5 cose da sapere prima di partire per la Thailandia

Stacca dal tuo lavoro almeno per un po’,

la vita costa meno trasferiamoci a Bangkok!

È stato questo il mantra che mi ha accompagnato per dieci lunghi mesi, mentre aspettavo le ferie di questa pazza estate 2(kappa)17, destinazione Thailandia!
Programmato il volo, prenotati gli alberghi, stipulata un’assicurazione sanitaria che garantisse l’eventuale rimpatrio della mia salma in una bara rosa glitterata, ho contato i giorni per tutti questi lunghi mesi prima del viaggio.

Ora che sono finalmente tornato, con qualche kg di troppo, la pelle del colore di un Lindor e la stessa voglia di lavorare di Paris Hilton, come un turista navigato qualunque sono qui, per illustrarvi le cinque cose da sapere, fondamentali prima di un viaggio in Thailandia, questa magnifica nazione.

Mangiare sempre ed ovunque

In Thailandia si mangia dappertutto e non esiste ora di pranzo o cena perché i pasti si consumano senza orario definito. Troverete gente che vuole vendervi prelibati tocchetti di carne fritta o infilzata su spiedini ad ogni angolo di strada, magari con contorno di epatite A.
La cucina thai è piccante, tatuatevelo sulle scapole se vi interessa intraprendere un viaggio del genere. Ricordatevi che in Thailandia il “No spicy please” comporta comunque un’ustione di primo grado della cavità orale.

Ah dimenticavo, gli insetti…ci sono, li friggono, se li mangiano e qualcuno è pure buono! Altri fanno davvero schifo.

L’arte della contrattazione

È fondamentale contrattare sui prezzi. Ma in maniera pacifica e col sorriso, non come quando a Natale minacciavate vostra cugina ché non voleva cedervi Parco della Vittoria al Monopoly.
Qualsiasi bene o servizio che non preveda l’emissione di scontrino comporta questo simpatico gioco sul prezzo finale, ricordando la regola fondamentale: i turisti sono sempre ricchi.
Voi ci vedete un’affare pazzesco, il thailandese di turno ci vede

I ladyboy

Vi chiederete cosa ci sia di strano? Niente! In effetti è la totale naturalezza con cui la Thailandia abbraccia la scelta del cambio di sesso di queste persone che risulta disarmante per noi occidentali. I ladyboy si vedono praticamente dappertutto nel paese e svolgono una vita normalissima tra amici, lavoro ed impegni di varia natura.

Piove, ma poi tanto esce il sole!

Il Sud Est asiatico è un’area molto piovosa, specie in estate. Qualche turista potrebbe farsi spaventare ma non di certo voi dopo aver letto questa guida! Infatti le precipitazioni, anche se abbondanti, si limitano a qualche ora durante la giornata, garantendovi la possibilità di esplorare il paese.

Massage?

È la tipica parola che vi verrà urlata ad ogni angolo di strada, da suadenti ragazzine thai che escono dai centri massaggi come vespe da un alveare. L’arte del massaggio ha poco da vedere con i centri massaggi qui, dove l’italiano va in cerca di un po’ di “romanticismo”. Si parla di vere e proprie terapie per i vostri corpi stanchi dopo le lunghe e devastanti camminate.
Ovvio, qualcuno/a tenterà di proporvi un extra al termine del massaggio, sta a voi decidere se pagare accettare o meno!

Giunge così al termine la mia mini guida di sopravvivenza per un viaggio in Thai. Non mi resta che augurarvi un buon viaggio e… sawadika!

Commenti via Facebook
Mattefloxacin88

Mattefloxacin88

Mentre scrivo ho 29 anni e nella vitaguadagno il pane facendo l’infermiere. Di origini emiliane, faccio la mia apparizione dalla Riviera Adriatica circondato dalle acque come "Valeria Lo Spirito della Fonte", per arruolarmi tra i Ponza’s Angels. Mi batto affinché nessuna “trashata” rimanga nascosta o dimenticata. Sono portatore sano di Maniglie dell'Amore e di R moscia. Tra i miei superpoteri troviamo la capacità di dormire 2 ore a notte ma essere comunque fresco come una rosa ed una pazienza (quasi) infinita, gli altri li sto ancora sviluppando.
Mattefloxacin88
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: