Consigli per una pazza giornata in pigiama #3: It’s October, bitches

Carissimi, lo devo confessare, vi ho un po’ trascurato perché sono uscita spesso in questo periodo ma mai più capiterà di avere una vita sociale, chiedo perdono.

Bando alle ciance, ecco i miei suggerimenti per le vostre, come sempre, pazzissime giornate a casa:

1) CHVRCHES a palla e dance like nobody’s watching

È uscito da poco Every Open Eye, il nuovo album dei CHVRCHES. Le sonorità della band sono sempre le stesse ma pur essendo questo un lavoro molto simile al precedente, i CHVRCHES sono riusciti a creare un’opera matura, divertente e per nulla monotona. Pur avendolo già ascoltato un milione di volte non mi ha ancora stancato. Le mie preferite per farmi sentire super fierce? Clearest Blue, Make Them Gold e Playing Dead.

Se vi serve un motivo in più per amare questa band, qui sotto trovate una loro cover pazzesca di What Do You Mean? di Justin Bieber. (Canzone che tutti noi segretamente amiamo).

2) Le serie tv estive imprescindibili: Sense8 e Mr. Robot

Se a differenza mia avete passato l’estate tra un mojito sulla spiaggia e un limone al chiaro di luna, forse non avete ancora visto le due serie bomba di questa stagione appena passata. Mi pare quindi il momento giusto per far partire un bel recuperone da “Addio, mondo. Addio, vita”.

Sense8 è una serie Netflix dei Wachowski. Racconta di otto sconosciuti sparsi per il mondo connessi da uno strano potere; ogni tanto compare anche Sayid di LostSayid, mi manchi. Sense8 si prende sul serio ma fa anche un sacco ridere e ogni tanto ci piazza qualche notevole scena hot.

Mr Robot è la serie top dell’anno e qualsiasi parola a riguardo è superflua. La dovete guardare e basta.

[sopra: Cutiepie e Sociopatia, i soprannomi non ufficiali dati dalla sottoscritta al protagonista di Mr. Robot]

3)  Prepararsi all’imminente Natale 2015

L’anno scorso io, Ilalicious ed Emily Valentine abbiamo fatto una gitarella da Ecliss il 26 di ottobre. Ecliss è un negozio di design milanese che per le feste natalizie si trasforma e diventa uno dei posti più magici della città. Non è mai troppo presto per prepararsi al Natale e a tutte le cose belle che porta con sé; in fondo state parlando con una che tiene le luci natalizie appese al letto per tutto l’anno. Teniamo quindi d’occhio il countdown ufficiale, spammiamo le gif giuste qua e là, facciamoci tatuare un alberello sul polso e cose così. Non esageriamo però, questa è solo la fase preliminare, le canzoni natalizie solo tra un paio di settimane, mi raccomando.

[sopra: uno tra i film più belli della storia del cinema, del mondo e dell’universo. Da guardare almeno una volta al mese, anche in estate]

4) Castagne e zucca. Zucca e castagne.

Non credo esista cosa che più mi piaccia delle castagne e della zucca. Se potessi mi ciberei solo di questi due alimenti fino alla fine dei miei giorni. Proprio per questo motivo ottobre è uno tra i miei mesi preferiti ed è anche il mese in cui occorre adoperarsi per mangiare zucca e castagne come se non ci fosse un domani.  Ogni volta che passo accanto a un venditore di castagne sul ciglio della strada gli darei tutti i miei soldi per potermi poi abbuffare di caldarroste fino a stare male. Per non parlare delle mille varianti della zucca: zucca al forno, zucca in padella, crema di zucca, risotto alla zucca, Kit Kat Pumpkin Cheesecake… Coraggio, tirate fuori il Carlo Cracco che è in voi, preparatemi della zucca e invitatemi a cena.

5) Sentimenti sempre e comunque

Per l’angolo “Ahimè, purtroppo abbiamo dei sentimenti” vi voglio consigliare un film e una canzone.

  • Me And Earl And The Dying Girl è un film su due ragazzini appassionati di cinema e una ragazzina malata di cancro. Lo stile è un po’ Wes Anderson, un po’ Michel Gondry e la storia sulla carta vi ricorderà certamente The Fault in Our Stars BOOM CLAP. Pur non avendo apprezzato proprio tutto in questo film, devo però ammettere di aver pianto una valanga di lacrime da un certo punto in poi. Me And Earl and The Dying Girl gioca con i nostri sentimenti come il ragazzo che ci piace da morire che si comporta da stronzo con noi. Fa male ma non potete non amarlo, anche solo un po’.

E poi Earl è troppo un figo.

  • L’amore è un poco matto è una canzone di Rita Pavone. Ho ascoltato questo brano per la prima volta mentre andavo in macchina verso Piacenza con le mie collegucce di lavoro ed è stata un’illuminazione. Rita ci sta parlando. Sì, proprio a noi e alla nostra vita sentimentale senza senso. Quanta saggezza nelle parole di questa canzone e quanto struggimento. Facciamoci un piantino.
  • [♫ L’amore ha preso il volo e zitto zitto, solo solo, è corso via, se è colpa mia o colpa tua, ma chi lo sa, l’amore è matto e se ne vaaaaaaaaaa ♫ ]

Commenti via Facebook

Chiarameeel

Sono nata in una città su un fiume ma non sono Dawson Leery. Lavoro nel magico mondo della televisione e nel tempo libero mi strafogo di caramelle, rifuggo dai sentimenti e punisco i criminali in nome della luna. Spero un giorno di poter coronare il mio più grande sogno: diventare una idol della tv coreana e vivere a Seul con mio marito Jake Gyllenhaal e due pinguini di nome Apatia e Disagio.
Ho un'unica certezza nella vita: Taylor Swift ci salverà tutti.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: