E’ più facile accontentare Mariah Carey che organizzare una vacanza

Organizzare una vacanza insieme agli amici non è semplice. Non è un caso se siamo arrivati a luglio e non ho ancora certezze su quelle che saranno le mie sorti nel mese di agosto. Ci stiamo lavorando, ma come ogni anno riusciamo a ridurci all’ultimo minuto disponibile. Anzi, al penultimo, giusto in tempo per non poter usufruire di qualche conveniente  last minute.

La difficoltà sta nel conciliare esigenze differenti, cose che in confronto le richieste stravaganti delle popstar su cosa vogliono trovare nei camerini sono inezie. Ecco quindi una sintetica rappresentazione delle esigenze che generalmente un gruppo di amici si trova a dover conciliare nell’organizzazione di una vacanza.

La vacanza è fatta per rilassarsi. Gli individui che la pensano così (generalmente di bell’aspetto e estremamente intelligenti) vivono la vacanza come un’occasione per stendersi sotto il sole e dormire. E’ ammessa qualche pausa tra un sonnellino e l’altro per girarsi e cercare di ottenere un’abbronzatura equilibrata tra lato A e lato B. A loro interessa solo che ci sia una bella spiaggia, il mare e gli spostamenti siano limitati allo stretto indispensabile. Hanno poco interesse per visite culturali e per attività sportive o ludiche in generale troppo movimentate. In due parole: dovete mollarmi.

La vacanza è fatta per divertirsi. Il soggetto che rientra in questa categoria concepisce la vacanza come un momento di svago. Per lui il solo nominare Lloret De Mar o, meglio ancora, Ibiza provoca orgasmi multipli. Per non parlare di tutte le attività ricreative che è possibile organizzare in spiaggia: beach volley, racchettoni, banana boat, banana split, acquagym, gin tonic. E anche quelle che è possibile organizzare in discoteca: gin lemon, limone duro contro il muro, after party nella camera d’albergo. Notare che questo individuo è solitamente già fidanzato.

La vacanza è comfort. Le persone che rientrano in questa categoria prediligono sistemazioni di lusso in hotel a 4 stelle o più o, in alternativa, in lussuosi appartamenti o ville. Quindi quando ad esempio si cerca un hotel nella magica Istanbul la prima cosa che si guarda è la presenza di spa, idromassaggio, servizio in camera e servizio di trasporto da e per la spiaggia. Piccolo particolare: per questo tipo di pretese ci vogliono anche i pippi.

La vacanza è avventura. (maperfavore). Ebbene sì, esistono esseri umani che in vacanza amano stare in mezzo alla natura, nei campeggi, all’interno delle tende e a contatto con gli insetti (!). Questi individui possono arrivare perfino a preferire una vacanza itinerante non pianificata, ché tanto se va male si dorme in spiaggia. Mavoisietefuoriditesta.

La vacanza estiva si fa in montagna. No, scusate, ma mi rifiuto di credere che ci sia qualcuno che lo pensa davvero.

Come al solito ho esposto i fatti in maniera del tutto oggettiva e imparziale, per cui sarà praticamente impossibile per voi capire a quale o a quali categorie appartengo.

E’ evidente che anche in questo caso non si tratta di nient’altro che di una ricerca infinita dell’equilibrio.

Commenti via Facebook
Signor Ponza
Seguimi

Signor Ponza

Founder & Editor at Signor Ponza Blog
Sono bravo in molte cose, tra queste non c'è "scrivere bio".
Signor Ponza
Seguimi
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: