Al distributore: bere per credere! (E non spaventatevi)

Dovete sapere che in questo periodo ho individuato numerosi nemici sulla strada che mi divide da qui all’estate. Carboidrati, fritti, grassi, dolci. Sto combattendo una vera e propria crociata personale con l’obiettivo di essere pronto per quell’appuntamento tanto atteso e che non nominerò, ma che preoccupa tutti nel momento in cui dovremo scoprirci in spiaggia davanti ad altre persone.

Non rientra nella lista dei nemici invece la Coca-Cola Zero che, come molti ormai sanno, contiene zero zuccheri e quindi può tranquillamente stringere amicizia con la nostra linea. Che poi la Coca-Cola Zero non solo è amica del punto vita, ma è anche molto buona, nonostante alcuni (autoproclamatisi) “intenditori” sono pronti a giurare che è tutt’altra cosa rispetto alla Coca-Cola classica. La differenza in termini di gusto in realtà è praticamente assente e sono sicuro che qualcuno di questi fantomatici “intenditori” avrebbe potuto essere tra i protagonisti di questo divertente esperimento/candid camera che è diventato uno spot: Bere per Credere!



A parte che io probabilmente sarei scappato via spaventato e per questo ammiro tutti quelli che hanno preso parte alla candid camera, gli studenti romani che sono stati “vittime” (che poi vittime… hanno avuto anche la Coca-Cola in omaggio!) di questo spot non avevano notato nessuna differenza pur bevendo la versione senza zucchero della bevanda più celebre del mondo. Quindi, anche nel caso in cui voi siate estimatori (o veri intenditori!) della tradizionale Coca-Cola, non abbiate paura né di perdere la linea, né di perdervi il gusto originale. Bevete per credere Coca-Cola Zero!

(E se incontrate un distributore che vi parla, niente paura. Potrebbe essere solo una pubblicità. In cui protagonisti siete proprio voi consumatori.)

Articolo sponsorizzato

Commenti via Facebook
Signor Ponza
Seguimi

Signor Ponza

Founder & Editor at Signor Ponza Blog
Sono bravo in molte cose, tra queste non c'è "scrivere bio".
Signor Ponza
Seguimi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: