#IAmWithHer: perché Donald Trump non deve vincere.

Quest’anno tutto il mondo, ma soprattutto noi italiani, ci siamo presi una grandissima rivincita verso gli Stati Uniti. Dopo anni di prese per il culo perché in un modo o in un altro ci siamo trovati Berlusconi protagonista della nostra politica per farci deridere worldwide, abbiamo avuto la nostra vendetta quando Donald Trump, magnate e uomo d’affari a stelle e strisce ha deciso di correre per le presidenziali. Insomma, what goes around comes around, direbbe qualcuno (io invece che son terrone direi nun sputà nciel, ca nfacc t’ ven!).

1
Quando si è candidato Trump, siamo sinceri, nessuno l’ha presa sul serio. Abbiamo pensato tutti “Ma guarda ‘sto pirla, serviva uno facile da battere alle primarie repubblicane“. Ma giorno dopo giorno, la Trumpcrazia è diventata sempre meno una cosa di cui ridere e sempre più una realtà, fino a quando ha effettivamente vinto le primarie diventando il candidato repubblicano alla Casa Bianca.2

La campagna elettorale è stata molto divertente se non fosse che parliamo della nazione il cui Presidente ha forse la maggior influenza sulle sorti della politica mondiale di qualunque altro. Durante questa lunga campagna abbiamo assistito a due candidati deboli, che di fatto non hanno fatto innamorare l’America (e il mondo) così come Barack Obama… la cui popolarità è in continua ascesa nei sondaggi (e questi cazzi direte voi? Concordo). Don’t let me even start with Michelle Obama, che si è addirittura meritata un post sui suoi look iconici.
3I dibattiti di questa campagna non hanno mai fatto la differenza, i sondaggi che inizialmente vedevano Hillary Clinton (la candidata democratica per essere completi, magari vivete in nel Bosco dei Cento Acri e questa cosa vi era sfuggita) in vantaggio sul suo antagonista, si sono avvicinati fino a tenere i due candidati così vicini da non dare chissà quale ampia visione sugli esiti dello scontro elettorale.
4
Ma se c’è qualcosa che chiunque abbia un cervello sulla testa che funziona discretamente non può non vedere chiaramente è che Donald Trump non può diventare il prossimo Presidente degli Stati Uniti d’America. Ma perché per l’esattezza? Se volete un’analisi seria, vi consiglio di recuperare le ottime analisi di Costa sul Post. Io invece voglio lasciare che a convincervi che Trump sarebbe un disastro di dimensioni colossali per la storia dell’umanità, sia proprio Trump con le migliori delle peggiori frasi di questo individuo.

5

 

“Ho un ottimo rapporto con i neri”
Dicono Beyoncé non l’abbia presa benissimo.

beyonc

Clinton: “Lui ama i concorsi di bellezza, li sponsorizza, ci si circonda, ma questa donna l’ha chiamata Miss Piggy. Poi l’ha chiamata Miss governante perché è latinoamericana. Donald, lei ha un nome.
Trump: “Da dove l’hai tirata fuori questa?”
Clinton: “Il suo nome è Alicia Machado. È diventata una cittadina degli Stati Uniti e, ci puoi scommettere, andrà a votare il prossimo novembre”.
Qui c’è una storia interessante che vi consiglio di guardare

“No, non mi piace il sesso anale”
Eppure Colby Keller ha detto che lo votava… vallo a capire.

6

“Deve esserci una sorta di punizione” (relativamente alle donne che desiderano abortire).
Queste maledette assassine!

7


“Se ti serve il Viagra, probabilmente sei con la donna sbagliata”
Maledette donne che causano l’impotenza agli uomini.

8


Trump: “Non ho mai detto di non aver pagato le tasse”

Hillary “Forse non le hai pagate le tasse”
Trump: “Beh, questo mi renderebbe furbo”
WTF?

9

“Ha davvero un bel fisico. Se Ivanka non fosse mia figlia, uscirei con lei”
Ewww, ma scusa?!
10

“Costruirò un grande muro – e nessuno sa costruire mura meglio di me – e lo costruirò in maniera poco costosa. Io costruirò un grande, grande muro sul nostro confine sud, e lo farò pagare al Messico. Segnate le mie parole”
Questa storia di costruire i muri… mi ricorda qualcosa…

11

“Tutte le donne di The Apprentice flirtavano con me – consciamente o inconsciamente”
12

 

Hillary: “Donald crede che il cambiamento climatico sia un inganno perpetrato dai cinesi. Io credo sia vero invece.”
Trump: “No, non l’ho detto. Non dico questo”
Peccato che lo twitta: 
2016-11-08-10_03_20-donald-j-trump-su-twitter_-_the-concept-of-global-warming-was-created-by-and-fo

 

“PRENDILE PER LA FI*A!”
e qui vi invito a vedere tutto il video in cui Trump ci fa capire le donne come vanno trattate, da vero BOMBER.

 

E potremmo continuare per ore ed ore, ma le ore son poche in realtà. I nostri amici di oltreoceano sono in direzione urne, per decidere del loro ma anche del nostro futuro. La chiusura seria non mi viene, anche perché ogni volta che vedo il colorito arancione di Trump, l’unica cosa a cui penso incessantemente è:

 

GURL LOOK HOW ORANGE YOU LOOK!

PS: se non son riuscito a farvi disprezzare Trump abbastanza, vi lascio con questo test che vi permette di scoprire quanto Trump disprezza voi.

Commenti via Facebook

solodallamente

Nella prossima vita voglio rinascere in grado di scrivere biografie accattivanti, per il momento mi limito a confermarvi che sono troppo intelligente per essere anche bello e che nella vita quello che conta davvero è la pizza. Il mio animale guida è Taylor Swift, con la quale condivido la dote di essere odiato da tutti (a ragione).

Latest posts by solodallamente (see all)

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: