“Cinquantadue”: il racconto a puntate online scritto dagli utenti

Ho avuto dei grossi problemi nel trovare l’incipit giusto a questo articolo. L’unica cosa che mi viene da dire è “Wow, cazzo, sono su Signorponza!”.

Ecco, superato il problema dell’incipit, voglio parlarvi di una delle mie ossessioni, scoperta durante l’estate 2016. E no, non sto parlando di Stranger Things.

L’ossessione di cui vi sto parlando è interamente made in Italy e si chiama “Cinquantadue” (https://medium.com/@52_official). Non si tratta dell’ennesima serie web low cost, ma di un racconto collettivo online a puntate. Ogni singolo appuntamento – intitolato in maniera asettica “Episodio 1”, “Episodio 2” e così via – è molto breve e si legge all’incirca in 2-3 minuti.

La cosa particolare di questo progetto è che ogni puntata è scritta da un autore diverso. A corredo della storia c’è anche un’illustrazione e, anche in questo caso, le mani sono diverse in ogni episodio.

1b

La storia, molto drama e abbastanza gay (anche se non dichiarato dagli autori del progetto), è ambientata a Milano e ruota attorno alla disavventura di due amici, Alessandro e Lorenzo, alla ricerca dell’identità degli assassini del loro migliore amico Luca, ucciso in seguito a un’aggressione durante una serata in giro per la capitale lombarda. In questa vicenda si aggiungono anche due figure ambigue e coinvolte nell’omicidio: Roberto, dal passato misterioso e collegato a tutti i protagonisti della vicenda – morto incluso – e un non meglio identificato “uomo con il fedora”.

La stesura dei singoli episodi è gestita da un insieme di regole che vengono condivise esclusivamente con gli autori al momento dell’adesione. Far parte degli autori è molto semplice e si può aderire in tre modi diversi:

  • Twittare “Voglio scrivere l’episodio N di @52_official, specificando – al posto della N – il numero dell’episodio che si vuole scrivere;
  • Scrivere un messaggio privato alla pagina Facebook (https://www.facebook.com/cinquantadueofficial/) di Cinquantadue;
  • Inviare un messaggio all’indirizzo [email protected], mettendo come oggetto il numero dell’episodio che si vuole scrivere.

Verrà selezionato soltanto il primo utente che manderà uno di questi tre feedback. Il numero dell’episodio indicato, ovviamente, dovrà corrispondere a quello immediatamente successivo all’ultimo pubblicato. L’autore scelto verrà contattato per scrivere l’episodio e riceverà le regole da rispettare affinché la storia mantenga comunque una sua coerenza.

Il progetto, al momento, ha il difetto di essere un po’ frammentato a causa degli stili diversi dei vari autori. Ciò che invece lo ha reso valido ai miei occhi, facendolo diventare la mia nuova ossessione, è la missione – forse involontaria – del progetto: la creazione collettiva.

6

Trovo affascinante l’idea di creare qualcosa di collettivo in Rete, in un periodo in cui siamo ormai abituati a catfight infinite e sterili dove ognuno marca il suo territorio, pisciando verbalmente per delimitarlo dall’altro ed estraneo.

Chissà se qualcuno in futuro vorrà farne una mini-serie o stamparlo in forma cartacea. In quel momento diventerebbe la mia ossessione definitiva. Nel frattempo scrivete il seguito che qua Alessandro e Lorenzo devono ancora darsi una mossa nelle indagini!

Commenti via Facebook

robdiraffaele

Mi chiamo Roberto, ho il baffo, ma non faccio televendite. Di giorno faccio il Social Media Manager per una casa di moda italiana. Nelle restanti ore mi trovate sparso su alcuni blog o a ingozzarmi di carboidrati in qualche osteria di Reggio Emilia.

Latest posts by robdiraffaele (see all)

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: