una polemica davvero da poveretta con la Raffa Nazionale. Grande competizione in questa categoria è arrivata anche dalla polemica tra Youtubers e Francesco Sole feat. Selvaggia Lucarelli, che per gran parte della settimana è stata in cima alla chart. Chiude nelle ultime posizioni la guerra mediatica tra Caprarica e Agon Channel, personalmente il mio catfight preferito.

E con questo premio si chiudono i Siparietti 2014! Vi rimando alle prossime puntate di Sipario, che tornerà presto regolare con il gossip e con tutte le porcherie dei ricchi e famosi! Grazie per aver partecipato alla serata, ora potete tornare a casa a lavare a secco il vostro Gai Mattiolo, che vi servirà nuovamente l’anno prossimo. Da me e da Daniele Piombi è tutto, buona serata, XOXO

Rubrica Sipario

Commenti via Facebook

Filodrama

Sono nato sabato grasso di Carnevale e vabbè, ho già detto tutto. Mi piacciono le montagne russe e i parchi di divertimento, la perfezione degli alberghi, le poltrone. Non mi piacciono le persone che vincono nella vita. Ho un brutto rapporto con l’entusiasmo, nel senso che non ce l’ho quasi mai e quando mi viene sarebbe meglio non averlo. Ho studiato cinema ma faccio tutt’altro, non colleziono cose simpatiche e non ho un hobby da rivendermi nelle conversazioni con la gente. Vivo a Milano, e la amo senza riserve.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: