636677.8dd5717.d2017444d5964f338385d63985e4c44b
Il blog del Signor Ponza

All I want for Christmas is GLEE

Con il Natale alle porte i palinsesti televisivi iniziano già ad essere infarciti di cinepanettoni e classici Disney. Per carità bellissimi (e in alcuni casi direi anche irrinunciabili) pero’ io sento che qualcosa manca.

Mancano gli speciali natalizi di una delle serie tv americane che hanno davvero lasciato il segno: Glee.

Nelle sue 6 stagioni Glee ci ha regalato 4 puntate speciali dedicate al Natale, spaziando dalle canzoni più tradizionali alle rivisitazioni pop, dagli inediti ai consueti mashup.

Io ho messo in fila 7 performance tra le più ICONIC, ma vi consiglio comunque di rivederle tutte (o anche di ascoltarle, anche se non è esattamente la stessa cosa).

Mary’s little boy child

Nella stagione 5 con l’ennesimo casting per lo spettacolo di Natale arriva la sfida tra Tina, Marley e Unique. Ci regalano una scelta totalmente inaspettata: Mary’s Little Boy Child dei Boney M. Non esattamente una superhit. Impressionante come si siano ispirati al video originale per questo pezzo disco. E Unique outstanding come sempre!

You’re a mean one Mr Grinch

Se anche voi come Sue Sylvester non amate il Natale (ma come si fa? io non capisco) troverete la sua interpretazione del Grinch illuminante. Chiaramente nella sua opera di distruzione del Glee Club le si addice benissimo il ruolo del mostro verde che vuole cancellare il Natale.

Let it snow!

Nelle puntate natalizie Kurt e Blaine ci regalano sempre un bel duetto, ma per qualche strano motivo la chimica che normalmente c’è tra i due piccioncini viene a mancare. Anche nella loro rivisitazione del grande classico Let it snow (che nell’arco di 70 anni hanno cantato un po’ il cane ed il porco) mancano il momento tanto atteso, ovvero quel del bacio a stampo. Peccato! Perchè invece questo ambiente in bianco e nero molto anni 50 ci piace tanto.

Extraordinary Merry Christmas

Io ammetto di essere sempre stato un grande fan dei duetti tra Blaine e Rachel, le loro voci insieme funzionano alla grande. E infatti è a loro che nella 3a stagione viene cucito addosso l’inedito Extraordinary Merry Christmas, una canzone natalizia poppissima che grida Svezia da tutte le parti. Inutile dire che è stata scritta e prodotta da un team sforna hits che ha al suo attivo Miley Cyrus, Backstreet Boys e Ace of Base.

All I Want for Christmas is You

Poteva forse mancare la regina di tutte le canzoni natalizie? Quel capolavoro che dal 1994 ad oggi garantisce il vitalizio a Mariah Carey? Ovviamente no. Viene spolverata con un arrangiamento leggermente diverso e viene data in regalo alla voce più sottovalutata di Glee, ovvero Mercedes. Lei ne da una versione che la Mariah del 2017 nemmeno si sogna più (poverina, sfiatata più di un termosifone ad aprile).

My Favorite Things

Nella puntata iconica della 3a stagione un nuovo numero in bianco e nero vede Kurt, Blaine, Rachel e Mercedes confrontarsi con un classico di Broadway tratto da “The Sound of Music” e interpretato in originale da Julie Andrews. Le quattro voci e la coreografia ne fanno uno dei pezzi più piacevoli in assoluto tra le varie canzoni natalizie proposte. (Noi in Italia siamo stati abituati ad una vergognosissima “Le cose che piacciono a me” in Tutti insieme appassionatamente, quindi per questo Natale magari riguardatelo in inglese che sicuramente ci guadagnerà!)

Last Christmas

Non potevo chiudere senza citare l’unica canzone di Natale che riesce a tenere testa a Mariah. Ovvero la hit di platino degli Wham! che dal 1986 allieta centri commerciali, radio, televisioni e lavatrici. Per GLEE è la nostra beniamina Rachel ad interpretarla. Lei come un po’ in tutte e sei le stagioni riesce a darne una versione donnamerda come nessuno mai. Dà quel tono di sconsolato, triste e disperato che ci fa sentire meno soli nella nostra costante lotta alla sfiga, anche a Natale.

 

Commenti via Facebook

claussibraun

Milanese espatriato, vivo a Bruxelles. Parlo almeno 3 lingue al giorno, ma non sempre le stesse. Delle volte sogno anche coi sottotitoli.
Eurovision Song Contest connoiseur, le 5 presenze in loco fanno da garanzia. Viene da se che amo la musica pop, magari anche un po’ baraccona ed appariscente. Una canzone uptempo con un key change, un ventilatore e dei lustrini e sono contento. Se la canzone è svedese, sarò vostro per la vita.
Annunci

Comments (1):

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: