7 canzoni che forse non sapevate fossero di Daniele Magro

Classe 1989, una partecipazione al talent show più figo di Italia prima che diventasse fighetto, un diamante grezzo finalmente al massimo del proprio splendore: Daniele Magro è ormai diventato uno degli autori più apprezzati della musica italiana. Le potenzialità c’erano fin dai tempi di X Factor, quando arrivò con sette anni di anticipo su Meghan Trainor o quando provò a entrare a Sanremo con il brano che poi portò Chiara Civello, ma soltanto negli ultimi anni la sua stella ha iniziato a splendere sul serio. In attesa di vederlo il prossimo anno sul palco dell’Ariston (la sua «Cuorearmato» è tra le più credibili candidate a Sanremo Giovani 2018), vi segnaliamo sette canzoni di sette star della musica italiana che forse non sapevate avesse scritto proprio Daniele Magro.

«L’amore non mi basta» di Emma

Ricordate l’album Schiena di Emma? Bene, se vi è piaciuto dovete ringraziare (anche) Daniele Magro. Della tracklist originale del disco infatti Daniele ha scritto ben tre canzoni: «1, 2, 3 (Fiorella)» e i due singoloni «L’amore non mi basta» e «Trattengo il fiato». Il bottino complessivo ammonta a un disco d’oro e uno di platino, risultati eccellenti per due brani usciti alla fine del ciclo vitale del disco e tra i più grandi successi mai scritti da Daniele. 👑

«Il rimedio la vita e la cura» di Chiara

Il fortunatissimo sodalizio tra Daniele Magro e Chiara Galiazzo è iniziato tre anni fa con «Un giorno di sole» ed è proseguito anche nell’ultimo album della cantante, che si apre proprio con la sua «Il cielo». Agenti atmosferici a parte, il capolavoro della coppia è senza dubbio «Il rimedio la vita e la cura», canzone tanto bella da farsi perdonare l’ambiziosissimo titolo. Notevole anche il protagonista del video, la star di Sirene Luca Argentero.

«Fidati ancora di me» di Alessandra Amoroso

Se Vivere a colori ha segnato in qualche modo la rinascita di Alessandra Amoroso il merito non è solo di Elisa. Anche in questo disco c’è infatti lo zampino di Daniele Magro, che ha firmato prima «Avrò cura di tutto» e poi il suo ultimo singolo «Fidati ancora di me». Di quest’ultima esiste anche una  versione live cantata proprio da Daniele sulla sua pagina Facebook.

«Come un’ora fa» di Giusy Ferreri

Daniele ha mosso i primi passi nella seconda edizione di X Factor, proprio mentre fuori dal talent il fenomeno Giusy Ferreri raggiungeva il suo apice. Il percorso dei due è tornato a incrociarsi pochi anni fa in occasione del best of di Giusy: per lei Daniele Magro ha firmato «Come un’ora fa», il secondo estratto da Hits dopo la fortunatissima «Volevo te».

«A passi piccoli» di Michele Bravi

Facile salire sul carro di Michele Bravi dopo «Il diario degli errori», un po’ meno crederci nel periodo buio tra X Factor e il trionfale Sanremo. Il primo vero album di Michele, lanciato senza troppa convinzione a metà 2014, non è stato propriamente un successone. Questo nonostante i brani fossero scarti di firmati da nomi altisonanti come Tiziano Ferro, Giorgia, Luca Carboni, Federico Zampaglione e perfino James Blunt. In mezzo a tutte queste star fa capolino anche Daniele Magro, che per il disco ha scritto «A passi piccoli»: è proprio questo brano a dare il titolo all’intero album di Michele.

«Tutto l’oro del mondo» di Noemi

Se per le classifiche ha segnato l’inizio della fine di Noemi, per i suoi fan – e per i fan della buona musica in generale – Made In London è senza dubbio il miglior disco della rossa. Merito è anche di «Tutto l’oro del mondo», una delle poche canzoni dell’album a non essere stata scritta da Noemi e occasione decisamente mancata per vincere il Sanremo di quell’anno, l’Eurovision e tutti i dischi d’oro del mondo.

«Proteggiti da me» di Marco Mengoni

La canzone che Daniele Magro ha scritto per Marco Mengoni è forse una delle meno note tra quelle di questo post. Non che Marco sia nuovo alle collaborazioni con giovani autori: mesi fa abbiamo parlato del sodalizio con Ermal Meta e dei tanti singoli nati da questa unione. Daniele invece è la penna dietro a «Proteggiti da me», uno degli inediti nascosti in Marco Mengoni Live: chissà che un giorno, magari con qualche remix, non diventi singolo. Lo meriterebbe.

Una newsletter al mese, non di più. Iscriviti gratis!

 

Commenti via Facebook

Maxxeo

Mi chiamo Matteo (ma vorrei mi chiamaste Carlo) e non vivo a Milano. Ho dieci anni più di quanti ne aveva Anna Tatangelo quando vinse Sanremo e qualche taglia in più di Monica Leofreddi. Scrivo per il Signor Ponza fondamentalmente perché come logopedista di Tea Falco ho fallito.
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: