#AskFabry s02e05 – Romeo’s Anatomy

Mentre pianificavo il mio Capodanno, che a giudicare dall’ultimo estratto conto al massimo potrò passare a Pieve Fissiraga, mi chiama il Signor Ponza per dirmi che ha bocciato la mia richiesta di ferie e che quindi siamo qua a lavorare. Sento odore di vertenza sindacale, ma non stiamo qua a fare i comunisti che mangiano i bambini e fanno sesso con i preti, abbiamo un sondaggio da chiudere. La settimana scorsa, forse quella prima, parlavamo di persone che sono fan del pene ma mettono mi piace alla vagina, e vi chiedevamo: come dire alla tua amiche che il suo fidanzato è finocchio?  “Non è gay, è solo molto sensibile” vince con il 46,66% dei voti, chiaro sintomo che è universalmente riconosciuta la delicatezza d’animo degli omosessuali. Il secondo posto è occupato invece da “Amore, anche se fosse etero porta le Hogan“, quindi nessun napoletano ha votato questo sondaggio, mentre la medaglia di bronzo spetta a “Sua cugina mi ha detto che era in prima fila da Madonna“, e qua non commento nemmeno.

Anche questa puntata rimaniamo nel mondo G.A.Y. e andiamo in soccorso di un amico che ha seri problemi nel trovare l’anima gemella. Come se non avessimo parlato abbastanza dell’argomento.

Caro Fabry,

complimenti per la trasmissione e tutto quanto, vorrei venire subito al dunque per esporti il mio problema: non riesco mai a cavare un ragno dal buco su Grindr, Gay Romeo e cose del genere. Avvicino solo persone squilibrate e quando credo di aver trovato qualcuno di interessante, o spariscono o si rivelano fidanzati o sposati. Ma cosa devo fare per trovare uno normale? Grazie della tua saggezza!

E.

Caro Ettore, è così che ti chiami nella mia testa oggi 01/11/12, grazie per la tua lettera. Grazie per avermela scritta tipo due mesi fa e aver atteso la risposta nel momento più propizio. The time is now, quindi tirate fuori il blocco per gli appunti perché vi faccio lo studio sociologico sui Social Network Gay.

Per prima cosa un appunto sulla definizione: chiamarli social network a me ha sempre provocato grasse risate, cosa c’è di sociale nello sfogliare foto di manzi e/o mutande ripiene di pacchi? Nel senso, un’implicazione di tipo sociale ce la posso anche trovare, se consideriamo abbassarsi le mutande una pratica sociale. A volte mi piace considerarla beneficenza, ma questa è un’altra storia. Ci sarebbero migliaia di cose da dire riguardo questi siti, io mi limiterò a elencare i comportamenti più comuni riscontrati nelle mie (E in quelle dei miei amici, che ringrazio per la stesura di questo post) innumerevoli ore passate online. Ci tengo a chiarire che si tratta di uno studio sociologico, e che pertanto ha una certa valenza culturale e vi pregherei anche di considerare l’elevata erudizione con la quale affronterò l’argomento.

Che cerchi?

Ma che bella domanda. Cosa cerco? Ma razza di ammasso di muscoli e testosterone, sono due ore che mi mandi le foto dei tuoi pettorali, dei tuoi bicipiti, del tuo glande e delle tue natiche. Potrei eseguire una visita andrologica a distanza e mi chiedi anche cosa cazzo cerco? Cerco una relazione seria, con il tuo pene. E non mi fate nemmeno menzionare il disprezzo verso quelli che scrivono “Non ho perso niente, non chiedetemi cosa cerco”. Ma andate a farvelo mettere al culo in Nigeria.

Astenersi primedonne, solo maschili.

Detto da HitMeOneMoreTime80, BimboKattiv090 o ancora da MarrytheNIGHTx ha un certo peso, vero? Ma come ti permetti di pensare che qualcuno con un po’ di amor proprio non ti mandi affanculo in direttissima? Sento odore di profumo di Britney Spears, quando hai finito di intossicarti con Midnight Fantasy vai a giocare a La bella addormentata nelle dark room.

Ciao. Ciao.

– Ciao.

– Ciao.

– Da dove?

– Milano.

– Voglio chiavarti.

– C’era prima tuo padre, chiedigli se ti fa passare avanti.

Non cerco sesso.

Occupano un posto speciale nel mio cuore i quarantenni, magari un po’ scherzi della natura, che non battono chiodo da anni e che ti approcciano con richieste di relazione. Due ore a parlare della loro ultima relazione, Mussolini era ancora capo del Governo, e poi la fatidica domanda: “Ti va di andare in motel?”. Forse non ho capito bene. Tu mi hai prosciugato l’esistenza con l’importanza della storia seria, la vita basata sui sentimenti, le possibilità di crescere con una persona accanto, e poi mi chiedi di fare la visita proctologica? Muori malissimo.

Se ti fai leccare i piedi ti do cinquanta euro.

E non solo, se mi usi come tavolino te ne do altri trenta. Non ho parole.

Insospettabile bsx sposato cerca amico ospitale.

“Pronto? Ciao Chiara, avevo una cosa da dirti. Hai il computer a portata di mano? Apri il link nella mail che ti ho mandato, quello non è il pene del tuo fidanzato? Ho riconosciuto le piastrelle del bagno. Sì ok, richiamami pure dopo.” TRUESTORY.

Solare, frizzante e toro (non solo di segno)

Ma non mi dire, sei solare? Frizzante? Hai una fonte perpetua di Ferrarelle nel culo? E quel riflesso cos’è, l’impianto fotovoltaico della tua fronte? E aspetta che mi riprendo dal ridere, che sei toro non solo di segno. Oddio ti prego, questo è il mio numero, usciamo ASAP.

E guarda, caro Ettore che come sai potrei andare avanti all’infinito. Decido che questo post ha bisogno di una seconda puntata, perché dobbiamo ancora parlare di quelli che si vestono da donna, dei motociclisti, e soprattutto degli amanti della gomma.

PS: Ce l’hai un account su Twitter? Guarda che funziona meglio di Grindr, e puoi anche testare subito le capacità grammaticale della gente, pensaci!

E poi c’è una cosa che io avrei da chiedervi, ma non ce l’avete un ragazzo carino da presentarmi? Non chiedo tanto, non sono nemmeno difficile di gusti. Vorrei tanto trovare l’anima gemella, qualcuno che magari non voglia trasferirsi all’estero, qualcuno che mi voglia volere bene forever. Volete darmi una mano? Ecco, allora dite ai vostri amici carini di partecipare al primo reality del blog del Signor Ponza: Fabry’s Next Big Dick Boyfriend! Partecipare è facilissimo, basta inviare una breve descrizione di sé alla mail [email protected], scrivete qualcosa di voi, cosa vi piace fare, quanti soldi avete sul conto corrente. Insomma, colpitemi. Ma assolutamente non mandate vostre fotografie, perché come in ogni reality di successo che si rispetti, la prima frase è costituita dalle Blind Auditions. E io poi non vorrei innamorarmi del primo pettorale che vedo. I giudici di questo reality già li conoscete, sono gli stessi autori di questo blog, Signor Ponza, AnnabelleFilodrama e Ariel. A loro il compito di trovarmi il ragazzo perfetto, e a voi quello di farmi innamorare regalandomi tonnellate di vestiti di H&M made by Anna Dello Russo.

NDSP:  Siete pronti a inviare le vostre candidature per il reality show dell’autunno? Noi giudici stiamo scaldando le sedie girevoli, voi scaldate le mail e inviate tutto il necessario a [email protected] Nel frattempo, se volete conoscere meglio Fabry ricordatevi che quest’ultimo ha anche un blog, un account Twitter e un ricco archivio di vecchi #AskFabry. Per cui avete altri due modi per fargli pervenire il vostro amore (o il vostro odio). Inoltre potete inoltrare le vostre domande per le prossime puntate di #AskFabry all’indirizzo [email protected]

Commenti via Facebook

Fabry

Livelli di egocentrismo da denuncia penale. Sto zitto solo quando dormo e ascolto solo quando si parla di me.
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: