Let The Music Play! I migliori brani delle drag di RuPaul Drag’s Race

Greetings, Earthlings. My message for i lettori del Signor Ponza is really quite simple…

Come state? Passato un bel Capodanno? Ma tanto non mi interessa, quindi astenetevi pure dal rispondere. In compenso, vorrei inaugurare questo 2017 con un nuovo post sul magico mondo di RuPaul’s Drag Race, dato che ormai siete sempre più numerosi a seguirlo. Questa volta però non vi parlerò di outfit, lipsync o extravaganza, bensì di convergenza.

Quando si parla di industrie culturali (come appunto quella televisiva), con “convergenza” si intende, citando Henry Jenkins, ‘il flusso dei contenuti su più piattaforme, la cooperazione fra più settori dell’industria dei media e il migrare del pubblico alla ricerca continua di nuove esperienze di intrattenimento’. Sento già i vostri occhi ruotare verso il cielo, ma oh, l’esame di Economia dei Media dovrò sfruttarlo in qualche modo, eh.

Una volta finito Drag Race, soprattutto senza aver neanche vinto, le bollette vanno comunque pagate. E come cercano di passare da un media all’altro le nostre amate queen? Rilasciando canzoni, più o meno di successo, più o meno di qualità. Oggi voglio presentarvi alcune tra le migliori uscite del franchise di RuPaul, in nessun ordine particolare, con niente da invidiare alla categoria BIG della scena mainstream pop internazionale.

1. RUPAUL – RESPONSITRANNITY

Non potevo non incominciare con Mama Ru herself. Se tutti conosciamo Sissy That Walk, Glamazon o The Realness, forse questa canzone rimane un po’ meno nota, sebbene sia stata usata (in versione remix) per la prima stagione di All Stars. Dal testo alla produzione, si qualifica senza ombra di dubbio come mia personale canzone preferita della discografia di Ru.

2. MANILA LUZON – HOT COUTURE

Probabilmente la prima canzone di una delle Queen di Drag Race a essere entrata nella mio mp3. Nonostante Manila non risulti a tutti simpatica (me in primis), se questa canzone fosse stata rilasciata da una Katy Perry qualunque, sarebbe stata al #1 in tutte le classifiche mondiali. Momento ideale per ascoltarla: tragitto da casa vostra alla discoteca, sentendovi regine della notte.

3.  SHANGELA – WERQIN’ GIRL (PROFESSIONAL)

Halleloo, bitches! Forse tra le più iconiche queen uscite da Drag Race, Shangela non poteva non rilasciare canzone altrettanto iconica. Ideale per fare le pazze in ogni momento della giornata, ma anche per ricordare al vostro capo che YOU’RE A PRO. Vi consiglio di cercare su Youtube qualche esibizione di Shangela su questa canzone, ma mi raccomando, incollate bene la vostra parrucca sulla testa perché potrebbe volare via fino in Qatar.

4. TATIANNA – THE SAME PARTS

Rivelazione della seconda stagione di All Stars, Tatianna aveva già presentato per la prima volta questo pezzo nel primo episodio, in occasione del Talent Show. Grazie a Dio misericordioso e potente, The Same Parts è stato poi remixato e reso una canzone vera e propria. Vorrei girarci intorno, ma è decisamente un inno alla troiaggine. Cause baby what u see…

5. ADORE DELANO – I CANT LOVE YOU

Forse la più talentuosa, musicalmente parlando, nella storia di Drag Race. Più che essere un Queen che canta, è un cantante che lo fa in drag. E questa è un po’ la canzone che non ti aspetti, perché il fatto che sia una drag queen a cantarla non significa che debba essere per forza una caciara.

6. ALASKA THUNDERFUCK – COME TO BRAZIL

E a proposito di caciare, ecco il capolavoro. Inno alle 3 parole più famose del Web, la Regina dei Serpenti, nonché vincitrice della seconda stagione di All Stars, questo pezzo è una delle cose più geniali partorite da una partecipante dello show EVER. Mettetevi tutti in fila che parte la conga!

7. ADORE DELANO feat. ALASKA THUNDERFUCK – I LOOK FUCKIN’ COOL

All’inizio non volevo includere questa canzone, più che altro perché ho già presentato pezzi di Adore e Alaska, ma sapete una cosa? It’s my post, AND NOT YOURS, e quindi eccoci qua. Probabilmente tra le mie canzoni preferite EVER e decisamente quella da far partire quando vuoi sentirti tanto bella troia e magari sei anche NERA e PIENA e vuoi soltanto fregartene di quello che pensano gli altri perché you look fucking cool. Party!

8. RU PAUL feat. ALL STARS 2 TOP 4 – READ U WROTE U

Cosa succede quando le quattro finaliste di All Stars 2 uniscono le forze per il finale di stagione? L’ARTE. Cioè, Mozart who? Alaska (SI ANCORA LEI MA LA AMO OK???), Detox, Katya e Roxxxy con l’accompagnamento di Ru, ci offrono quello che, a mio parere, dovrebbe essere l’inno di tutte le nazioni del mondo. Così pazzesco che anche la parte imbarazzante di Boxxxy Mandrews diventa subito iconica.

9. SHARON NEEDLES – CALL ME ON THE OUIJA BOARD

Inizio subito con darvi il motivo definitivo per cui dovete amare questa canzone: è ispirata (anche) ad Alphabet di Amanda Lear. E no, non è una battuta. Queen Sharon Needles, ha infatti ammesso di essersi ispirata a una serie di canzoni, tra le quali Call Me di Blondie, Telephone di Lady Gaga feat. Beyoncé e, appunto, Alphabet. Se potete, date un’occhiata al videoclip della canzone, dove Sharon ricrea in drag alcuni tra i più iconici film dell’orrore, da IT a Poltergeist, da Omen a L’esorcista.

10. WILLAM – TROUBLE

Willam è più spesso conosciuta per le sue parodie, tra le quali la per sempre iconica Boy Is A Bottom (insieme a Detox e Vicky Vox). Eppure tra le sue canzoni ce ne sono anche di originali che fanno gridare al PAZZESCO! Trouble è tra queste. Certo, magari non sarà una riflessione approfondita del conflitto israelo-palestinese, ma per sbattersi da una parte all’altra della camera e/o pista da ballo è sempre più che adatta.

Queste 10 canzoni sono solo un piccolo assaggio alla vastità del mondo musicale di Drag Race per cui, nonostante le consideri tra quelle più interessanti, ho deciso di essere immensamente buono con voi. Ecco quindi una playlist allargata con queste 10 e molto di più.

Proposito per il 2017? BE FIERCE. Quindi vi abbandono che devo andare a fare voguing sui mobili della cucina… now let the music play!

 

[amazon_link asins=’B00ILZDOBI,B00U10BH2O,B01G47LCP4,1681881810,B01FU9ET0W’ template=’ProductCarousel’ store=’signorponzaco-21′ marketplace=’IT’ link_id=’2d2ab259-d400-11e6-8581-4f7467917f55′]

Commenti via Facebook
Sebs

Sebs

Studente di cinema sardo trapiantato a Bologna. Tra i miei interessi rientrano le serie tv, le drag queen e la continua lotta contro il regime patriarcale. Rispondo anche al nome di Alaska Thunderfuck o Trixie Mattel, but you can call me Joanne.
Sebs
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: