I valletti che vorremmo per Sanremo 2017

Ci è costato tanto, sarebbe stata una bella occasione, saremmo stati adatti e gli stilisti avrebbero fatto a gara per vestirci. Ma no, noi impassibili.

Quando Carlo Conti, su consiglio della Queen Mary, ci ha chiesto di fare da valletti al Festival della Canzone Italiana abbiamo dovuto rinunciare.
Si, perché ognuno deve rispettare il proprio ruolo: e noi, preferiamo sbronzarci con il drinking game di Sanremo by #SorelleKermesse, che scendere dalla scala santa del Teatro Ariston.
Che fine faranno le sciacquette vallette?
Quale il destino della bionda e della mora?
Cassate.
Negli ultimi anni si sono alternate: Emma e Arisa, i mille volti di Virginia Raffaele che nemmeno “No One” di Trono di Spade, e quest’anno la regina della televisione italiana, Maria De Filippi che, non essendo valletta, (CHIARAMENTE) ma conduttrice assoluta co-conduttrice basta e avanza a Carlo Conti.

Durante la conferenza stampa, Maria De Filippi ha balenato l’ipotesi di valletti uomini (se state pensando:”si vabbeh c’era Gabriel Garko” dimenticatelo come abbiamo fatto tutti noi.)
Subito abbiamo fatto dei pensieri erotici pensato delle coppie di papabili BRAVI: contorno perfetto, al ricco piatto, succulento che vedremo tra qualche settimana…

Nuotatori (o gli sportivi)

Sanremo è una città affacciata sul mare e chi se non due tritoni dello sport italiano potrebbero tuffarsi sul palco dell’Ariston?  Luca Dotto e Luca Marin, al solo pensiero siamo già bagnati entusiasti.
                                                 

Due stelle azzurre come loro terrebbero alta, eccome, la tensione della kermesse e gli stilisti non dovrebbero nemmeno preoccuparsi di giacche, camicie e pantaloni: basterebbero degli slip!
Unico dubbio: sapranno articolare una frase di senso compiuto?
Forse possiamo sorvolare!

Cantanti

Basta con questi ripescaggi dal passato. Le mummie lasciamole al Cairo e puntiamo tutto sulle nuove generazioni. L’ha fatto anche la nostra amica moda Stefano Gabbana, che per il suo show ha scelto un esercito di Millenials. E allora chi se non Benji e Fede potrebbero svestirsi vestire il ruolo di valletti a Sanremo?
Due al prezzo di uno!

Modelli

Per chi invece è attaccato alle tradizioni ecco la categoria più usuale! Del resto i modelli sono come la maionese, si spalma su tutto sta bene un po’ con tutto. Molto bene, ecco.
Le casalinghe all’ascolto avranno da ridire, la scelta era ampia ma siccome l’articolo lo scrivo io decido io. Tiè.
Pietro Boselli e Alessio Pozzi. Una coppia vincente, due manzi prima scelta, due BRAVI ragazzi che piaceranno a mamme, figli.
  

Attori

Di combinazioni ce ne sarebbero a iosa… da Gasman ad Argentero, da Scamarcio a Pasotti, da Favino a Mastandrea. Così tanti nomi che sto già ballando il Meneito al pensiero, ma manteniamo la lucidità…
Rullo di tamburi, la coppia vincitrice di questa categoria è formata da: Marco Bocci e Giulio Berruti.
Mori, mediterranei e veramente BRAVI.

                                                 

Imprenditori

Se tutta sta ciccia non è stata di vostro gradimento ecco allora due baluardi del Made in Italy, due imprenditori nostrani, due pilastri di cultura che potrebbero fare la loro porca figura: Tomaso Trussardi e Matteo Marzotto.
Si, forse un tantino stagionati ma del resto, gallina vecchia fa buon brodo, soprattutto a Sanremo!

              

Per oggi ci fermiamo qui, ci teniamo alla salute dei nostri lettori e ci scusiamo se abbiamo DOVUTO utilizzare immagini shirtless, ma siamo per la bellezza acqua e sapone.
Nell’attesa di vedere chi si presenterà sul palco di Sanremo, non ci resta che fantasticare.

 

Commenti via Facebook

GcomeGiorgio

Dalla campagna cremonese a Milano, andata senza ritorno. Colleziono papillon e figure di m***a. Ho una buona parola per chi se la merita e tante cattiverie gratuite per tutti. Mi piace scrivere anche se il mondo potrebbe vivere senza dovermi leggere e dire la mia anche quando non è richiesta. Il mio animale guida è Simona Ventura: Crederci sempre arrendersi mai!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: