10 canzoni che forse non sapevate fossero di Ermal Meta

Ermal Meta è la vera rivelazione dell’ultima edizione del Festival di Sanremo: ha dovuto provarci ben quattro volte ma oggi è finalmente riconosciuto come un vero cantautore e non più soltanto un autore al servizio di artisti ben più famosi. Per anni ci hanno detto che ha scritto le più belle canzoni degli ultimi tempi, per anni ci hanno detto essere richiestissimo dai nomi più prestigiosi del panorama italiano. Troppo spesso però si sono dimenticati di fare titoli e nomi. Ci pensiamo noi: abbiamo raccolto le dieci canzoni più rappresentative di Ermal Meta, pescando tanto dai grandi successi quanto dalle collaborazioni più nascoste. Ci sono belle sorprese.

“Io ti aspetto” di Marco Mengoni

Il sodalizio tra il cantante di maggior successo degli ultimi dieci anni e Marco Mengoni è iniziata nel 2013, quando Ermal Meta ha scritto il testo di Pronto A Correre sulla musica preconfezionata di Mark Owen. Nello stesso album c’erano due brani decisamente più belli scritti interamente da Ermal, 20 sigarette e Natale senza regali. Il vero boom però è arrivato nel 2015, quando insieme a Mengoni stesso Ermal ha scritto la mega hit Io ti aspetto e una buona metà di Parole In Circolo: Invincibile, La neve prima che cada, Ad occhi chiusi, La nostra estate, Le cose che non ho e Nemmeno un grammo. When will Mogol Battisti?

“Occhi profondi” di Emma

Nonostante sia forse il sodalizio più conosciuto (e pubblicizzato), quello tra Ermal Meta ed Emma Marrone è anche uno dei più recenti. Da zero a cento: le uniche due canzoni che le ha scritto, Occhi profondi e Arriverà l’amore, sono state scelti come singoli apripista dell’album Adesso.

“Un cuore in due” di Francesca Michielin

Il singolone che non ce l’ha fatta Un cuore in due (già una delle canzoni che forse non sapevate aver scritto Federica Abbate) in realtà non è la prima collaborazione tra Ermal Meta e Francesca Michelin: una delle prime prove da autore di Ermal è stata proprio Un nuovo nome per il primo disco di Francesca. Se la proprietà transitiva quindi non ci inganna Ermal Meta è una scoperta di Simona Ventura.

“Non so ballare” di Annalisa

Prima di cadere nelle grinfie di Kekko Silvestre e dei piatti da buffet, Annalisa ha partecipato a Sanremo 2013 con due brani: uno di questi era Non so ballare, scritta proprio da Ermal Meta e che ha dato nome al suo terzo album di inediti (in cui la penna di Ermal compare a più riprese).

“Vieni con me” di Chiara

La collaborazione più fortunata tra Ermal Meta e Chiara è senz’altro Straordinario, il brano che le è valso un quinto posto a Sanremo e un inaspettato disco di platino. Prima di questo e perfino prima di Stardust però Ermal le aveva già salvato la carriera una prima volta scrivendole Vieni con me, diventata poi colonna sonora degli spot TIM. Altro che All Night.

“Luce che entra” di Lorenzo Fragola

Un paio di album track in 1995 e poi Luce che entra e Scarlett Johansson, due canzoni di Lorenzo Fragola che per motivi a noi sconosciuti non sono diventati i tormentoni della scorsa estate.

“Sempre sarai” di Moreno e Fiorella Mannoia

Il caso più clamoroso perché Sempre sarai, canzone scritta per Moreno e poi cantata insieme a Fiorella Mannoia, è stata incisa anche da Ermal. Si trova nel suo primo disco solista Umano con il nuovo titolo A parte te ed è stata estratta anche come singolo l’estate scorsa. Ve la ricordate al Coca Cola Summer Festival?

 

“Dimmi cosa sogni” di Jessica Brando

Le cose si fanno serie: Ermal partecipa a Sanremo nel 2010 con la sua band La Fame di Camilla. Quello stesso anno nella sezione Nuova Generazione c’è anche Jessica Brando con una canzone scritta da Valeria Rossi, la meravigliosa Dove non ci sono ore, ma ritardi nella scaletta la fanno slittare a dopo mezzanotte e lei che è minorenne deve cedere il suo posto a un filmato delle prove. Alla fine non vincono né Jessica né La Fame Di Camilla, ma sarà proprio Ermal a firmare Dimmi cosa sogni, brano che dà nome al primo e unico disco di Jessica.

“Femmina” di Francesco Sárcina

Sono parole forti, me ne rendo conto, ma Francesco Sárcina ha inciso anche belle canzoni. Femmina, primo singolo dell’omonimo album, potrebbe essere una di queste e porta ovviamente la firma di Ermal Meta.

“All’improvviso” degli Zero Assoluto

Nel periodo buio tra il pazzesco Perdermi e l’ancor più pazzesco Di me e di te, gli Zero Assoluto hanno pubblicato un album ingiustamente passato inosservato: il primo singolo era All’improvviso, scritto insieme al nostro Ermal Meta.

E poi ce ne sono tantissime altre: 21 Grammi di Fedez, un’avventura con Giusy Ferreri (Qualunque vita è straordinaria), Francesco Renga (Era una vita che ti stavo aspettando, Il bene, Una scritta in grassetto che nessuno leggerà perché giustamente stiamo parlando di Francesco Renga), gli amici sanremesi Sergio Sylvestre (Big Boy, No Goodbye), Alice Paba (Parlerò d’amore) ed Elodie (Una strada infinita), le promesse non mantenute in cui continuiamo a credere Antonella Lo Coco (Ti amavo per sempre) e Ilaria Rastrelli (My Name). Solo una però resterà nella storia:

Commenti via Facebook

Maxxeo

Mi chiamo Matteo (ma vorrei mi chiamaste Carlo) e non vivo a Milano. Ho dieci anni più di quanti ne aveva Anna Tatangelo quando vinse Sanremo e qualche taglia in più di Monica Leofreddi. Scrivo per il Signor Ponza fondamentalmente perché come logopedista di Tea Falco ho fallito.
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: