Il feticista delle puzze

Ben tornati miei cari in un accaldato episodio di MANiCURE! Questa settimana, finalmente, oltre a lamentarci del caldo torrido che ha invaso la penisola (STUDIOAPERTOLEVATI), possiamo ritornare alla routinaria programmazione di questa rubrica. Ovvero parlare di uomini strani e poco utili in cui il sottoscritto si è imbattuto. O come piace dire a me, ci sono andato a sbattere per poi scappare a gambe levate. E proprio con i primi caldi che esce fuori la tipologia dell’uomo di questa settimana, si perchè quando inizia la bella stagione lui inizia ad animarsi.

Il feticista delle puzze

Giorni fa mi sentivo con questo ragazzo, che nominerò per l’occasione Lemu, ovvero puzza in finlandese. Ecco, abbiamo avuto una piacevole conversazione su non so quale social network. Abbiamo parlato molto e di teatro, che assieme alle Spice girls sono uno dei miei passatempi principali. Lemu mi attenziona sul fatto che non ha una vera e propria passione, in realtà lui legge solo tantissimo. Veramente Lemu è un timidone,  visto che come tutti, anche lui ha una bellissima e interessantissima passione.

Decidiamo di uscire per un caffè, e ci becchiamo a Rione Monti. Più famosa in realtà per gli hipster e le birette. Ma vabbè a noi piace distinguerci. Dal vivo, Lemu, mi fa una buonissima impressione. Barbetta incolta, ma non troppo, occhi chiari e capelli castani. Mi sorride perchè mi riconosce subito quando arrivo. Rotto il ghiaccio con le solite presentazioni ci sediamo in piazzetta per il caffè.

Affrontiamo normali conversazioni di chi si vede per la priva volta. Anche se non posso fare a meno di notare che Lemu di tanto in tanto si passa le dita sotto il naso ed inspira. Decido che ognuno di noi ha dei difetti, e che questo in realtà non lo è affatto. Anche se lo rifa. Anzi, persiste proprio, ed ogni volta inspira più insistentemente. Ok lo ignoro subito e me ne dimentico immediatamente. Il tempo comunque vola, e Lemu è comunque prima di tutto una buona compagnia, perciò decidiamo di fare quattro passi, poi lui tornerà verso il lavoro ed io me ne tornerò a casa.

l

Passano una decina di giorni, durante i quali io e Lemu continuiamo a sentirci. Ci organizziamo per un secondo appuntamento, solo che questa volta la location è casa sua. Poco male. Lemu oltre che belloccio è ricchissimo! Nonostante i suoi 27 anni, in realtà ha già un’enorme casa con terrazzo vista Pigneto. Prendiamo un caffè sul mega terrazzo ed io penso per la prima volta che potrei perdutamente innamorarmi di lui, che in realtà ha un progetto molto meno ambizioso del mio, ovvero scopare. Carinamente mi prende la mano e mi trascina. La direzione è la camera da letto.

Nonostante Lemu non sia altissimo, è comunque dolcissimo e interessato a farmi sentire a mio agio. Quindi dopo avermi raccontato la storia della sua vita, finalmente mi dedica una limonata degna di nota. Insomma mi sembra chiaro che di li a poco ne avremmo fatte di bendonde. Ma il dramma, è sempre dietro l’angolo. Anzi, ce l’avevo molto più vicino. E bram. Nel giro di qualche secondo Moira Orfei con tutto il cucuzzaro poteva starsene a casa asap. E qui rinoto quel suo movimento con la mano. La ripassa sotto il naso ed annusa.

Qui insisto per la prima volta “Ma perchè fai così?” dico senza mezzi termini. “No nulla, e che… Io ecco… ho una specie di piacere aggiuntivo” dice serio. “AH bene bene!” Sentiamo: “Niente io fin da piccolo ho il feticismo degli odori. Mi fanno impazzire determinati odori molto forti, tipo quello dei piedi, di sudore. Ecco, me ne piacciono anche molti altri. Tipo che adesso impazzirei se tu mi facessi una scoreggia in faccia. Ti andrebbe?” dice sicuro di se. Ho capito benissimo, anzi avevo l’immediata necessità di scappare, perchè io non scorreggio in faccia alla gente mentre ci scopo. Non volutamente almeno.

Ok? Enough. Decido di riprendere in mano la situazione e con una scusa banalissima di andare via. Lemu, si stranisce e non poco. “Eddai, adesso non fare così! Adesso perchè mi piacciono le puzze vuoi farmela scontare andatone?” dice. “Ma no, adesso me ne vado perchè ho troppo da fare, e poi il dicorso delle puzze non c’entra niente. E’ solo che non posso più rimanere” esordisco molto convincente. Poi in realtà ho uno scoreggia party al quale non posso mancare. Ok. Piena. Intento a sopravvivere a quell’ennesimo  dramma, mi rivesto e mentre lo faccio gli attenziono la motivazione chiave. “NON MI PIACE, mi fanno schifo queste cose, quindi arrivederci!”

In realtà non l’ha smessa, anzi, ha cominciato una durissima conversazione su faccialibro, dove io avrei detto e fatto cose assurde, tutte utili e lo avrei solo illuso… Passo a bloccarlo Ma lui è un segugio ed anzi , “sono nel traffico non posso rispondere” non serve niente, anzi quando arrivo a casa inizia a mandarmi milioni di trilioni di messaggi su What’s App. Che ignoro.  Al termine volano parole grosse, ed io, chiedo a Lemu di lasciarmi definitivamente in pace.

Non mi ha più cercato da quel giorno. Anzi, io l’ho bloccato proprio su tutte le piattaforne quando mi appare un aggiornamento dalla sua pagina fan. Si perchè ha anche una pagina fan. “Finalmente le giornate si allungano ed io posso uscire”. Mi viene da ridere, pensandolo li che adesca persone con problemi di puzze di ogni genere e se li porta a letto. Inorridisco ancora un pò e provvedo a cancellare definitavamente anche quella pagina. La morale: Volete anche la morale? Nessuna morale, fate pace col sapone!

[Le puntate precedenti di MANiCURE]

Manicure Logo

[Il blog di Annabelle Bronstein]
[Segui Annabelle su Twitter]

Commenti via Facebook

Annabelle Bronstein

È davvero poco interessante sapere chi sono veramente. Mi sono laureato e subito dopo mi sono trasferito a Roma. Alla ricerca dell’amore. Quello con la A maiuscola, che ti fa battere il cuore e ti stende senza parole. Ma la ricerca, purtroppo, tutt’ora continua e io ho deciso, qualche tempo fa, di condividere con il web le mie avventure. E così è stato! Amante della musica pop, del cinema e del teatro, e col sogno nel cassetto di diventare una star a 360°, per ora non supero i 90! E mi diletto sulle pagine de Il Pisello Odoroso a farne di ben donde. Definito dai più come una puttan blogger, a me piace poco definirmi, e farne di più di ogni!
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: