636677.8dd5717.d2017444d5964f338385d63985e4c44b
Il blog del Signor Ponza
Fare Biscotto

Che cosa vuol dire “biscotto”?

Alla fine il biscotto non c’è stato. Italia – Irlanda è finita 2-0 e Spagna – Croazia 1-0.

Noi Italiani abbiamo questo vizio di dare colpe ad altri che sarebbe solo nostre. Evocare inutili sospetti, noi che in Italia trucchiamo le partite e siamo campioni di calcioscommesse.  E quindi ora via con i caroselli, i clacson, le vuvuzelas e i tricchettracche. Chi si ricorda più del biscotto. Io sono d’accordo con chi dice che ce lo saremmo meritati, il biscotto.

Ma che cosa significa “biscotto”? Perché si dice così?

Il dizionario ci segnala:

Biscotto. s.m. Piccolo dolce secco e croccante di varie forme che ha come ingredienti farina, zucchero, burro, uova con aggiunta di vari aromi

Oppure:

Biscotto. agg. Cotto due volte, biscottato.

Altrimenti, in nostro aiuto arrivano gli amici di Arte e Salute (?).

L’espressione “fare il biscotto” significa infatti imbrogliare, trasgredire un regolamento per il proprio tornaconto. Un comportamento truffaldino che viola certamente lo spirito sportivo ma che non per questo è punibile o facilmente smascherabile. L’accordo tra due squadre ai danni di una terza può infatti essere tacito e ottenuto anche manovrando ciascuno a insaputa dell’altro. Deriva dall’ippica dove in gergo rappresentava l’atto di truccare una corsa somministrando a un cavallo sostanze proibite spesso impastate appunto in un biscotto.

Ma forse non tutti sanno che c’è un ulteriore significato del termine biscotto, sul quale mi ha illuminato qualche anno fa un mio amico francese che giocava a rugby. In inglese si chiama “soggy biscuit“. Non vi dirò molto, perché se scendessi nei particolari il Signor Google mi metterebbe tra i siti cattivi e pornografici come Xtube e Pontifex. Vi basti sapere che il gioco prevede un biscotto, un gruppo di ragazzotti in salute e con tanta voglia di darsi al mondo e una corsa contro il tempo per non arrivare ultimi. Se siete curiosi e di stomaco forte, potete farvi una cultura su Wikipedia.

E’ quindi chiaro che, al di là della tradizionale immagine del biscotto inteso come dolciume, lo stesso termine può assumere significati molti amari. Ed è anche chiaro che quando questo blog assume questo taglio divulgativo, non ce n’è per nessuno. Piero Angela, levati! (cit.)

Commenti via Facebook
Signor Ponza
Seguimi

Signor Ponza

Founder & Editor at Signor Ponza Blog
Sono bravo in molte cose, tra queste non c'è "scrivere bio".
Signor Ponza
Seguimi
Annunci

Comments (8):

  1. Roberto ®

    20 giugno 2012 at 21:34

    O_o ovviamente la curiosità è stata troppo forte e ho consultato santa Wiky…
    Che dire… la rivincita di chi ha sempre sofferto di eiaculazione precoce 😀

    Rispondi
    • Signor Ponza

      25 giugno 2012 at 12:03

      Ci sono sempre dei lati positivi in tutte le cose, ne sono convintissimo. Chiamatemi Polyanna.

      Rispondi
  2. Pier(ef)fect

    20 giugno 2012 at 22:10

    in effetti ancora non avevo capito cosa significasse XD
    Piro Angela va a fare il tuo soggy biscuit se ancora ce la fai u.u

    Rispondi
  3. Niko70

    20 giugno 2012 at 22:46

    Oh, My Gosh… yes… soggy is an adjective used to indicate something particularly wet and thus wet.
    Baaaad meaning here… have a nice day 🙂

    Rispondi
    • Signor Ponza

      25 giugno 2012 at 12:10

      Le mie colazioni non sono più le stesse da quando lo so!

      Rispondi
  4. MatteoG

    21 giugno 2012 at 11:32

    Il biscotto se lo dovrebbero ficcare in un posto tutti quelli che hanno subito pensato che l’avrebbero organizzato ai nostri danni. Perché c’hanno la mentalità italiana. Tutti pronti a pensare che ci avrebbero fregato (perché noi eccome se l’avremmo fatto).

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: