Ici la Croisette: terza puntata

ici la croisette

Ici la Croisette, terza giornata di trasmissione dal sole della Costa Azzurra. Inutile dirvi che qui se ne vedono di tutti i colori ma il pubblico non è mai sazio e vuole vedere sempre di più. Come, ad esempio, il tipo che, durante il red carpet di ieri, voleva vedere cosa si nascondesse sotto l’abito di America Ferrera, come Benigni sotto l’abito dell’Arcuri a Sanremo.

Sono sicuro che il pover’uomo volesse solo capire se fosse d’organza o taffetà la gonna della povera Ugly Betty. Che malpensanti che siete!

Ma venendo a noi, parliamo dei look che hanno sfilato ieri sul red carpet. Si sa che tutti ci tengono a fare bella figura davanti ai flash dei fotografi e cercare l’abito giusto è la prima regola. Il bianco e il nero sono la base per chi non vuole osare, come ci insegna Giovanni Ciacci a Detto Fatto, ma questo non vuol dire che siano infallibili. Infatti vediamo chi, usando il bianco e il nero, è stato promosso o bocciato in fatto di stile.

Blake Lively e Ryan Reynolds

Brangelina who? Non aveva certo bisogno di rinforzi Blake Lively però inutile dire che questa foto resterà negli annali dello stile come miglior look di coppia da red carpet, qui si fa la storia del costume. Semplicemente perfetti, entrambi in Gucci, ci stanno dicendo solo “inchinatevi al nostro passaggio, ignobili creature”. Promossi, anzi proprio laurea honoris causa.

Louise Roe

No, non è l’ex moglie di Raoul Bova ma la conduttrice di Plain Jane e Fashion star. E fa anche ridere che una che da consigli di moda a giovani disagiate affronti il red carpet come nemmeno fossimo nel 1957. Antica, lunghezza sbagliata, brutte increspature. Bocciata.

Rosario Dawson

Non è facile calcare il red carpet vicino alla coppia Reynolds-Lively, soprattutto da soli. Eppure Rosario Dawson, senza nè infamia nè lode, porta a casa una sufficienza con questo abito in pizzo di Dolce & Gabbana, decorato con fiori neri. Promossa.

Ayem Nour

L’attrice francese, classe 1988, sembra Giusy Ferreri a Sanremo nel 2011, quando decise di far vedere la ‘mercanzia’, ma che più che un bottino prelibato sembrava una serie di prodotti in scadenza dell’Esselunga. Quest’abito non lascia zone di non vedo, facendo vedere ogni singola (dis)grazia. Bocciata a vita.

Fuori concorso: Naomi Watts

Non è vestita nè di bianco nè di nero ma non potevo non dedicare poche righe all’eleganza e alla classe di Naomi Watts, una vera outsider del red carpet che difficilmente si fa cogliere in fallo. 45 anni e un fisico mozzafiato avvolto in un azzurrino abito di Marchesa, scalza Maria Giovanna Elmi dal posto di fata turchina. Impossibile darle un voto.

Anche per oggi è tutto, appuntamento al prossimo red carpet.

Commenti via Facebook

Leone Lewis

Il fatto che io sia nato il giorno della finale di Sanremo fa di me una di quelle promesse dell'Ariston non ancora mantenute. La mia vita la vivo in attesa di scendere quella scalinata di Gaetano Castelli, immerso nei fiori della riviera. Nel frattempo ho avuto la malsana idea di evangelizzare questo blog di dannati.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: