Eurovision Song Contest 2018: Diario da Lisbona – Day 6

Battute finali per Eurovision Song Contest 2018 a Lisbona. In questa settimana vi ho portato dietro le quinte, vi ho spiegato i meccanismi di voto e vi ho dato alcune pillole su questa bellissima città.

Oggi però è il vostro turno per decidere dove mandarmi il prossimo anno. Tel Aviv? Nicosia? Parigi? A voi la scelta ma mi raccomando evitiamo i paesi nordici! Ho un mutuo da pagare.

Inutile ripetere che è fondamentale il vostro voto. Come ben sappiamo il televoto italiano fin dal lontano 2011 si compone essenzialmente da comunità straniere e gays.

Le comunità straniere in una sorta di orgoglio nazionale attribuiscono i loro voti ai cantanti di casa, indipendentemente da cosa/chi canti. Quindi questa sera scommetto su Moldavia, Ucraina e Albania.

Dopo e con cifre sensibilmente inferiori arrivano THE GAYS che invece votano secondo la pazzeschitudine delle canzoni e la BRAVURA dei cantanti. Anche qui mi sbilancio su Cipro, Israele e Repubblica Ceca. Oddio non è che mi debba sbilanciare, basta guardare il twitter

https://twitter.com/Hila_save/status/994656270488567808

Insomma potremmo sapere già come andrà a finire, ma come ci insegna Hillary Clinton…

Detto questo ultime pillole su Lisbona e poi di corsa in Sala stampa:

-al centro commerciale di fianco al Palasport i negozi si adattano al pubblico di Eurovision. Il negozio di Intimo espone jockstrap!

-i BRAVISSIMI poliziotti portoghesi fanno perquisizioni dettagliatissime. Un tuca tuca continuo. E la cosa pare non turbare spettatori e stampa.

– Lisbona è una città fatta di pietre e pietruzze. L’asfalto in centro è inesistente. Non mi stupisce che tra gli sponsor della manifestazione ci sia un ospedale…

Per ora è tutto! Yeah Yeah Fuego!

Ultime battute dalla sala stampa alle ore 18 a EuroStonata: lo speciale di RadioStonata! E se avete perso qualche puntata potete recuperarla in versione Podcast.

Commenti via Facebook

claussibraun

Milanese espatriato, vivo a Bruxelles. Parlo almeno 3 lingue al giorno, ma non sempre le stesse. Delle volte sogno anche coi sottotitoli.
Eurovision Song Contest connoiseur, le 5 presenze in loco fanno da garanzia. Viene da se che amo la musica pop, magari anche un po’ baraccona ed appariscente. Una canzone uptempo con un key change, un ventilatore e dei lustrini e sono contento. Se la canzone è svedese, sarò vostro per la vita.
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: