Pioltellolliwood: Come si rivaluta la provincia – (F)reflex

Buon lunedì (a tutti i belli) e che la fortuna vi assista (a tutti coloro che sono brutti e deformi). La bellezza è un aspetto fondamentale del post di questa settimana, perché ha come oggetto due manzi dello star system americano.

La foto della settimana ritrae George Clooney e Matt Damon alla presentazione del loro nuovo film. Presentazione che ha avuto luogo a Pioltello. PIOLTELLO. Non so se ci rendiamo conto.

George Clooney a Pioltello

Matt Damon a Pioltello

Per tutti i non lombardi, o per tutti quelli che non abbiano letto un giornale nella sezione cronaca nera negli ultimi tre anni, Pioltello è una cittadina dell”hinterland milanese, e viene detta comunemente Pioltello T”accoltello. Diciamo che se Alassio viene ricordata per il muretto e la mente corre subito a una Simona Ventura tracagnotta, Pioltello viene inserita nella sezione della mente e della memoria tra “Caschetto bombato di Annamaria Franzoni” e “Interpretazione di Alberto Tomba in Alex L”Ariete“.

Due divi stellari hanno deciso scientemente di andare a promuovere un film a PIOLTELLO? Dai, seriamente. Secondo me l”agente li ha tirati in mezzo e li ha imbastiti con una promessa di doppia razione di tegliatelle per Matt e doppia sessione di sesso con il fidanzato con la fidanzata per George. Oppure si è trattato di uno scherzo di dubbio gusto, come quando siete in ascensore e il vostro amico inizia ad allietarvi con orrendi peti. Se davvero si tratta di una mossa decisa a tavolino, è chiaro come la fine sia vicina. E” chiaro che tutta questa pioggia che imperversa da tre mesi sui cieli milanesi sia un chiaro messaggio degli angeli, che ci stanno dicendo qualche cosa. Ci stanno dicendo che il mondo sta andando a scatafascio, che noi borghesotti che sbaviamo per avere, chessò, un bilocale in centro a Milano e mettiamo da parte i risparmi per andare a LA e poterci sentire delle grupies, non abbiamo veramente capito una fava. Noi che davanti allo specchio fingiamo di essere Britney Spears agli MTV music awards nei primi anni duemila, che la imitiamo mentre ritira l’ennesimo premio e ringrazia online casino Gesù Cristo per la sua magnanimità. Noi che la sera andiamo in corso Como e facciamo le wannabe Olgettine, con i vestiti di Zara da mignotta e il rossetto rosso “che fa sera”, no matter se hai il labbro leporino o i baffi, in quel momento siamo tutte Angelina. Noi, noi non abbiamo ancora colto la verità che ci si sta parando dinnanzi, ovvero che l’hinterland e la provincia is the new centro. E ce lo stanno dicendo George e Matt, mica Rosalino Cellamare o Pupo. George e Matt, che adesso tutti qui a dire “si vabbè ma Brad è più figo, vuoi mettere?”, ma che se il mondo fosse diviso tra BELLI e BRUTTI o tra BELLI e IMPISELLABILI noi dove li piazzeremmo questi due? Eddai.

Meditate, lettori illuminati. La prossima volta che andrete all’Uci Cinema di Pioltello, pensate che magari qull’orinatoio ha visto il pisello di George. E allora inizierete a rivalutare la provincia, razza di snob pervertiti che non siete altro.

[Le puntate precedenti di (F)Reflex]
[La pagina FB di Wannabefre]
[Segui Wannabefre su Twitter]

Commenti via Facebook

Wannabefre

Credo nell'ironia e nel sarcasmo come armi per conquistare il mondo.

Sognavo di fare il prete, ma poi ho finito per studiare economia. Se però mi chiedete cosa sia il cuneo fiscale io vi rispondo che cuneo lo potete dire a vostra sorella, razza di maleducati.

Vivo di pasta, sushi e Nutella sui biscotti di pastafrolla, pertanto credo che le persone che non mangiano siano meschine e abiette.

Sono una figa, perché oltre ad avere gli occhi verdi e una faccia che si abbina ai centrotavola fatti all'uncinetto, so anche la tabellina del cinque a memoria. Il mio sogno di vita è essere pagata per trasformare ossigeno in anidride carbonica.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: