Buon anno fratello, buon anno davvero

Il 2009 sta per finire e lo ricorderò come l’anno del sorpasso di Lady Gaga ai danni di Michael Jackson nella mia classifica degli artisti più ascoltati su Last.fm. A proposito, approfitto dell’occasione per proclamare ufficialmente The Fame Monster miglior album dell’anno.

Tornando alla classifica, il povero Michael (pace all’anima sua) è stato anche superato da quel gruppo di ragazzini scapestrati del cast di Glee, che approfitto per proclamare ufficialmente mio nuovo telefilm preferito.

Domani partirò alla volta della Svizzera per celebrare il Capodanno e soprattutto per girare il seguito di Capodanno a Trans. Per chi non sapesse di cosa parlo, può cliccare qui.

Oggi poi mi è venuto in mente che ogni anno, sulla Smemo, scrivevo nella pagina dell’1 gennaio il testo della canzone “Buon Anno” di Lorenzo. E siccome alla fine il mio blog è il mio diario personale versione più figa, vi lascio il testo come augurio (che poi sul diario dovevo copiarlo a mano, mentre qui mi basta fare copia e incolla). E ve lo lascio alla fine così se non ve ne frega niente, potete anche smettere di leggere qui.

Buon anno fratello buon anno davvero e spero
sia bello sia bello e leggero
che voli sul filo dei tuoi desideri
ti porti momenti profondi e i misteri
rimangano dolci misteri
che niente modifichi i fatti di ieri
ti auguro pace risate e fatica
trovare dei fiori nei campi d’ortica
ti auguro viaggi in paesi lontani
lavori da compiere con le tue mani
e figli che crescono e poi vanno via
attratti dal volto della fantasia
buon anno fratello buon anno ai tuoi occhi
alle mani alle braccia ai polpacci ai ginocchi
buon anno ai tuoi piedi alla spina dorsale
alla pelle alle spalle al tuo grande ideale
buon anno fratello buon anno davvero…
che ti porti scompiglio e progetti sballati
e frutta e panini ai tuoi sogni affamati
ti porti chilometri e guance arrossate
albe azzurre e tramonti di belle giornate
e semafori verdi e prudenza e coraggio
ed un pesce d’aprile e una festa di maggio
buon anno alla tua luna buon anno al tuo sole
buon anno alle tue orecchie e alle mie parole
buon anno a tutto il sangue che ti scorre nelle vene
e che quando batte a tempo dice andrà tutto bene
buon anno fratello e non fare cazzate
le pene van via così come son nate
ti auguro amore quintali d’amore
palazzi quartieri paesi d’amore
pianeti d’amore universi d’amore
istanti minuti giornate d’amore
ti auguro un anno d’amore fratello mio
l’amore del mondo e quello di Dio…

Commenti via Facebook
Signor Ponza
Seguimi

Signor Ponza

Founder & Editor at Signor Ponza Blog
Sono bravo in molte cose, tra queste non c'è "scrivere bio".
Signor Ponza
Seguimi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: