Harry Potter e la maledizione di Jack Thorne

Chi mi conosce sa che sono quattro i cardini fondamentali della mia vita: Britney Spears, Buffy, Veronica Mars e Harry Potter. Chi non mi conosce non lo sa, ma peggio per voi comunque.

rs_500x281-130905121231-tumblr_meba98o0iv1rfduvxo1_500

Britney Spears ha appena rilasciato un album grandioso (che vi consiglio vivamente di ascoltare e apprezzare altrimenti potete anche crepare), Buffy ci ha regalato sette indimenticabili stagioni e Sarah Michelle Gellar è sempre la più figa di tutte, Veronica Mars è approdato al cinema con clamoroso successo… e Harry Potter è più venduto anche della Bibbia, che ve lo dico a fare? Nessuno, e ripeto nessuno, di questi miei cardini era venuto meno finché non è stato annunciato che Harry Potter sarebbe approdato a teatro.

tumblr_m15g4lmtqc1qevgri

All’inizio ero super eccitatissimo, voglio dire: la possibilità di leggere nuovamente le gesta del mago più famoso di tutti i tempi (Merlino, fuck off)? Di emozionarsi nuovamente? Di piangere, ridere, vivere assieme alle storie di J. K. Rowling? Posso continuare all’infinito, eh.

Dicevamo, Harry Potter che torna al teatro, con una storia ambientata diciannove anni dopo la fine di Deathly Hallows: eccitazione a mille, io che mi strappo i capelli, che inizio a urlare expecto patronum in lungo e in largo, che prego l’iPhone di tornare in vita urlando lumos. E poi l’amara verità: J.K. Rowling, nonostante abbia accostato il suo nome allo spettacolo teatrale, pensa bene di calmare tutti dicendo che lei in realtà c’entra poco e niente. Che si, ha approvato la storia, ma che è perlopiù una fan-fiction ufficiale.

Insomma, due coglioni cara J.K.

gatto_si_lima_le_unghie

Poi l’annuncio che non solo Harry Potter and the Cursed Child sarebbe arrivato a teatro, ma che sarebbe approdato contemporaneamente in libreria: una versione raw dello script messa nero su bianco. Ma no, non è un romanzo, e anche se è specificato ovunque, le varie case editrici (da noi Salani) hanno comunque ben pensato di promuoverlo come l’ottavo romanzo di Harry Potter. Addirittura Goodreads, che querelerò a breve, si riferisce al titolo come Harry Potter and the Cursed Child – Parts One and Two (Harry Potter #8).

dztacbp

Il 24 Settembre come ogni fanboy che si rispetti arrivo in libreria all’alba (leggi: in una libreria ci lavoro, e il 22 avevo già il romanzo tra le mie mani) e ovviamente, nonostante le millemila perplessità, divoro le 368 pagine in pochissime ore.

giphy-15

Cara J.K. Rowling, io ti inseguirei anche in capo al mondo, ma mandami subito una GiraTempo e anche i 19,80€ del libro visto che ti trovi.

Ecco poche buone ragioni per cui, miei cari affezionati lettori di Harry Potter, vi sconsiglio di leggere La maledizione dell’erede.

ATTENZIONE: SPOILERS!

La maledizione delle fanfiction

Avete presente fanfiction.net? Ma soprattutto, esiste ancora? Credo proprio che quel furbastro di Jack Throne si sia salvato tutto l’archivio e abbia fatto un piccolo taglia e cuci dandogli il nome de La maledizione dell’Erede. No, dai, sul serio, alle scuole superiori scrivevo fanfiction anche io, ed erano pure molto meglio.

La ragione principale per cui ho sempre guardato con sospetto le fanfiction è appunto la scarsa qualità: tutti possono scriverle, non tutti sono bravi. Jack Thorne rientra in quest’ultima categoria. La trama di Cursed Child non ha né capo né coda, è un’accozzaglia di eventi in realtà anche abbastanza noiosi, inverosimili. Ecome se non bastasse Jack Throne ha dato vita ad un personaggio addirittura più odioso di Harry: suo figlio, Albus.

contempt

La coerenza è morta assieme a Voldemort

Una delle cose più belle della saga di Harry Potter è che J. K. Rowling ha costruito un mondo magico alternativo al nostro ma così reale e palpabile, grazie anche a tutte le minuziose logiche che lo regolano. In Cursed Child non ci sono regole: incantesimi buttati alla bell’e meglio, pozioni Polisucco che vengono preparate in due secondi, GiraTempo utilizzate senza logica… Tutti sanno fare tutto, anche i marmocchi, e nessuno sembra porsi il problema di come.

giphy-13

Voldemort ha un pene?

Non mi riprenderò mai dal fatto che Voldemort abbia avuto una figlia, da Bellatrix!!! E’ una di quelle cose che nella vita ti segnano, così come scopri che i tuoi genitori fanno sesso, o che Justin Bieber in realtà ha un pene e non una vagina. Parliamo del mago più temuto di tutti i tempi, senza naso peraltro (ma con un pene), asessuato, un po’ RuPaul versione serpentier: Colui-che-non-deve-essere-nominato ma che ha trovato il tempo di bombarsi Bellatrix. Ma come si fa?

cb67debcb3164429172fb6c9a02ed4c9

Che fine hanno fatto i characters?

In Cursed Child ritroviamo Harry, che boh, è incommentabile; Hermione è diventata più rimbambita di Luna; Ginny versione Desperate Housewife, Ron che è sempre lo stesso cretino, ma portato all’estremo, ad un livello paradossale. Draco che va beh, che ve lo dico a fare, fra poco finisce a sbaciucchiarsi con Harry and, last but not least, Minerva che Zia Yetta a confronto è più lucida.

Ci sono brevi cammeo di Piton, Mirtilla che mi sono piaciuti, lo ammetto, e poi le parti sdolcinate tra Harry e Silente che invece ho O-DIA-TO.

L’introduzione di Scorpius mi è piaciucchiata: mi è stato simpaticissimo sin da subito, volevo finisse a limonare con Albus come nella migliori delle fanfiction slash che si rispetti, ma Jack Thorne alla fine dovrà aver capito che stava osando troppo e ha tirato i remi in barca.

Ma vogliamo parlare della realtà alternativa in cui Cedric è un Mangiamorte? No. Va. Beh!

when-your-friend-asks-youre-going-finish-your-food

La verità è che l’unica maledizione che vedo è quella che Harry Potter and the Cursed Child rappresenta per la saga di J. K. Rowling: un insulso schiaffo in faccia a tutti coloro che Harry Potter se lo porteranno nel cuore per sempre. Always.

tumblr_inline_nmilfbwdit1tqw18p_500

Detto questo, prestissimo uscirà l’edizione illustrata da Jim Kay de La camera dei Segreti. Vogliamo parlare di quanto è bella? Awww.

14446138_10154514866428427_5899065156920936286_n

Commenti via Facebook

Cristiano Mars

Sono il gemello di Veronica Mars. In un'altra vita ero Mindy Lahiri, versione più magra. Ho (quasi) 28 anni, ma ne dimostro all'incirca 25, mentalmente anche di meno. Scrivo per passione e di ciò che mi piace.Leggo, ascolto musica e guardo serial come se non ci fosse un domani. Fanboy nell'anima.
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: