636677.8dd5717.d2017444d5964f338385d63985e4c44b
Il blog del Signor Ponza
House Of Cards Ultima stagione Robin Wright Kevin Spacey

Cinque serie tv a cui diremo addio nel 2018

È arrivato febbraio: molte serie tv sono tornate in onda dopo la sfiancante pausa natalizia e nuovi pilot hanno fatto i loro debutti in queste settimane. Insomma, la stagione televisiva è ufficialmente ricominciata a pieno regime.

Purtroppo però, come ogni anno, alcune serie storiche ci saluteranno, celebrando così la loro ultima stagione. L’anno scorso, ad esempio, abbiamo dovuto dire addio per sempre a serie come Orphan Black, Girls, The Leftovers e Black Sails.

Dopo avervi parlato di cinque nuove serie che sono iniziate quest’anno, oggi vi parleremo di altre cinque che invece ci saluteranno per sempre in questo 2018.

House Of Cards

Quando andò in onda con la sua prima stagione nel febbraio 2013, House Of Cards diede inizio a quel percorso che ha portato Netflix ad essere oggi un collosso mondiale dello streaming. Purtroppo con questa stagione finale la serie porterà con sé inevitabilmente anche un brutto ricordo. House Of Cards ha ripreso da poco la produzione, dopo che Kevin Spacey (Frank Underwood) è stato estromesso dal cast a seguito delle accuse di molestie sessuali (abbiamo parlato del caso Weinstein vi abbiamo parlato qui). Robin Wright (Claire Underwood) sarà la protagonista principale dell’ultima stagione la cui messa in onda è prevista entro la fine del 2018.

Scandal

Già in onda con la sua settima e ultima stagione, Scandal nel 2012 si rivelò un altro colpo vincente messo a segno da Shonda Rhimes dopo l’immenso successo di Grey’s Anatomy. Il political drama con protagonista Kerry Washington ha cementato ancora di più il successo della nostra Shonda, facendola diventare la regina del giovedì sera della televisione americana grazie al suo brand “TGIT” (Thank God It’s Thursday). Il series finale di Scandal andrà in onda negli Stati Uniti il 19 aprile.

Veep

La pluripremiata comedy della HBO ci darà addio nel 2018 con la sua settima stagione. La produzione della serie è stata però posticipata di alcuni mesi per permettere alla protagonista Julia Louis-Dreyfus, di riprendersi dalla cure ricevute in questi mesi per i suoi problemi di salute. A settembre del 2017, infatti, il giorno dopo aver vinto il suo sesto Emmy come migliore attrice in una comedy aveva dichiarato che le era stato diagnosticato un cancro al seno dal quale sembra si stia riprendendo al 100%.

Love

La tormentata storia d’amore tra Mickey e Gus, protagonisti di Love, ci saluterà dal 9 marzo su Netflix con la terza e ultima stagione. La serie con protagonista Jillian Jacobs e Paul Rust è prodotta da Jude Appatow, creatore insieme a Lena Dunham di Girls. Andata in onda  a partire dal 2016, Love ci ha deliziato con la sua toccante love story rivelandosi una delle serie più interessanti sul tema tra quelle prodotte in questi ultimi anni.

The Originals

The Originals è uno di quei pochi casi dove uno spin-off riesce a diventare più interessante della serie originale. Nato come spin-off di The Vampire Diaries, la serie sulla famiglia Mikaelson creata da Julie Plec, si concluderà questo aprile con la sua quinta stagione. Anche se non sarà mai ai livelli di True Blood, The Originals ha saputo difendersi bene nel corso degli anni, merito della presenza di un cast e di personaggi molto più interessanti della “serie madre”.

[button color=”blue” size=”normal” alignment=”center” rel=”follow” openin=”newwindow” url=”https://www.signorponza.com/5-serie-tv-reboot-revival/”]5 serie TV che meritano un reboot[/button]

Commenti via Facebook

Wilfred

Nel 2007 mi resi conto che potevo seguire con estrema facilità, la programmazione americana delle mie serie tv preferite, senza dover aspettare mesi o anni per vederle in tv. Praticamente è stato l'inizio della fine.
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: