636677.8dd5717.d2017444d5964f338385d63985e4c44b
Il blog del Signor Ponza

Giornalisti, siate sufficientemente cattivi

Qualche tempo fa ho scritto un post in cui ho elencato un po’ di numeri e statistiche su Così è (se vi pare).

Il web si è arricchito di ben 220 nuovi post pubblicati su questo blog; se contassimo invece a una a una le persone che sono passate da queste pagine, potremmo riempire cinque stadi.

Nessuno vi può assicurare che questi numeri abbiano un minimo fondamento, ma sono stati così ben confezionati che fanno sorgere pochi dubbi. La strategia politica di Silvio Berlusconi è stata esattamente identica: sparare cifre, promesse e proposte dettagliate fino al centesimo, tanto da sembrare per forza veritieri. Stessa cosa vale per la proposta di abolire e restituire l’IMU: ci ha spiegato con precisione che cosa vuole fare, quanti soldi servono e dove li vuole prendere. Peccato che dietro questa apparente semplicità si celino poche sicurezze e tanti punti di domanda. E la debolezza del programma politico del PDL è stata messa a nudo martedì sera nel corso di Ballarò, dove una volta tanto un giornalista è riuscito a incalzare il politico di turno sui contenuti (e non tanto sul bunga bunga), mettendolo in difficoltà ed esponendone i punti deboli. Nel video seguente, in particolare al minuto 11:42.

Una particolare menzione d’onore va quindi a Giovanni Floris, un giornalista che non ho mai amato particolarmente, ma che, in questa occasione, è riuscito a mettere in difficoltà Berlusconi. Roba che Santoro in confronto sembrava un dilettante allo sbaraglio. Anzi quello che si è visto qualche settimana fa a Servizio Pubblico, era sembrato più che altro uno spettacolo di due comici che non fanno più ridere perché ormai sulla via della pensione.

Cari giornalisti, imparate da Floris, ma soprattutto da Ilaria D’Amico. “Brava, complimenti e sufficientemente cattiva”.

Commenti via Facebook
Signor Ponza
Seguimi

Signor Ponza

Founder & Editor at Signor Ponza Blog
Sono bravo in molte cose, tra queste non c'è "scrivere bio".
Signor Ponza
Seguimi
Annunci

Comments (6):

  1. Pier(ef)fect

    8 febbraio 2013 at 11:58

    Posso dire una cosa controcorrente? Per me Ilaria d’Amico è stata una poraccia perchè non esiste che un giornalista nemmeno il tempo di farti una domanda e ti salta alla gola senza farti rispondere.. non mi interessa cosa avesse risposto Berlu, non mi interessa se ci fosse stato berlu o qualcun altro, però ho preferito di gran lunga Floris ( benchè in media mi stia sulle balle con la sua faccetta cadente)

    Rispondi
    • Signor Ponza

      8 febbraio 2013 at 22:38

      Berlusconi ha un vizio (ma è un politico, è anche normale e piuttosto comune a tutti), cioè quello di rispondere indipendentemente dalla domanda. Floris, ma D’Amico ancora di più, sono riusciti a metterlo alle strette incalzandolo con domande puntuali che non gli permettevano di spaziare più di tanto. E quando lui comunque ci provava, D’Amico è stata brava a riportarlo subito all’argomento specifico, anche perché i tempi erano molto stretti. (Ovviamente SECONDO ME) 🙂

      Rispondi
  2. Lele

    8 febbraio 2013 at 14:26

    si beh , la damico non mi piace anche perchè in effetti faceva le domande senza dare il tempo di rispondere ne faceva altre ancora. Cosi è eccessivo. D’altra parte bisogna ammettere che almeno lei non s’è fatta mettere i piedi in faccia… diciamo piedi, per non dire altro.
    PONZA vedi che il link del video rai è stato bloccato.

    Rispondi
    • Signor Ponza

      8 febbraio 2013 at 22:40

      Questa cosa di bloccare i video su Youtube dovrebbe anche finire prima o poi. Mentre su D’Amico rimando al mio commento precedente.

      Rispondi
  3. Roberto ®

    8 febbraio 2013 at 17:38

    Signore, se esisti prenditelo con te. E non parlo di Floris!!
    Ma nessuno ha mai notato quante volte abbassa lo sguardo mentre parla e spara le sue minchiate? Nemmeno lui ha il coraggio di dirle in faccia quando è sotto stress…

    Rispondi
    • Signor Ponza

      8 febbraio 2013 at 22:46

      Ci si potrebbe fare uno studio per capire tutti i gesti e i segnali che rivelano le menzogne. Sarebbe il caso studio perfetto.

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: