636677.8dd5717.d2017444d5964f338385d63985e4c44b
Il blog del Signor Ponza
Natale

Le 10 più brutte canzoni di Natale di sempre

Basta melassa, basta a Natale siamo tutti più buoni: le feste sono una cosa seria e ancor di più lo sono le canzoni di Natale. Non dimentichiamo infatti che, per ogni mutuo estinto da Mariah Carey a fine anno, c’è un’Irene Grandi che con i soldi del disco natalizio non riesce a pagare neanche l’abbonamento a Netflix. Oggi ci immergiamo proprio nel lato buio delle playlist da ascoltare sotto il vischio: cantanti più o meno famosi (e più o meno cantanti) che hanno deciso di buttarsi nel redditizio mondo della musica di Natale, fallendo però miseramente. Dieci brutte canzoni di Natale che faranno emergere il Grinch nascosto in ognuno di noi.

1) “Jingle Bells” e “White Christian” di Christian De Sica

Un po’ furbo lo è stato davvero Christian De Sica quando, obbligato a ospitate televisive extra per promuovere il suo film senza regista, ha deciso di sfruttare l’occasione per pubblicizzare anche il suo disco di Natale. La perla di Merry Christian (requisito fondamentale di ogni brutto disco di Natale: il gioco di parole) non è però l’ansiogena Jingle Bells che ha cantato un po’ ovunque. Il vero capolavoro è White Christian, il pezzo che chiude l’album e riporta di prepotenza De Sica nel mondo dei cinepanettoni. Ascoltare per credere:

2) “Last Christmas” di Crazy Frog

Prima del Pulcino Pio, prima del gattino Virgola (che pure di Natale ne sa qualcosa) e perfino prima di Ed Sheeran, Crazy Frog è stato l’antesignano dei fenomeni così fastidiosi da fare il giro e diventare di clamoroso successo. E se Axel F è riuscita nella titanica impresa di impedire ai Coldplay di raggiungere la #1 inglese – segno che non tutto il male viene per nuocere – impossibile resistere al richiamo di una canzone natalizia con video scemo e CGI d’annata.

3) “Natale Italiano” di Anna Tatangelo

Se pensate che il rimpianto più grande di Anna Tatangelo sia essersi tatuata Gigi sull’inguine, evidentemente non conoscete Natale Italiano: un orrendo brano metà natalizio e metà latino (❗) per il cinepanettone di Massimo Boldi (⁉️), scritto da Giovanni Caccamo (‼️) . Bailando Bailandò!

4) “Wale (Buon Natale)” dei dARI

Che i dARI fossero geni del male già lo sapevamo. Potrebbe invece esservi sfuggito che, pur di capitalizzare il successo della loro unica hit, nel 2008 hanno pubblicato un remix natalizio di Wale (Tanto Wale): il risultato è identico all’originale, a parte nuove meravigliose rime Wale / Natale.

5) “The Prayer” di Cristina D’Avena e una bambina che preferisce restare anonima

Prima di trasformarsi in popstar scala classifiche, Cristina D’Avena pubblicava e ripubblicava lo stesso disco di Natale ottenendo al massimo una residency / a / I Fatti Vostri. Nella tracklist di Magia di Natale, oltre a un’improbabile cover di All I Want For Christmas, c’è anche la versione italiana di The Prayer: il duetto tra Andrea Bocelli e Celine Dion diventa qua una conversazione tra Suor Cristina e una povera bambina costretta ad assecondarne i deliri religiosi.

6) “Asereje Christmas Version” delle Las Ketchup

L’unico motivo per cui una canzone perfetta come Aserejé è finita in una lista del genere è che il remix natalizio è un’occasione sprecata che non rende giustizia né al Natale né alle Las Ketchup senza Danny Losito. Semplicemente dei fastidiosi campanellini sopra la versione originale: perfino Paola & Chiara erano mille(anni)luce avanti.

7) “Macarena Christmas” dei Los Del Rio

Tutt’altro investimento invece per la versione natalizia della Macarena, che può contare perfino su un video nuovo di zecca. L’idea è tanto semplice quanto geniale: gli stessi ritmi brasiliani odiati da tutti ma con i cori a tema natalizio (“Joy to the world, joy to the world”, “Jingle bells, jingle bells!”, “Piano piano, buono buono!”).

8 )”Baby It’s Cold Outside” di Mina e Fiorello

La canzone di Natale preferita di Vincenzo Mollica, un po’ meno dal resto del mondo.

9) “Do They Know It’s Christmas?” del Glee Cast

Do They Know It’s Christmas?, la canzone di Natale brutta per eccellenza, reinterpretata da chi per mestiere rovina canzoni: sorrisi e buoni sentimenti da un cast di Glee ancora incensurato. Quelle belle invece le trovate qua (giuro, non è un link vuoto).

10) “We Wish You A Merry Christmas” di Claudio Baglioni

Pensate a una canzone scoppiettante come We Wish You A Merry Christmas e mettetela in mano a un uomo capace di concepire la definizione “sagrestano di un Festival 0.0”: che sarebbe stato un Sanremo difficilissimo avremmo dovuto immaginarlo già quando Claudio Baglioni riuscì a rendere deprimente perfino un disco di Natale.

🎄Bonus Track 🎄

Almeno a Natale non spariamo sulla Croce Rossa:

Commenti via Facebook

Maxxeo

Mi chiamo Matteo (ma vorrei mi chiamaste Carlo) e non vivo a Milano. Ho dieci anni più di quanti ne aveva Anna Tatangelo quando vinse Sanremo e qualche taglia in più di Monica Leofreddi. Scrivo per il Signor Ponza fondamentalmente perché come logopedista di Tea Falco ho fallito.
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: