2640 di Francesca Michielin: la recensione in gif

La Lorde italiana che non ci riesce” dicono di lei quelli che evidentemente non hanno mai ascoltato Lorde. Francesca Michilien, la giovanissima promessa (mantenuta) di X Factor, vincitrice di Sanremo e rappresentante per l’Italia all’Eurovision.

Francesca Michielin sei la nostra vincitrice di Sanremo

Esce oggi 2640, il nuovo attesissimo disco di Francesca Michielin, il suo terzo a quasi 23 anni. Ci dice essere stato istintivo, vulcanico. Tre triangoli lo rappresentano: rosso come la lava di un vulcano, blu come il mare e verde come le montagne.

Francesca Michielin è un’artista che ama la musica, ma mille altre cose. Vive nel presente, nella vita di tutti giorni, nei social e nei suoi meme, negli interessi dei ragazzi della sua età. E da tutto questo si fa influenzare, segue le mode e vuole sperimentare e lo fa senza paura. Un’artista dai sentimenti belli e positivi che non possiamo che averne bisogno.

Ecco quindi che non potevo esimermi dal fare una recensione entusiasta di quella che è la voce più fresca della musica italiana oggi. Francesca Michielin è una che ha da dire qualcosa nei suoi dischi, lo fa e “non se ne vergogna”: sull’amore, sulla sua vita, su cosa le piace e cosa le piacerebbe. E a noi piace ascoltarlo. Sperimenta nuovi suoni, nuove musiche, che vengono da lontano, ma anche tante cose a cui siamo abituati.

2640 di Francesca Michielin ha poche ore ma noi siamo già entusiasti di questo nuovo album.

Comunicare

Francesca Michielin meets Jovanotti. Con un testo potentissimo e un ritmo che entra dento.

Bolivia

Francesca rientra nei binari delle melodie a cui ci ha abituato, con una canzone che parla di crescita e cambiamenti. E a noi è venuta un po’ voglia di andare in Bolivia e cambiare tutto.

Noleggiami ancora un film

Una delle mie canzoni preferite di 2640 di Francesca Michielien. Mi è decisamente arrivata per la sua dolcezza, quella dolcezza e semplicità che solo lei ha un modo tutto suo nel raccontare.

Io non abito al mare

Questa canzone la conoscevamo già da qualche mese e di quel ritornello eravamo già abbondantemente innamorati. Chi non vorrebbe dire quelle cose all’orecchio?

francesca michielin

Tropicale

Francesca Michielin ha voluto dire la sua e a modo suo sul trend della tropical probabilmente. Noi collana di fiori e pronti a farci trascinare da questo sound.

E se c’era….

Diciamo che con i 4 puntini di sospensione non parte bene ma non siamo l’Accademia della Crusca. Diciamo che è una canzone un po’ semplicina banalotta. Passiamo avanti.

Scusa se non ho gli occhi azzurri

Praticamente la mia canzone visto che è la frase che dico ogni volta che mi presento ad un tedesco. Scherzi a parte, la canzone sui nostri amori sbagliati che tutti ci aspettavamo, quindi grazie.

Vulcano

Il singolo che ha anticipato tutto il progetto di 2640 e la canzone che ci ha fatto ballare già da questa estate e continua a farlo. V come…

Due galassie

La canzone (pazzesca) di una ragazza che sa quello che vuole nella vita. Proprio come noi!

La Serie B

Che altalena di emozioni questo album. Un’altra ballad tutta da piangere sul bus la sera di ritorno a casa con la testa appoggiata al finestrino freddo di pioggia.

Tapioca

Suoni di tribù della foresta pluviale per la ragazza di Bassano del Grappa che ringrazia le cose belle della vita. Che amoreee!

Lava

Francesca goes international con un pezzo in inglese dal suono very electro very modern very dance.

Alonso

Chiusura del disco con un pezzo intensissimo piano e voce con un testo intensissimo che scioglie il cuore anche a quelli con le orecchie otturate. Il fatto che sia ispirato/dedicato al pilota di Formula1 è del tutto irrilevante.

Commenti via Facebook

clippermark

Ho 26 anni e sono nato in Abruzzo anche se negli ultimi anni ho iniziato a cambiare città come le mutande. Vado spesso in Germania per cercare di capire come mai mettano l’ananas sulla pizza ma voglio viverci da quando ho scoperto che mi piace. Da ormai 4 anni scrivo ricette sul mio blog "Una cucina per Chiama" ma tutto è iniziato quando da piccolo ho visto in TV Antonella Clerici: io però ho imparato a cucinare.
Dicono di me: "stai sempre in giro", dico di loro: "fatevi i cazzi vostri".
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: