636677.8dd5717.d2017444d5964f338385d63985e4c44b
Il blog del Signor Ponza

Eurovision 2018: due mesi al via. Siete pronti?

Il conto alla rovescia continua inesorabile, ormai mancano solo due mesi al via dell‘Eurovision Song Contest 2018. Ma… voi siete pronti? Vi state preparando? Oggi signorponza.com vi fornisce una guida pratica per non perdervi nulla.

Ultimi biglietti disponibili per Lisbona

Il 5 aprile verranno messi in vendita gli ultimi biglietti disponibili per gli spettacoli (maggiori info su eurovision.tv) ma se non vi riesce di mettervi in coda e aspettare 12 ore prima di accattarveli, allora potete sempre prenotare un volo per Lisbona e comunque godervi l’atmosfera festosa ed europea che si respira ogni anno nella città organizzatrice. Non vedrete lo show dal vivo ma potrete trovarvi con persone di tutta Europa (e non solo) a vederlo in piazza.

Le canzoni

Sono finalmente note tutte e 43 le canzoni! Se volete farvi una full immersion potete andare sul canale youtube ufficiale di Eurovision Song Contest e farvi rapire da produzioni pazzesche: io vi segnalo il video israeliano e quello svedese perchè per motivi molto diversi sono davvero una spanna sopra gli altri. Il video italiano non è ancora presente in versione da 3 minuti perchè tanto a noi delle regole non interessa niente. Nelle prossime settimane vi accompagnerò alla mia maniera alla scoperta delle canzoni. Stay tuned!

I pettegolezzi

Volete maggiori informazioni sulle canzoni in gara e sui cantanti? Non vi rimane che ascoltare Road to ESC condotto da Elisabetta Casarin ogni martedì dalle 19 alle 20 su RadioStonata.com. E ci sono anch’io nella mia insolita (ma chi ci crede!?!?) veste di pettegolo. Ogni settimana vi porterò con me e con la Suzy in Green Room a scoprire tutte le curiosità più pazzesche sui cantanti in gara. Volete degli esempi? Lo sapevate che Eleni Foureira non è brasiliana? Lo sapevate che Saara Aalto è famosa in Cina? Lo sapevate che Benjamin Ingrosso è fratello di DJ Ingrosso e la mamma di questi due ha già partecipato ad Eurovision? Questo ed altro ogni martedì sera (o in podcast sul sito di RadioStonata)!

La serata a casa

Per rendere la visione dell’Eurovision Song Contest ancora più interessante potete organizzare una festa a casa vostra. E con due mesi di tempo fatevi amici simpatici stranieri che inviterete e coinvolgerete in allegre discussioni campanilistiche che a confronto Pisani e Livornesi proprio BFF. Scherzi a parte, avendolo già fatto in passato vi assicuro che sarà una esperienza molto divertente, potrete costringere convincere gli invitati a portare cibo del loro paese e/o indossare qualcosa di tipico tipo zoccoli di legno, giacca di loden, colbacchi o semplicemente una maglia della nazionale di calcio. Provare per credere!

Il drinking game

No, no, calma! Non è ancora pronto, ma con due mesi di anticipo potete iniziare a fare la scorta di alcolici approfittando di tutte le offerte al supermercato!

 

 

Commenti via Facebook

claussibraun

Milanese espatriato, vivo a Bruxelles. Parlo almeno 3 lingue al giorno, ma non sempre le stesse. Delle volte sogno anche coi sottotitoli.
Eurovision Song Contest connoiseur, le 5 presenze in loco fanno da garanzia. Viene da se che amo la musica pop, magari anche un po’ baraccona ed appariscente. Una canzone uptempo con un key change, un ventilatore e dei lustrini e sono contento. Se la canzone è svedese, sarò vostro per la vita.
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: