636677.8dd5717.d2017444d5964f338385d63985e4c44b
Il blog del Signor Ponza
La Finale di Hair - Finalisti

Hair – Sfida all’ultimo taglio: la finale

Buongiorno minipony! Eccomi qui con la mia coda alta, pronta a raccontarvi la finale di Hair, il programma cult di Real Time che ci ha tenuto compagnia in queste domeniche solitarie.

Chi sono i concorrenti arrivati fino al traguardo dell’ultima puntata? La piagnucolosa Consuelo, il bell’Agostino, il baffetto Maurizio e la stronzetta Serena.

Bene, cominciamo con la prova creativa. L’elemento obbligatorio della sfida è il bee-hive, cioè la cofana cotonata di Moira Orfei.

Ragazzi, che voglia di lacca non ve lo so spiegare.

Sono passati 5 minuti e Consuelo non sta ancora piangendo. Cosa succede? A un certo punto però si paragona ad un piccolo gabbiano, che voglia di abbracciarla forte e dirle che tutto andrà bene.

La prova termina, Charity e Adalberto sono chiamati a giudicare le cofane dei nostri amici parrucchieri. Io ho amato molto l’acconciatura di Maurizio, che infatti vince la prova. Zan zan. Serena, invece, è la prima eliminata della puntata e si aggiudica il quarto posto nella classifica finale di Hair.

La seconda prova ha come protagoniste le trigemine, tre gemelle identiche. I concorrenti dovranno cimentarsi con un taglio a scelta. Praticamente scelgono tutti il carrè.

Alessandro, l’art directory di Tony & Guy, cioè il futuro capo del vincitore del programma, osserverà i concorrenti e darà a ciascuno un consiglio.

Consuelo guadagna altri dodicimila punti parlando in calabrese.

Anche la prova tecnica termina, un po’ come tutte le cose belle della vita. I giudici sono soddisfatti dei tre tagli.

Agostino passa il turno e con lui Consuelo. Maurizio, invece, deve abbandonare il programma. I miei amici uominisessuali però potranno tranquillamente continuare a fare dei bei sogni su di lui, stalkando il suo profilo Twitter.

Charity ci regala una perla di saggezza che levatevi tutti:

Il tema della prova show è l’Africa.

Amo moltissimo. Consuelo e Agostino fanno dei ragionamenti pseudo culturali sulle loro acconciature, bah. Costa mette zizzania tra i due finalisti e io cado dalla sedia più volte dal ridere. Sono presenti anche gli ex concorrenti, che dal loro divanetto di velluto sputano sentenze sugli altri. Bravi.

Consuelo piange. La prova finisce e i giudici osservano le acconciature africane.

Ed è questo il momento di urlare CHI VUOI CHE VINCHEEEEEEE?

Vince Consuelo! Immagino saranno molto felici i suoi futuri colleghi alla Tony & Guy che dovranno asciugarle le lacrime ogni due per tre.

Amici, anche questa avventura si è conclusa. Cosa abbiamo imparato? Che nella vita bisogna piangere e impietosire il prossimo per ottenere ciò che vogliamo. 
Mi mancheranno le pupette, mi mancheranno Costantino, Charity e Adalberto e mi mancherete voi, piccoli dolci gabbiani. Ma non temete, presto tornerò a scrivere cazzate.

Baci stellari!

Commenti via Facebook

Ilalicious

Mi ispiro a Beyoncé, ma sono più Michelle Williams, quella delle Destiny's child che nessuno si ricorda.
Mi piacciono gli unicorni e gli arcobaleni, la musica pop e i programmi trash, i dolci e la pizza, i panda e i gatti ciccioni, i glitter e i minipony.
Scrivere mi aiuta a ordinare i pensieri e dare senso a ciò che mi accade. Anzi no, scrivo perché voglio diventare famosa come Chiara Ferragni.
Annunci

Comments (3):

  1. Vale B

    4 maggio 2015 at 11:45

    Io non ci sto Maria!
    No dai, insomma, perché hanno fatto vincere il gabbiano quando avevamo dei tronchi di pino come Maurizio?? E comunque non disdegnavo nemmeno il buon Agostino..
    E niente, ho adorato tutto, a parte il vincitore. 🙁

    Rispondi
    • Signor Ponza

      4 maggio 2015 at 12:35

      Idem. Grandissima delusione per la vincitrice, scelta direi quasi per nulla legata alla bravura. O meglio, sicuramente l’ultima prova l’ha fatta meglio lei, ma in tutte le altre puntate mi ha dato l’impressione che fosse stata sempre salvata solo perché era un personaggio.

      Rispondi
      • Ilalicious

        4 maggio 2015 at 14:13

        Sì, anche io ho avuto la stessa impressione. D’altronde questa è una vita ingiusta, amici miei.

        Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: