636677.8dd5717.d2017444d5964f338385d63985e4c44b
Il blog del Signor Ponza

Gli anni

Sabato sono stato al mio primo matrimonio di amici. Il primo matrimonio di amici. Tanto per fare una citazione colta,

vedo le fedi alle dita di due che porco giuda potrei essere io qualche anno fa.

Tralasciando lo shock dovuto all’evento in sé, un altro piccolo shock l’ho ricevuto dalla visione del vestito dello sposo. Anche se poi ho pensato che c’è stato chi ha avuto il coraggio di indossare un abito che definire trash è riduttivo (vedere il contributo fotografico che segue) e tutto mi è sembrato più digeribile.

Il sobrio Clemente Russo

Un capitolo a parte andrebbe aperto sul cantante che ha allietato il pranzo degli invitati e degli sposi, impreziosendo il pomeriggio con canzoni d’altri tempi e basi midi come non ne sentivo da anni.

Al di là di questo, è stata una giornata davvero piacevole che mi ha anche dato l’occasione di rivedere tanti amici un po’ persi per strada nel corso degli ultimi anni e di constatare che alla fine non è cambiato molto, a parte il colore di capelli di qualcuno. Poi alla nona ora consecutiva di mia presenza al matrimonio, quando ancora dovevano essere serviti i secondi piatti, ho abbandonato il campo a causa dei miei problemini fisici, altrimenti non so se avrei retto fino alla fine.

Commenti via Facebook
Signor Ponza
Seguimi

Signor Ponza

Founder & Editor at Signor Ponza Blog
Sono bravo in molte cose, tra queste non c'è "scrivere bio".
Signor Ponza
Seguimi
Annunci

Comments (14):

  1. eli

    29 giugno 2011 at 16:44

    sì, però dai, ti sei divertito alla fine, confessalo..ti prego!!!! 😛

    Rispondi
    • Signor Ponza

      29 giugno 2011 at 19:37

      Certo! No, seriamente, mi sono divertito in realtà. E non lo dico solo perché so che sei direttamente interessata alla cosa 😀

      Rispondi
  2. Barbara

    29 giugno 2011 at 19:46

    ma tu sei giovanissimo i nostri amici sono tutti sposati e molti con figli!!

    Rispondi
    • Signor Ponza

      30 giugno 2011 at 10:15

      A me stanno dando sempre di più del vecchio. E comunque ho il sentore che i prossimi anni saranno densi di matrimoni. 😀

      Rispondi
  3. falcon82

    30 giugno 2011 at 10:11

    io ho appena finito la tornata di matrimoni di colleghi a lavoro, e ora iniziano quelli degli amici gay -.- fortuna che almeno quelli sono a distanza

    Rispondi
  4. Giulio GMDB©

    30 giugno 2011 at 12:36

    Cioè, il tipo era veramente vestito così? Complimenti per il coraggio! 😀

    Rispondi
    • Signor Ponza

      30 giugno 2011 at 21:15

      Tra l’altro i fotografi li ha invitati proprio lui.

      Rispondi
  5. Guady

    30 giugno 2011 at 12:57

    No vabbè, e sta novità che tralasci i dettagli più interessanti??? Non si fa!!! Urge post riparatore con:
    – descrizione dettagliata del vestito dello sposo
    – descrizione delle vecchie zie che ti chiedono quando ti sposi tu (ah no, era un matrimonio di amici quindi niente vecchie zie…che culo!)
    – i giochi teribbili che fanno fare agli sposi (io e ciccino non ci siamo ancora sposati per questo!)
    – e la bomboniera trash!

    Rispondi
    • Signor Ponza

      30 giugno 2011 at 21:28

      Non posso espormi troppo e soprattutto non me la sono sentita di fare foto. 😀

      Rispondi
  6. Laura

    2 luglio 2011 at 00:49

    Io ho iniziato da un po’ il periodo dei matrimoni, però quest’anno non ne avrò molti…. soltanto il mio! 🙂

    Rispondi
    • Signor Ponza

      2 luglio 2011 at 15:13

      Allora esigo in quell’occasione un bel racconto dettagliato! Quand’è la data?

      Rispondi
  7. itsohsojan

    3 luglio 2011 at 18:01

    Il vestito di Clemente Russo è cosi trash/pugno all’occhio che ha sicuramente rivalutato il mio modo di vedere le cose oggi.
    Grazie!

    Rispondi
    • Signor Ponza

      3 luglio 2011 at 22:53

      Già la scelta del colore bianco è audace… Tutto il resto è addirittura indefinibile!

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: