636677.8dd5717.d2017444d5964f338385d63985e4c44b
Il blog del Signor Ponza

Donna d’Onna e la sagra dello sviso

Esce “Donna d’Onna”, il singolo scritto da Gianna Nannini e cantato da tutte le Amiche per l’Abruzzo (Gianna Nannini, Laura Pausini, Giorgia, Fiorella Mannoia e Elisa) che servirà a raccogliere fondi per l’Abruzzo, appunto. Ascoltatelo.

Parliamone.

Siccome quando uscì “Domani 21.04.09”, c’era qualcuno che osava lamentarsi della presunta bruttezza di quel pezzo, che io invece reputo molto carino (pur non trattandosi di un capolavoro), per questa cosa immonda mi aspetto che la gente come minimo scenda in piazza. Ok, è per beneficenza, quindi probabilmente lo comprerò pure io, ma quasi non si può ascoltare, soprattutto alla fine quando partono gli svisi alla Divas (questo video guardatelo perché è l’essenza dello sviso). E lo dico con tutto il bene che voglio a loro quattro (in particolare alla Laura); non ne voglio invece alla Gianna, si sappia.

Commenti via Facebook
Signor Ponza
Seguimi

Signor Ponza

Founder & Editor at Signor Ponza Blog
Sono bravo in molte cose, tra queste non c'è "scrivere bio".
Signor Ponza
Seguimi
Annunci

Comments (26):

  1. Irene

    31 maggio 2010 at 20:15

    Caro Signor Ponza, alla Gianna neppure io sono molto affezionata! Non me ne voglia!

    Rispondi
    • Signor Ponza

      1 giugno 2010 at 21:24

      Vedi? Siamo almeno in due per fortuna. Non sono solo. 😀

      Rispondi
  2. la meringa

    31 maggio 2010 at 20:53

    effettivamente questa canzone mai la ascoltai.
    Eed effettivamente è una ca…., canzone non proprio felice.
    Ma la Gianna, lei è mitica! Ma che stai a scherzà????

    Rispondi
    • Signor Ponza

      1 giugno 2010 at 21:24

      Tra l’altro più l’ascolto, più la trovo inascoltabile.

      Rispondi
  3. tony soprano

    2 giugno 2010 at 11:26

    Giurin giurello che quando ho letto che sarebbe uscito come singolo ho pensato a te. Ovviamente la Gianna la detesto, ma è un sentimento diffuso per tutti quelli che si credono rocker solo perchè sono molto uomini e sporchi e parlano di sesso e/o di provincia.

    ps: che nostalgia quelle divas. ora chiamano tipo Adele o Romina Power…ma immagino che prima o poi le divas dovessero finire.

    Rispondi
    • Signor Ponza

      4 giugno 2010 at 21:01

      Però massimo rispetto per quella adorabile paffutella dalla fiatella alcolica che è Adele.

      Rispondi
  4. Pero

    2 giugno 2010 at 18:23

    ma che ci faceva Rossana Casale con Mariah, Celine, Francesca Cacace e Aretha?

    Rispondi
    • Signor Ponza

      4 giugno 2010 at 21:02

      Ecco perché mi sembrava un volto noto. Ero lì che mi scervellavo e tu sei arrivato a rasserenare le nubi che oscuravano il mio cielo.

      Rispondi
      • Pero

        4 giugno 2010 at 22:19

        Sii la mia Durso e io sarò il tuo Corazon.

        Rispondi
  5. Laura

    4 giugno 2010 at 10:41

    Di queste cantanti, la mia preferita è Elisa. E trovo che questa canzone e il video non rispecchiano affatto la sua semplicità.
    Nel complesso la canzone non piace neppure a me.

    Rispondi
    • Signor Ponza

      4 giugno 2010 at 21:03

      Tra l’altro ieri sera su RTL la speaker ha detto testuali parole: “che capolavoro”.

      Rispondi
  6. LaFre

    4 giugno 2010 at 19:49

    A me la Gianna sta davvero sulle palle. Una che non si pettina deliberatamente non merita la mia attenzione

    Rispondi
    • Signor Ponza

      4 giugno 2010 at 21:04

      Ma com’è che io sono sempre d’accordo con quel che dici?

      Rispondi
      • LaFre

        5 giugno 2010 at 19:51

        Prima o poi ci incontreremo. Sarà un colpo di fulmine (come il programma della Marcuzzi, te lo ricordi?) e finiremo per fare la calzetta insieme. facile.

        Rispondi
  7. findarto

    5 giugno 2010 at 02:36

    che poi credo sia anche il titolo più brutto di sempre. Io pure salvo solo Elisa….

    Rispondi
    • Signor Ponza

      7 giugno 2010 at 11:08

      Neanche nella pagina della sfinge della settimana enigmistica.

      Rispondi
  8. BimboSottaceto

    5 giugno 2010 at 19:10

    Era una marea di merda. Scusate la brutalità. Ah, poi il gioco di assonanze “Donna d’Onna” la rendeva ancora più minchiettosa. Riscusate la mia volgarità.
    L’unica cosa bella era il supersfarfallio metallico che c’era alla fine della canzone.

    Rispondi
    • Signor Ponza

      7 giugno 2010 at 11:08

      L’unica cosa bella di questa canzone è che dopo qualche minuto finisce.

      Rispondi
  9. tony soprano

    11 giugno 2010 at 11:19

    io odio elisa. la odio, la odio. la odio. e poi secondo me nel privato è cattivissima. nonostante rappresenta tutto quello che detesto provo un enorme amore per laurona pausini. sono sicuro che saremmo ottimi amici.

    Rispondi
  10. sam

    11 giugno 2010 at 13:40

    Non credo di aver mai trovato un titolo così scemo e pietoso in una canzone.
    Nemmeno Marco Carta e quell’altro sono arrivati a tanto orrore.

    Rispondi
  11. Guady

    18 giugno 2010 at 12:10

    wow! approvo questa bella novità. Ottimo template! ^____^

    Rispondi
  12. masmassy

    21 giugno 2010 at 20:46

    beh… la beneficenza la Laura nazionale ieri l’ha portata di persona..
    Hanno donato soldi, si son guardate dal donare musica e parole.
    La canzone è orripilante. La Gianna non l’ho mai seguita, fino a “Grazie”, album di cui mi sono innamorato. Come persona la stimo, come artista scelgo quell’album e quello su Pia dè Tolomei, tutto il resto faccio fatica. Ma la Pausini no, non la sopporto. Cioè no, è sbagliato. La giusta affermazione è “mi è indifferente” nel senso che non mi trasmette assolutamente niente, neppure lo straccio di un’emozione. Neppure negativa si intende.
    Bezo!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: