636677.8dd5717.d2017444d5964f338385d63985e4c44b
Il blog del Signor Ponza

Ciabatta e calzino non sono una leggenda metropolitana

Il PNZA World Tour 2012, tutt’ora in corso, mi ha permesso di condurre un’attenta e precisa indagine sociologica per individuare le principali caratteristiche dei diversi popoli in vacanza al mare.

Italiani: hanno la tendenza a farsi notare e farsi sentire. Si fanno notare per usi, costumi e tatuaggi. Si fanno sentire perché il tono di voce che usano è superiore, in termini di decibel, a quello di un rave party. Se hanno superato i 50 anni, non possono fare a meno di presentarsi in spiaggia con una bella (e leggera) parmigiana di ordinanza.

Inglesi: pur trovandosi in località di villeggiatura con spiagge e mare a pochi passi, preferiscono trascorrere la giornata in piscina, dove è possibile riconoscerli per il loro tipico colorito bianchiccio e la t-shirt sempre indosso quando fanno il bagno. La mia personalissima definizione di “classy”.

Tedeschi: loro sono fermi agli anni ’80, come dimostrano le meches che alcuni uomini germanici si ostinano a fare. Anche le donne hanno pettinature che gridano “Girls Just Wanna Have Fun” da ogni singola doppia punta. Immancabile la ciabatta col calzino, che (purtroppo) non è una leggenda metropolitana.

Greci: vedi alla voce “Italiani”. Sostituire la parola “parmigiana” con la parola “moussaka”.

Croati: non pervenuti. O meglio, non facilmente distinguibili. D’altronde che cosa ti puoi aspettare da un popolo che ha le spiagge di cemento?

La lista è senza dubbio incompleta e spero possa essere aggiornata, a cominciare dalle prossime tappe del PNZA World Tour 2012. So che non aspettate altro.

Commenti via Facebook
Signor Ponza
Seguimi

Signor Ponza

Founder & Editor at Signor Ponza Blog
Sono bravo in molte cose, tra queste non c'è "scrivere bio".
Signor Ponza
Seguimi
Annunci

Comments (14):

    • Signor Ponza

      23 agosto 2012 at 14:24

      Versione greca del calciatore che sta per tornare al Milan?

      Rispondi
  1. Gab

    23 agosto 2012 at 12:21

    vorrei aggiungere il mio umile contributo alla voce FRANCESI: quella della baguette non è una leggenda metropolitana. avvistata donna di classe in metro con una baguette senza sacchetto che le usciva dalla birkin. fantastico.

    Rispondi
    • Signor Ponza

      23 agosto 2012 at 14:26

      Meglio che esca dalla Birkin che da sotto l’ascella, con tanto di aromatizzazione

      Rispondi
  2. Roberto ®

    23 agosto 2012 at 18:01

    Ogni volta che ne vedo uno, ringrazio di non essere nato e cresciuto in Germania… Oribbili!! 😀

    Rispondi
    • Signor Ponza

      23 agosto 2012 at 21:36

      Quando Dio ha distribuito il senso del buon gusto, ha accuratamente evitato la Germania.

      Rispondi
  3. Memole

    23 agosto 2012 at 22:05

    Alla truppa aggiungerei gli Olandesi. Di solito seguono questo algoritmo: [(padre+Madre)+∑]ⁿ = ± ∞, dove ∑ sono i figli, che sono sempre ≥ 3, ed ⁿ = numero di famiglie che girano insieme, sempre ≥ 2. Quindi se fisicamente sono come i tedeschi, il loro numero è sempre troppo.

    Rispondi
  4. gmdb

    24 agosto 2012 at 11:25

    I tedeschi al mare li riconosci pure dal fatto che la mattina del loro arrivo sono di un biancore abbacinante mentre per il resto della vacanza, se non sono al pronto soccorso, vanno dal rosso aragosta al violetto ecchimosi 🙂

    Rispondi
      • Signor Ponza

        25 agosto 2012 at 12:03

        Mi ci sono voluti anni e anni di studi per giungere a questa dettagliata classificazione

        Rispondi
    • Signor Ponza

      25 agosto 2012 at 12:02

      Sì, anche se per questa particolare caratteristica potrebbero a volte confondersi anche con gli Inglesi 😀

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: