Così è: Sipario #7. Facciamo piangere gli angeli

Anche la prima stagione di Così è: Sipario volge al termine: in queste prime sei puntate abbiamo avuto modo di conoscerci e conoscervi, amici della notte, di indagare tra le pieghe più nascoste di Hollywood, di fare giornalismo investigativo, di scrivere pezzi di denuncia sociale che gente saputa levatevi tutti. Insomma io totally così.

Per quest’ultimo episodio, LA MANNA dal cielo per noi reporter d’assalto. No, non sono arrivati i gabbiani a Milano, quelle che sentite sono le urla strazianti di milioni e milioni di twilighter che riecheggiano nel mondo: Robert Pattinson e Kirsten Stewart si sono lasciati.
Gli eventi (liberamente interpretati da me feat. Silvana Giacobini): praticamente no, i due attori ormai vivevano insieme da tipo un anno in una splendida magione di Bel Air, alimentando anche voci di un imminente fidanzamento pre-matrimoniale, come già vi avevo annunciato nella quarta puntata (me la sto sentendo caldissima). Poi il fattaccio: quella troia di la bella e brava Kirsten Stewart inizia a girare Biancaneve sotto i nani e il Cacciatore dove conosce TAL Rupert Sanders, 41 anni, regista delle pellicola nonchè marito e padre di due bambini. Daje de punta e daje de tacco, i due non riescono a tenere le mani a posto e vengono beccati a copulare selvaggiamente tra le fresche frasche di Malibu dai fotografi di Us Weekly, una rivista che per livelli di sputtanamento equivale alla nostra Di Più TV. Succede il finimondo. Non solo Robert Pattinson fa le valigie e lascia la casa trincerandosi in un no comment, ma anche il matrimonio del regista è praticamente finito: Kirsten Stewart arriva addirittura a far pubblicare su People una risibile lettera di scuse dove afferma di amare ancora l’attore, mentre dicheno che Charlize Theron, grande amica della moglie del regista, sia sgomenta e abbia giurato eterno odio alla Stewart. Intanto l’enorme fanbase ha già sentenziato chiaramente: se vi fate un giro sui forum scoprirete che K-Stew è diventata K-Slut. E adesso smettetela!

Si è tenuta giovedì scorso l’esibizione di Madonna all’Olympia di Parigi: io non l’ho vista perchè ero impegnato a pulire le fughe delle piastrelle con lo spazzolino da denti, ma si narra di una roba orrenda. La portavoce della cantante ha rilasciato una dichiarazione per difendere l’operazione, in quanto subito dopo l’evento i fans hanno iniziato a protestare sia per l’infima durata dello show (40 minuti per biglietti da 80 euro) sia per la tipologia di spettacolo, una specie di riassuntino in semi-playback dell’MDNA Tour, quindi totally inutile per chi già aveva visto il concerto.
La portavoce ha definito lo show come un piccolo “ringraziamento al grande popolo di nazione Francia”, una cosa che mi fa rollare gli occhi verso il cielo perchè a casa mia piccolo ringraziamento è quando mi lasci i cinquanta euro sul comodino, ti vesti e te ne vai in silenzio mentre io in bagno finisco di farmi il bidet, e non certo il contrario.

Parlando di cantanti dalle spiccate doti vocali, non posso non raccontarvi dei lieti eventi in casa Katy Perry, che finalmente dopo le tante tribolazioni dei mesi passati assapora un primo momento di serenità. E ovviamente per serenità intendo cazzi, ma voi ormai questo lo sapete. Sta di fatto che la nostra amica del pomeriggio è stata vista in atteggiamenti di intimità con John Mayer, noto alle cronache per aver ciurlato nel manico di Taylor Swift e Jennifer Aniston e aver trasformato entrambe in regine delle nevi. I due sono stati visti entrare in casa di lei con delle pizze da asporto, e tutti voi che siete stati adolescenti (io non ancora) sapete cosa questo vuol dire: FILM PORNE. Brava Katy, liberati dalla tua nuova immagine gotica che ci fa cagare e torna ad essere la zoccolina che spruzza panna dalle tette!

L’apertura delle Olimpiadi ha di fatto cannibalizzato il resto della settimana e segna un po’ quella pausa che ci traghetterà verso il nuovo anno gossipparo. La redazione di Sipario sta intanto lavorando alacremente per prepararvi una seconda stagione bigger and better: se il Signorponza mi impara a farli troverete finalmente i sondaggi (AMO) e soprattutto arriveranno i Siparietty Award (MUOIO), perchè voi valete e noi dobbiamo sputare sentenze su tutto! Buona estate e commentate commentate commentate amici di MySpace!

Commenti via Facebook

Filodrama

Sono nato sabato grasso di Carnevale e vabbè, ho già detto tutto. Mi piacciono le montagne russe e i parchi di divertimento, la perfezione degli alberghi, le poltrone. Non mi piacciono le persone che vincono nella vita. Ho un brutto rapporto con l’entusiasmo, nel senso che non ce l’ho quasi mai e quando mi viene sarebbe meglio non averlo. Ho studiato cinema ma faccio tutt’altro, non colleziono cose simpatiche e non ho un hobby da rivendermi nelle conversazioni con la gente. Vivo a Milano, e la amo senza riserve.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: