Coinquilini As Folk, la nuova serie tv delle reti Mediaset

Non so voi quanto siete bravi con la matematica. Io me la cavo. Cioè fino alla terza superiore ero un genio, poi è arrivata una professoressa cagna che spiegava la matematica tanto efficacemente quanto Maria De Filippi che spiega il pongoregolamento di Amici e la mia media si è abbassata.

Ma sto divagando.

Dicevo: voi siete bravi con la matematica? Perché un Roberto Formigoni che si veste con queste camicie, arriva a 60 anni ancora zitello, ma soprattutto ha un “COINQUILINO”, tale Alberto Perego, a me dà da pensare. Anche perché a casa mia 2+2 fa gay. Ma siccome, appunto, negli ultimi anni in matematica sono peggiorato, potrei sbagliarmi (mi stavo rivolgendo agli avvocati di Formigoni, se mai passassero su queste pagine).

E vorrei anche ricordare, non molto tempo fa, la storia dell’allora Ministro Giulio Tremonti e del suo amico, nonché braccio destro, Marco Milanese. I due convivevano nella casa di quest’ultimo. Anche qui, io vedo una semplice addizione che perfino la mia professoressa di matematica del liceo sarebbe stata in grado di spiegare.

E’ rilevante la vita privata di un politico? Probabilmente non lo sarebbe così tanto se le persone in questione non fossero schierate in prima fila a favore della famiglia tradizionale, contro qualsiasi tipo di riconoscimento di diritti per le coppie “non tradizionali”. Si tratta di illazioni? Forse, ma un personaggio politico dovrebbe essere sempre trasparente, anche riguardo la sua vita privata.

Il problema in Italia è che nemmeno il grande partito che dovrebbe rappresentare il centro-sinistra si fa carico di queste battaglie. E se negli USA c’è Barack Obama che si dichiara a favore dei matrimoni gay, costringendo il candidato repubblicano ad aprire alla possibilità di adozioni per le coppie dello stesso sesso, da noi abbiamo Pierluigi Bersani che si affretta a ribadire che di matrimoni non se ne parla nemmeno.

Paradossalmente, il problema del PD non è tanto di contenuti, ma quanto quello di non avere un leader in grado di imporre la propria agenda. Perché a Berlusconi non è mai interessato dirsi a favore dei matrimoni gay, ma se solo fosse stato per qualche motivo nel suo interesse, sarebbe stato in grado di convincere gli Italiani che anche un matrimonio tra un uomo e un’aspirapolvere è cosa buona e giusta.

Quindi? Quindi in Italia manca il coraggio. Manca a Formigoni, manca a Tremonti, manca a Bersani, manca al cosiddetto centro-sinistra, ma manca anche a tutti noi.

Commenti via Facebook
Signor Ponza
Seguimi

Signor Ponza

Founder & Editor at Signor Ponza Blog
Sono bravo in molte cose, tra queste non c'è "scrivere bio".
Signor Ponza
Seguimi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: