Il mondo va a rotoli, e la colpa è dei giovinastri

Il mondo va a rotoli, e la colpa è dei giovinastri.

La rubrica di (f)Relex si apre con una considerazione che fa molto ottuagenario, ma in realtà chi vi parla è un’arzilla quasi trentenne. Il fatto che sia così disillusa dalle generazioni future l’ho già in parte spiegato qui, ma oggi mi sono resa conto che i trentenni se la possono ancora cavare. Dopotutto, noi abbiamo quasi tre decadi alle spalle. Noi abbiamo iniziato ad usare i computer quando ancora c’era DOS. Noi sappiamo chi siano i Boyzone. Insomma, le nostre credenziali sono apposto.

Tutto OK

Coloro che invece NON SONO AFFATTO APPOSTO sono quelli che oggi hanno sedici / diciotto anni. I pischelli. I nuovi giovani. Sono loro la vera rovina del Paese, e tutto questo mi è parso evidente nella sua brutalità analizzando alcuni loro atteggiamenti. In definitiva, come è possibile che una nazione possa avere futuro quando coloro che la governeranno tra circa dieci/quindici anni:

  • Sono manchevoli di vertebre. Fateci caso, ma tutti i ragazzi di quell’età sono nati con una malformazione piuttosto evidente. Non riescono a sedersi in maniera normale, assumono posizioni innaturali, e con “innaturale” intendo con la schiena appoggiata dove dovrebbe starci il culo. Se vi capita di essere sui mezzi pubblici e dovervi sedere in fronte a loro, li vedrete rientrare con difficoltà nella forma originaria di homo sapiens, abbandonando lo stato di lombrico a cui pensano di appartenere. Servizio sanitario nazionale, mi leggi? Bulloni nei dorsali per tutti gli under 20?
  • Non distinguono la propria testa da un prepuzio. Altrimenti come si spiega il fatto che portino il cappello come se fosse una specie di glande? Ci possiamo fidare di una generazione che si sta auto denunciando come portatrice di un messaggio inequivocabile: Siamo delle teste di cazzo ?

Cattura

  • Non riusciranno MAI a terminare gli studi. Diciamoci la verità: le nuove leve non sono delle cime; siamo NOI gli ultimi miracolati del genere umano, non vorremo competere con persone che sanno chi sia Selena Gomez ma ignorino l’esistenza delle All Saints? Appunto. Non potranno MAI laurearsi, avere un futuro perché sono impossibilitati a suggerirsi durante i compiti in classe o gli esami. Questo è dato da una malformazione alla laringe che li costringe ad urlare, qualsiasi cosa stiano dicendo. Provate a sedervi a fianco di un gruppo di sbarbati, e capirete cosa intendo. “OH ZIO,DOVE MINCHIA DOBBIAMO SCENDEREEEEEE?” / “OH, BELLAAAAAAA!” / “OH, ABBASSI IL FINESTRINOOOOOOOO?” Amplifon, qui c’è lavoro per voi. Garantito.
  • Passano i tre quarti della loro esistenza a tirarsi alternativamente giù o su i pantaloni. So benissimo che tutti abbiamo passato quella fase in cui i jeans non erano mai abbastanza calati o non riuscivano a coprire decentemente il didietro (Hi Madonna, love your jeans here).
  • JeansIl problema è che questa generazione è veramente disperata e non riesce a darsi pace. Gente che ravana tra le gambe per capire a che altezza debbano rimanere i jeans, ragazze che ad ogni respiro hanno il culo scoperto, rivelando la fessura posteriore e facendole sembrare degli sportelli pago bancomat ambulanti. Pensate che strazio, che difficoltà passare tutto quel tempo con le mani ficcate dietro. È OVVIO che poi non abbiano tempo per pensare ad altro, chessò, gli studi, il futuro, la tinta corretta.

Mi sento di lanciare un appello. Dobbiamo fare qualcosa per salvare le prossime generazioni, o perlomeno facciamolo per salvare i nostri occhi da questo

ragazza1

questo

ragazza2

e questo.

ragazza3

È un caso che fenomeni come Violetta stiano esplodendo proprio ora? Io non credo proprio. Meditate gente, meditate.

Freflex Logo

Commenti via Facebook

Wannabefre

Credo nell'ironia e nel sarcasmo come armi per conquistare il mondo.

Sognavo di fare il prete, ma poi ho finito per studiare economia. Se però mi chiedete cosa sia il cuneo fiscale io vi rispondo che cuneo lo potete dire a vostra sorella, razza di maleducati.

Vivo di pasta, sushi e Nutella sui biscotti di pastafrolla, pertanto credo che le persone che non mangiano siano meschine e abiette.

Sono una figa, perché oltre ad avere gli occhi verdi e una faccia che si abbina ai centrotavola fatti all'uncinetto, so anche la tabellina del cinque a memoria. Il mio sogno di vita è essere pagata per trasformare ossigeno in anidride carbonica.
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: