636677.8dd5717.d2017444d5964f338385d63985e4c44b
Il blog del Signor Ponza

Harry Potter: 15 cose che non sapevate su “La Pietra Filosofale”

Chi non ha sognato almeno una volta di ricevere la lettere da Hogwarts? Personalmente l’ho desiderato ben oltre l’adolescenza, sperando segretamente che ci fosse stato un errore e ricevere quindi tante scuse da Silente che mi implorava di frequentare nonostante avessi ampiamente superato gli undici anni. Purtroppo la lettera non è mai arrivata, e dopo aver preso atto di essere un semplice babbano (ancora non mi rassegno, giuro) ho deciso di consolarmi con la lettura dei sette libri e con la molteplice visione degli otto film della saga fantasy dedicata a Harry Potter. Se non siete dei fan della saga direi che non siete nel posto giusto, ma se come me state ancora aspettando delle scuse dal Professor Silente, ecco qui una raccolta di curiosità sul dietro le quinte del primo film “Harry Potter e la pietra filosofale”. 

1) Dopo aver ricevuto la notizia di essere stato scelto per il ruolo del protagonista, Daniel Radcliffe si svegliò in piena notte convinto che fosse stato solo un sogno.  

2) Per trovare l’attrice che avrebbe interpretato Hermione, la produzione si recò in alcune scuole e provinò moltissime ragazzine; Emma Watson non aveva alcuna intenzione di partecipare alle audizioni, fu però la sua insegnante a insistere e così anche lei sostenne il provino. Fu l’ultima  della lista e il suo casting durò appena cinque minuti. 

3) Dopo essere stati scelti, i tre attori protagonisti sostennero un ulteriore provino insieme, una volta visionato, l’autrice dei libri J.K. Rowling, si disse scontenta, in quanto trovava i tre attori troppo belli. 

4) Chris Columbus, il regista dei primi due film, volle al suo fianco il compositore John Williams, per la realizzazione della colonna sonora. I due avevano collaborato anche per il film “Mamma ho perso l’aereo”, alcuni punti della colonna sonora delle due pellicole, sono infatti molto simili. 

5) J.K.Rowling ed Harry Potter sono nati entrambi il 31 luglio. Essendo effettivamente la mamma di Harry, le venne chiesto di interpretare il ruolo di Lily Potter nella scena dello specchio delle brame, lei rifiutò. 

6) Non solo l’autrice dei libri impose la scelta di un cast esclusivamente britannico, ma dichiarò anche che non avrebbe ceduto i diritti del romanzo, se non fosse stato inserito nel cast l’attore Robbie Coltrane, che nella saga interpreta Hagrid.

7) C’è stata la possibilità di vedere un attore molto amato per il ruolo di Hagrid, Robin Williams si propose infatti per la parte non chiedendo in cambio alcun compenso, venne rifiutato a causa della richiesta della Rowling di un cast esclusivamente britannico.

8) Nella serie di romanzi il personaggio di Harry ha gli occhi verdi, mentre Daniel Radcliffe azzurri. Il giovane attore indossò inizialmente delle lenti a contatto che però gli provocarono un’allergia.

9) Si cercò di rendere anche Emma Watson più simile possibile a Hermione, che nel romanzo viene spesso presa in giro per i suoi incisivi troppo grandi. Nei primi ciak del film indossa infatti una protesi, che però le faceva risultare la recitazione particolarmente difficile, nelle successive riprese la protesi ai denti le venne tolta.

10) L’attore Richard Harris (Albus Silente) non voleva inizialmente entrare nel cast del film, ma quando la nipotina lo minacciò di non rivolgergli più la parola, lui accettò. La stessa cosa accadde tre anni dopo a Emma Thompson (Sibilla Cooman) che accontentò sua figlia.

11) Per la casa di Hagrid vennero creati due set, uno a grandezza normale e un altro di dimensioni più grandi con oggetti realizzati in scala, questo per rendere gli altri attori notevolmente più piccoli rispetto all’ambiente.

12) Per la scena del flashback in cui i genitori di Harry vengono uccisi, la sceneggiatura venne scritta da J.K. Rowling, in quanto l’unica a sapere cosa fosse successo quella notte. 

13) L’autrice fornì molte informazioni sui successivi capitoli all’attore Alan Rickman (Severus Piton), questo per rendere più semplice la sua interpretazione e spiegargli i tanti aspetti nascosti del suo personaggio.

14) Le scale del castello di Hogwarts che cambiano in continuazione, in realtà era solo una, moltiplicata poi al computer, lo stesso vale per tutti i gufi, ma non per le porte della banca Gringott, che erano realmente funzionanti.

15) Per alcuni interni vennero utilizzate delle vere location, tra cui la cattedrale di Gloucester, in Inghilterra. Questo sollevò moltissime polemiche in quanto secondo alcuni non era appropriato girare le scene di un film del genere in una cattedrale. Nonostante questo, il giorno delle riprese si presentò un solo manifestante. 

Conoscevate questi retroscena? Personalmente non saprei immaginare un altro attore nel ruolo di Hagrid, anche se devo ammettere che vedere Robin Williams nei panni del guardiacaccia di Hogwarts sarebbe stato interessante, e se fossi nei panni di Emma Watson staccherei un assegno alla mia insegnante per avermi convinto a fare il provino che mi ha cambiato la vita. Spero abbiate trovato interessanti queste curiosità, se è così, abbiamo ancora altri sette di cui parlare.

 

di Alessandro Bardaro

Commenti via Facebook

solodallamente

Nella prossima vita voglio rinascere in grado di scrivere biografie accattivanti, per il momento mi limito a confermarvi che sono troppo intelligente per essere anche bello e che nella vita quello che conta davvero è la pizza. Il mio animale guida è Taylor Swift, con la quale condivido la dote di essere odiato da tutti (a ragione).
Annunci

Comments (1):

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: