Io sinceramente preferisco vedere le rughe dei pornoattori

Una delle principali notizie che ha sconvolto il mondo dell’interwebz la scorsa settimana è stata la chiusura da parte dell’FBI di Megavideo e Megaupload, due siti che permettevano rispettivamente di vedere video in streaming (principalmente film e telefilm) e di scaricare file (video, audio, ecc…).

La vicenda mi ha ricordato tanto, e con un po’ di nostalgia, la chiusura di Napster. Ora, se vi state domandando che cosa sia Napster, sappiate che la mia invidia è tutta per voi, perché vuol dire che siete così tanto più giovani di me da non ricordarvelo. Quando chiusero Napster, sembrava che tutti noi avremmo finito di scaricare mp3 gratis. E invece. Credo che da allora fino a oggi nessuno di noi abbia cominciato ad acquistare in modo compulsivo da iTunes.

La stessa cosa vale per Megavideo e Megaupload. I mezzi alternativi spunteranno come funghi nel giro dei prossimi giorni e nuovi modi di scavalcare la legge verranno inventati. Non è questo secondo me il modo più efficace per combattere la pirateria online, quanto piuttosto bisognerebbe offrire alternative legali, anche non gratuite, ma che siano accessibili a prezzi ragionevoli in rapporto alla qualità del servizio.

Che poi io davvero non riesco a capire come si faccia a vedere i film in streaming. La qualità è nella maggior parte dei casi davvero molto bassa. Io preferisco di gran lunga scaricare film, anche e soprattutto porno, in HD. Altrimenti se non si vedono le rughe dei protagonisti non c’è gusto.

[Messaggio per l’FBI: ovviamente quando in questo post si fa riferimento allo scaricare video e mp3 si vuole intendere esclusivamente file non coperti da copyright. Credeghe.]

Commenti via Facebook
Signor Ponza
Seguimi

Signor Ponza

Founder & Editor at Signor Ponza Blog
Sono bravo in molte cose, tra queste non c'è "scrivere bio".
Signor Ponza
Seguimi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: