636677.8dd5717.d2017444d5964f338385d63985e4c44b
Il blog del Signor Ponza

Il netto peggioramento qualitativo del pubblico dei cinema italiani

Ultimamente sto frequentando spesso le sale cinematografiche. Anche se non sono mai stato un grande cinefilo, negli ultimi mesi ci sono stati molti film, più o meno trash, che hanno suscitato la mia attenzione. Questa volta però non mi voglio lanciare in qualche improbabile recensione, ma vorrei porre la vostra attenzione sul pubblico che affolla i cinema (soprattutto i multisala) nostrani.

Non so se anche voi avete notato questa tendenza, ma io e i miei amici abbiamo riscontrato un netto peggioramento della qualità degli spettatori, forse non solo dovuto al fatto che frequentiamo i multisala delle periferie zarre di Milano.

Tra i tanti comportamenti ormai diventati insopportabili, mi permetto di segnalare:

  • la tendenza che ha ormai la gente di far salotto fino a circa mezz’ora dall’inizio del film, come se non avessero realizzato che i trailer sono finiti;
  • ma anche le allegre conversazioni che si fanno durante i trailer;
  • la gente che ride sguaiatamente durante il trailer di Box Office 3D, il nuovo film di Ezio Greggio (!);
  • la gente che ride sguaiatamente nei punti dei film che NON fanno ridere;
  • la mancata sommossa popolare nei confronti dei gestori delle multisala che tengono l’aria condizionata a circa 10°C quando fuori ce ne sono circa 40 (forse vogliono ricreare il set di Happy Feet, chissà).
E sicuramente ho dimenticato qualcosa.
Commenti via Facebook
Signor Ponza
Seguimi

Signor Ponza

Founder & Editor at Signor Ponza Blog
Sono bravo in molte cose, tra queste non c'è "scrivere bio".
Signor Ponza
Seguimi
Annunci

Comments (26):

  1. Watkin

    8 settembre 2011 at 12:12

    Pensa che io avrei pure messo in elenco l’insopprimibile necessità di alzarsi, e rimanere in piedi per mettersi il giacchettro tra mille impedimenti, appena svanisce l’ultima scena e iniziano i titoli di testa. Comportamento BARBARO. Ma se penso che c’è chi ride al trailer Box Office 3D, tutto al confronto scompare.

    Rispondi
    • Signor Ponza

      8 settembre 2011 at 17:11

      Anch’io non capisco e non tollero questo comportamento. Anche perché solitamente quando si va al cinema, dopo non si hanno grandi programmi o appuntamenti che richiedono di svignarsela in due minuti.

      Rispondi
  2. Lord

    8 settembre 2011 at 12:17

    Io ci metterei anche le stesse sale cinematografiche (le così dette multisala superteconologiche) che scrivono sul biglietto “prima della programmazione ci saranno 20 minuti di pubblicità” e poi invece ne fanno 45. Ecco, trovo che sia una cosa barbara e pretendo di parlare con il direttore! Lo sai che possono anche rimborsarti il costo del biglietto per una cosa simile?

    E poi se avessi la vista laser come Ciclope degli X-Men, ucciderei quelli che a mezz’ora dalla fine del film iniziano a guardare impazientemente l’orario sul cellulare, illuminando a giorno il suo sedile.

    Rispondi
    • Signor Ponza

      8 settembre 2011 at 17:18

      Sì, per altro per le persone vecchie dentro come me, andare al secondo spettacolo vuol dire andare a vedere un film che invece di cominciare alle 22,30 come da orario, iniziano almeno alle 23 e a me poi l’abbiocco viene naturale.

      Rispondi
  3. eli

    8 settembre 2011 at 15:39

    Io avevo trovato l’antidoto: proiezioni pomeridiane ed oculata scelta di film d’essai di registi polacchi morti suicidi in sale cinematografiche popolate solo da individui sociopatici. Credimi: funziona.
    (e per restare in tema stasera vado all’anteprima di Super8 di quel genio di JJ Abrams! ^_^)

    Rispondi
    • Signor Ponza

      8 settembre 2011 at 17:23

      A me quel film mette ansia già solo dal trailer. Per cui mi limiterò a leggere le vostre recensioni e i vostri racconti.

      Rispondi
  4. Robba12

    8 settembre 2011 at 16:25

    gente che sghignazza anche su film tristissimi, non li sopporto proprio…

    Rispondi
    • Signor Ponza

      8 settembre 2011 at 17:27

      Sì mi smontano tutti i momenti lacrima che mi vengono durante i film tristissimi.

      Rispondi
  5. Ale

    8 settembre 2011 at 20:42

    Qualcosa hai dimenticato. Ma è solo il mio piccolo parere: “ai miei tempi” il cinema era uno degli svaghi ineguagliabili. Il sabato sera con la compagna/o di turno, col giornale pomeridiano alla pagina dei cine, la pizza dopo o a casa di Mario a riparlarne. La domenica pomeriggio nelle vie dove in fila i grandi locali con le loro locandine aspettavano noi che tutti fuori aspettavamo l’apertura per il primo spettacolo. Dimenticavo: i bei film, le boiate clamorose, un pugno di dollari, la maestra del ginnasio, il sssss….t “e basta!”, in fondo abbracciati e… purtroppo si poteva anche fumare… insomma vai al cinema che è ancora un avvenimento, se il film lo merita. I trailer? già una volta c’era la Settimana Incom!

    Rispondi
    • Signor Ponza

      9 settembre 2011 at 14:42

      Io ho fatto a tempo a vivere ancora i tempi in cui per vedere che spettacoli c’erano si guardava la pagina del cinema del Corriere. Ora invece tutto internet e iphone, aumentando il mio autismo. 😀

      Rispondi
  6. fabry_

    8 settembre 2011 at 22:28

    Ti sei dimenticato di me, ovvero quel genere di persona che compra un quintale di caramelle e che la senti ruminare fino a fuori dal cinema a proiezione conclusa.

    Rispondi
    • Signor Ponza

      9 settembre 2011 at 14:42

      Non potrei mai criticarti perché pure io amo imbottirmi di caramelle che poi mi fanno stare malissimo.

      Rispondi
  7. enrico

    9 settembre 2011 at 08:39

    Avendo un ragazzino di 10 anni vado prevalentemente a vedere certi film (l’ultimo, Cars 2 e KunfuPanda). Se vado al primo spettacolo dopo cena, cammino su un pavimento di pop corn lasciati dal pomeriggio. Per il resto concordo con te

    Rispondi
    • Signor Ponza

      9 settembre 2011 at 14:42

      Sì, ecco, se guardiamo anche all’aumento dei prezzi del biglietto, un po’ più di pulizia dovrebbe essere il minimo!

      Rispondi
  8. falcon82

    9 settembre 2011 at 09:17

    La gente che parla durante i trailer merita di essere bannata. Dalla vita

    Rispondi
  9. Guady

    9 settembre 2011 at 09:47

    ah ecco, ora ricordo perchè non vado al cinema!
    …no, aspè, non era per quello…. era perchè mi addormentavo sempre e le poltoncine son troppo scomode per dormire bene!
    si si era questo il vero motivo!!!

    Rispondi
    • Signor Ponza

      9 settembre 2011 at 14:44

      Non tocchiamo questo tasto che mi prendono già in giro a sufficienza! 😀

      Rispondi
  10. Akio

    9 settembre 2011 at 12:51

    per evitare il problema vado al cinema il lunedì pomeriggio (finora ho visto che funziona abbastanza)
    ps. ma tu riesci a collegarti con la pagina dei mba per votare? io sono due giorni che ci sto provando!

    Rispondi
    • Signor Ponza

      9 settembre 2011 at 14:45

      Ho fatto la prova stamattina e ci riesco. Però ha fatto un po’ di fatica a caricarsi.

      Rispondi
  11. wiwipedia

    9 settembre 2011 at 19:47

    ricordo la vigilia di natale di due anni fa quando andai a vedere madagascar; quelli davanti a noi avevano il pandoro della bauli con il mascarponeeeee, oh yeah.

    Rispondi
    • Signor Ponza

      11 settembre 2011 at 11:38

      Che penso sia la cosa più buona su questo pianeta. Io sicuramente mi sarei unito a loro. 😀

      Rispondi
  12. Giulio GMDB©

    10 settembre 2011 at 23:08

    Sarà che vado in giornate ed orari improbabili ma in genere trovo sempre le sale semivuote.
    L’ultima volta che sono andato al cinema durante il w-e, avrei voluto fare una strage. Da quella volta sono passati svariati anni…

    Rispondi
    • Signor Ponza

      11 settembre 2011 at 11:38

      Io purtroppo alla fine per questione di comodità ci capito sempre nel weekend e probabilmente questo amplifica il tutto, compresa la mia voglia di fare una strage a sangue freddo.

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: