#AskFabry s02e01 – Coppia aperta, sifilide certa

È ricominciato un po’ tutto: gli studenti sono tornati sui banchi di scuola ad incidere citazioni di Moccia, le vigilesse sono tornate a sfogare le loro avioprivazioni sugli automobilisti, la mia amica Federica è tornata in farmacia a prendere il Mom perché si è presa ancora le piattole. Insomma, immancabile come un nuovo album di Rihanna in autunno, torna anche la vostra rubrica preferita delle pagine di questo blog. Comincio questa prima puntata con l’introdurre le innumerevoli novità che questa stagione porta con sé. In primo luogo mi piacerebbe rendere il pubblico sovrano il più partecipe possibile, e siccome siete voi a mandare avanti la baracca scrivendomi ad [email protected], da questo momento avrete anche voce in capitolo nel prestare soccorso a chi chiede il mio nostro aiuto. Per questo motivo in ogni post vi sarà data la possibilità di esprimere la vostra opinione tramite un sondaggio,avanguardia pura. Non è che possiamo venire a casa vostra a chiedervi cosa fareste, non siamo a Lucignolo. E poi il sondaggio allunga una cifra il post che sembra che io abbia scritto i papiri. Con queste premesse vi do il benvenuto nella nuova stagione di#AskFabry, e ricordate sempre che uno, gli errori grammaticali ci sono per vedere se siete attenti, due, questa è una poracciata e va presa per tale. Ma basta parlare di me, qual è la domanda di oggi?

Ciao Fabry, sono un tuo assiduo lettore e anche se non mi segui più su twitter non posso smettere di leggerti: sei come una droga e devo ingoiare ogni tua singola parola per quanto acida essa sia!
Ho un problema, tra i tanti, mi sono fidanzato da poco. Bello certo, ma diciamocelo la monogamia non fa per me! Ho provato in tutti i modi a convincere il mio lui che aggiungere un terzo o un quarto ad uno dei nostri appuntamenti galanti poteva essere un’esperienza interessante, ma niente da fare non vuole! So che tu con la tua profonda esperienza saprai consigliarmi!
T.

Sono basito. Ma la domanda qual è? Dico subito una cosa: coppie aperte all’ascolto, siete liberissime di professare il vostro credo, e io sono liberissimo di demolirvi. I commenti a fondo pagina sono qua per questo, usateli ché è un po’ che nessuno mi augura la morte.

Per rispondere alla domanda del nostro amico abbisognamo di capire cosa sia una coppia aperta. Ho chiesto a mia madre perché non mi sentivo ferrato sull’argomento e mi ha risposto così: “La coppia aperta è una scema che lava le mutande di suo marito e va a lavare pure quelle degli altri. Perché l’è una pora crista (Perché è una povera crista n.d.t.). Bene, quindi la coppia aperta è una coppia che apre le porte di casa, e anche un po’ le cosce, alle altre persone? Temo di sì. Ma è giusto vivere una relazione aperta?

ASSOLUTAMENTE NO.

E siccome mi piace motivare le mie opinioni e argomentarle da un punto di vista democratico, vi spiego come la penso io.

Dal punto di vista medico – sanitario, avere tanti partner non solo favorisce lo sviluppo di herpes genitale, ma provoca anche un forte stress per l’impegno che necessita gestire una relazione con più persone. Io faccio già fatica a trovarne uno che mi sopporti e che voglia consumare con me i materassi Eminflex, pensare di cercarne altri mi fa venire un’ansia che ciao. Ma poi, dove le pescate tutte queste persone che vogliono trombravi? Sono io che sono cesso? No, non dovete rispondere. Avere relazioni aperte non solo fa male alla salute ma ti fa terra bruciata intorno: fare le troie non va più di moda da quando Carrie si è sposata con Mr. Big, chiaro? Io cercherei di vivere la mia storia serenamente, oppure se la voglia di saltare di letto in letto come Serena Cecilia van der Woodsen proprio non mi mollasse non mi fidanzerei nemmeno con qualcuno. Caro Tommaso, (Mi piace pensare che ti chiami così), ai sentimenti altrui non ci hai pensato? Ma i gomitoli di tristezza che deve avere quel povero ragazzo che ti sta a fianco? Non sei Broke Logan, basta di fare la troia! Ci sono persone che non hanno nemmeno mezzo fidanzato e la gente muore di fame di cazzo e tu sprechi il cibo in questo modo. Non ho parole.  Mi sto anche arrabbiando che adesso mi escono i commenti razzisti su qualche regione italiana a caso. Comunque no, la coppia aperta non porta a niente di buono. Ti ritroverai con una malattia venerea, solo come Cristina Quaranta, con la nomea da zoccola supertop come quella di Nicole Minetti e tornerai su questo blog a piangere per non aver seguito i miei consigli. E io allora ti guarderò con fare saccente e ti dirò: “Te l’avevo detto, solo la Britney può permettersi certe cose.”

E voi cosa consigliereste al nostro amico? La coppia aperta funziona o è solo un’allucinazione collettiva? Rispondete al sondaggio e non dimenticate di mandarmi le foto dei vostri gatti per lo speciale appuntamento con #CatFabry di cui parleremo più avanti. E adesso, votate!

NDSP: Fabry è tornato dalle ferie prolungate, ma l’attesa è valsa la pena. L’italiano mettetecelo voi. Dopo aver votato il sondaggio, non dimenticatevi di votarci ai MIA 2012 seguendo le istruzioni che trovate in questo post. Ricordatevi inoltre che Fabry ha un blog, un account Twitter e un ricco archivio di vecchi #AskFabry. Per cui avete altri due modi per fargli pervenire il vostro amore (o il vostro odio). E comunque concordo al 200% con la sua visione sulla coppia aperta.

Commenti via Facebook

Fabry

Livelli di egocentrismo da denuncia penale. Sto zitto solo quando dormo e ascolto solo quando si parla di me.
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: