Il giudizio demoscopico delle Sorelle Kermesse #1: FUORI-FUORI-FUORI!

La puntata di ieri sera di Che Tempo Che Fa del Festival di Sanremo 2013 è stata frizzante quanto una bottiglia di Coca Cola che rimane aperta per due settimane. Insomma, il punto più alto della serata è stato il momento in cui il pubblico di Amici di Maria De Filippi ha invaso il Teatro Ariston e, durante il divertentissimo monologo di Crozza, ha iniziato a urlare “Fuori! Fuori! Fuori!” come dopo un qualsiasi intervento di Platinette o di Fabiana del pubblico parlante.

Ogni cantante in gara ha presentato due canzoni e alla fine ne è sopravvissuta soltanto una. Ma siccome sappiamo tutti che queste cose le decidono quelli che comprano i call center per influenzare il televoto, ciascun giurato della nostra giuria di qualità e demoscopica formata dalle sorelle Kermesse ha indicato le sue tre preferite. Sulla base di queste preferenze e dei voti che il pubblico di Così è (se vi pare) esprimerà nel sondaggio a fine post, faremo la vera classifica delle canzoni più belle. Ecco a voi, subito dopo il salto, classifiche e commenti della serata (in parte recuperabili tramite il nostro live tweeting di ieri).

Annabelle Bronstein

Prima grande serata sanremese davvero piena di pathos. Ma andiamo in ordine: la scenografia non mi fa impazzire.  L’orchestra appesa lì dietro non mi dice niente, tutti questi sfondi su sfondi dopo un po’ mi danno noia e scusate: ma i fiori? Dove li hanno fatti finire i fiori? Vabbe’. Premettendo che Fazio non mi dispiace e mi piace la Litizzetto, la prima serata mi ha dato un senso di scollacciato. È tutto troppo lasciato nelle mani di lei che risolve. Non aggiungo nulla su Crozza che comunque è stato un gran Signore. Passando alle canzoni, ci sono alcune altamente improbabili perché veramente fuori dall’ottica sanremese. Altre invece, troppo.  La mia tripletta delle canzoni preferite al momento vede alla terza posizione Mengoni, in seconda Gualazzi e in prima Chiara. Nonostante un’ottima Maria Nazionale. Che è stata lì lì per spodestare Mengoni. In definitiva sono stati in troppi a non entusiasmarmi come Simona Molinari. Non ho capito una sillaba di ciò che ha cantato. Toto e il coro Russo (momento nostalgia azzeccato, ma doveva essere molto più breve), infine il momento gaio. Mi è piaciuto, ma due parole in croce gliele potevano far dire no? Comunque voto prima serata 6 stiracchiato. Ecco l’ho detto.

La classifica di Annabelle Bronstein:

  1. Chiara Galiazzo – L’esperienza dell’amore
  2. Raphael Gualazzi – Sai (ci basta un sogno)
  3. Marco Mengoni – L’essenziale

 

Ariel

Un riassunto della serata? Be’, Lucianina. Poi Crozza is the new Celentano, Totò Cotugno is the new Sara Tommasi e Maria Nazionale is the new vincitrice morale di questa edizione, per il coraggio dimostrato per essersi presentata in pubblico per aver cantato con tanta maestria al Festivàl della Canzone Italiana, in una lingua della quale non comprendo una parola.

La classifica di Ariel:

  1. Chiara Galiazzo – L’esperienza dell’amore
  2. S. Molinari e P. Cincotti – La felicità
  3. Marco Mengoni – L’essenziale

 

Ciuccia Mentine

Canzoni sotto tono per una serata sempre sul filo del rasoio. Voto complessivo della serata: 6 tirato tirato. Non è Sanremo se non c’è polemica dicono, ma potevano anche evitare. Aspetto la seconda serata, visto che i BIG VERI (Annalisa e Malika) canteranno domani! Á demain.

La classifica di Ciuccia Mentine:

  1. Marco Mengoni – L’essenziale
  2. Chiara Galiazzo – Il futuro che sarà
  3. Raphael Gualazzi – Sai (ci basta un sogno)

 

Fabry

Diciamo che rimpiango Belen e la Canalis, ed è tutto dire. Diciamo che Crozza poteva durare anche quella mezzora in meno. Diciamo che le canzoni, come dire, fanno un po’ cagare al cazzo. Diciamo che la Littizzetto utilizza la solita comicità finta volgare. Diciamo che Fazio ha lo stesso ritmo di mio nonno quando deve fare la colonscopia. Diciamo che me so rotto li cojoni tutta sera. Diciamo che Toto Cutugno, che voglia di criogenizzarti e non scongelarti più. Diciamo che il prodotto lo trovo di bassa qualità, e credo che le due edizioni precedenti lo superino di gran lunga.  Infine, per citare Sex and the City, alla domanda “Cosa pensi di questo Festival?” rispondo con: “La stessa cosa che pensi tu del botox: doloroso e non necessario.”

La classifica di Fabry:

  1. Marta sui Tubi – Vorrei
  2. Marta sui Tubi – Dispari
  3. Marco Mengoni – L’essenziale

 

Filodrama

Prima orrenda serata del Festivàl di Sanremo, e puLtroppo “orrendo” in questo caso non è un complimento. Fazio era divertente 15 anni fa perchè era un presentatore giovane che rompeva la tradizione con i vari Pippi Baudi e Mikes Bongiornos, mentre oggi fa cagare sangue. La Littizzetto è stucchevole e ripete sempre la stessa identica battuta con gli stessi tempi comici; gli ospiti sono una roba angosciante.

La classifica di Filodrama:

  1. Marco Mengoni – L’essenziale
  2. S. Molinari e P. Cincotti – La felicità
  3. Marta sui Tubi – Vorrei

 

Giogiup

Premessa. Sms che ho ricevuto da Giogiup alle ore 00.22 di ieri sera:

Sto tornado a casa ora ubriaco mi sono perso molto? Ora guardo le esibizioni e poi ti dico.

Qualche minuto dopo mi perviene il suo commento:

Maria Nazionale una bomboniera. Solo Francesca Cipriani avrebbe potuto vestirsi peggio. Trucco tipico smokey Cliomakeup.  Un mix tra Francesca Cipriani e Jessica Rabbit. Canzone in lingua straniera che non capisco, ma che sento di amare. Mi identifico completamente nelle sue forme.

La classifica di Giogiup:

  1. Maria Nazionale – È colpa mia
  2. Marco Mengoni – L’essenziale
  3. S. Molinari e P. Cincotti – La felicità

 

L’altro

Niente per ora che regga il confronto con sanremo 2012. Aspettiamo la divina Annalisa nonchè mia sorella astrale per qualche emozione in più.

La classifica de L’altro:

  1. Chiara Galiazzo – Il futuro che sarà
  2. Raphael Gualazzi – Senza ritegno
  3. Marco Mengoni – Bellissimo

 

Matteowolk

Il festival di Sanremo nella sua prima serata non decolla. Fazio e Littizzetto ce la mettono tutta per infondere un po’ di brio allo show ma lo sbadiglio è sempre dietro l’angolo, colpa anche della formula che assegna ben due canzoni ad ogni cantante in gara.  Pollice su: il look di Mengoni, l’intervento dei due ragazzi gay presto sposi e la pubblicità trashissima Coconuda con Anna Tatangelo. Pollice giù: le stecche dei Marta sui tubi, il noioso swing del duo Cincotti – Molinari e l’intervento decisamente troppo lungo di Crozza.

La classifica di Matteowolk:

  1. Chiara Galiazzo – L’esperienza dell’amore
  2. Marco Mengoni – L’essenziale
  3. Chiara Galiazzo – Il futuro che sarà

 

E infine la classifica di Signor Ponza:

  1. Chiara Galiazzo – L’esperienza dell’amore
  2. Marco Mengoni – L’essenziale
  3. S. Molinari e P. Cincotti – La felicità

 

Al momento, la giuria delle sorelle Kermesse ha dato origine a questa classifica provvisoria:

  1. Marco Mengoni – L’essenziale
  2. Chiara Galiazzo – L’esperienza dell’amore
  3. Chiara Galiazzo – Il futuro che sarà
  4. S. Molinari e P. Cincotti – La felicità
  5. Marta sui Tubi – Vorrei
  6. Maria Nazionale – È colpa mia
  7. Raphael Gualazzi – Sai (ci basta un sogno)
  8. Raphael Gualazzi – Senza ritegno
  9. Marta sui Tubi – Dispari
  10. Marco Mengoni – Bellissimo

Ora tocca a voi esprimervi, scegliendo nel sondaggio qui sotto la vostra canzone preferita della prima puntata. E ovviamente aspettiamo tutte le vostre impressioni nei commenti al post.

Commenti via Facebook
Signor Ponza
Seguimi

Signor Ponza

Founder & Editor at Signor Ponza Blog
Sono bravo in molte cose, tra queste non c'è "scrivere bio".
Signor Ponza
Seguimi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: