Il tallone da killer dei talent, del #GF13 e di Berlu in TV.

Untitled-1

 

Cari little brainers amanti del trash, bentrovati nella pattumiera de Il Ballo Del Cervello! In questo articolo cercherò di analizzare con voi i fattori che fanno sprofondare inesorabilmente lo share dei talent, dei reality e di Silvietto che saltella da un salottino del Biscione all’altro, giù giù giù, come se fosse un programma random di Paola Perego. Ci avete creduto, eh?

No, questa settimana ho tantissimo materiale, ma così tanto che parlerò sempre dei soliti tre-quattro argomenti di cui parlo da due mesi a questa parte con i classici cinque-sei costrutti che conosco + batuttine random, e vi sembrerà di stare in una puntata qualsiasi di Pomeriggio 5, che si ostina a trattare sempre delle stesse cose 6 giorni su 7 finchè il pubblico non si rompe gli zebedei oppure quel qualcuno di cui si parla viene ritrovato morto e quindi non si può più continuare lo sciacallaggio.

Iniziamo subito a parlare di nostra regina dei pomeriggi, delle domeniche, delle fictions, dei reality, del trash supremo Barbarella Fucking D’Urso.

 

È stata l’ennesima settimana trionfale sotto il piano degli ascolti per la nostra Kween, che ha ASFALTATO la concorrenza dell’agenzia Presta sulla prima rete nazionale; anche se registra il programma una settimana prima e il suo faccione va in onda su Canale 5, trattando 5 giorni su 5 di messa in onda il caso della scomparsa di Elena Ceste (“Chi L’Ha Visto?” non ci basta, evidentemente), mentre lei è spaparanzata sul lettino della filippina che le fa la manicure ad cazzum ogni giorno, il pubblico continua ad amarla e idolatrarla come una puttan pop su twitter. E fate bene!

Ma anche la nostra Barbie non è esonerata dalla dura legge dello share, e, quando sbagli l’argomento, il pubblico fugge verso reti sconosciuti e trashless.

È avvenuto ciò domenica scorsa: la curva degli ascolti della nostra Barbarella volava in solitaria verso il 17% di share, quando ci siamo visti spuntare davanti a lei, incredibilmente impassibile e muta, un professore di diritto costituzionale che ha iniziato a parlare a ruota libera di qualcosa tipo leggi, voto, Presidente della Repubblica e comunisti e che ha fatto scivolare l’auditel a un misero 11%.

Ha ragione Barbarella a dire che non è andata realmente così: il pubblico di Domenica Live è scappato perchè, nello stesso momento in cui appariva in video l’ex Cavaliere, stava andando in onda la prima puntata dei Cervelli Stonati su Radio Stonata, ed io sparavo un sacco di cacchiate anche lì; non posso farci nulla se ho un seguito così numeroso da togliere il pubblico a conduttrici di successo!

Anyway, il tallone da killer di Berlu, in questo caso, è stato l’aver costretto gli italiani a sorbirsi una lezione di diritto di un’ora e mezza; ma ti pare che io, che ho scelto il liceo scientifico apposta per non dovermi ingarbugliare in discorsi di leggi, parlamento e compagnia bella, debba perdermi i Cervelli Stonati per ascoltare la tua bella lezioncina da lavaggio dele menti?

 

Ma Barbarella ha saputo tirar fuori una domanda iconica, UNA, che ha riconquistato tutto il pubblico che era scappato via: ha mescolato la crisi degli italiani al cagnolino di Berlu, Dudù, e ha chiesto al suo datore di lavoro la posizione riguardo le difficoltà che i possessori di un animale devono affrontare per il mantenimento dei loro amici a quattro zampe. Io ho avuto i brividi. Che dire Barbarè? Mi inchino, e..


In collaborazione con la mia regina della televisione italiana, abbiamo pensato che è arrivato il momento di conquistare – di nuovo, dopo DolceAmaro – anche il panorama musicale, ed ecco che lanciamo qui, in ESCLUSIVA, il tormentone di questa estate: è il mio primo singolo, ed abbiamo deciso di unire il tormentone musicale di nostra regina Queen Neyde con il tormentone televisivo di Queen B, il CLOB tanto citato domenica scorsa da Silvietto, e tanto amato da noi utenti di twitter.

(Spero che i miei colleghi Renato e Gippì non siano cattivi nella loro recensione musicale settimana prossima) #promo

 

Ma torniamo alla tv: altro tallone da killer per lo share della nostra Barbarella è il #GF13, che Pier Silvio le piazza lì, come un pomodorino fra i denti dopo aver mangiato un pezzo di focaccia, ma che lei accetta di trattare sempre con molto piacereinvece.

Il salotto di Pomeriggio 5 è stato teatro del re-incontro/scontro tra due Leonardo Tumiotto, ex di Chicca, concorrente del GF, e l’opinionista del reality, Vladimir Luxuria, nonchè campo di preparazione per Barbie per la conduzione della nuova edizione de L’Isola Dei Famosi, che andrà in onda sulla rete ammiraglia di Mediaset, con lei presumibilmente a fare da padrona di casa. (I due ospiti, infatti, avevano entrambi partecipato alla sesta edizione dell’Isola, su Rai 2.) Come succede sempre nei programmi della D’Urso, dopo 40 minuti di battutine, scontri, filmati con Adele in sottofondo e hype ingiustificato della conduttrice, ti ritrovi a non aver capito na mazza e il proseguimento della discussione viene rimandato a data X, giusto per non sprecare ‘na cartuccia, altrimenti di che parla poi Barbarella?

 

Motivo dello scontro è stata la puntata di lunedì scorso del GF, in cui Chicca è stata sottoposta alla macchina della verità per capire se, fra tutte le puttanate che spara, almeno una sia ponderata nel suo cervelletto. Siccome noi: 1) quando sentiamo il nome di Chicca reagiamo così

 

e 2) Roberta Bruzzone where you at?, ci andiamo a recuperare una perla trash che risplende nell’oscurità della noia del GF:

 

La casa di Cinecittà è ormai aperta da oltre 60 giorni, il che significa che tra meno di un mese e mezzo conosceremo il vincitore di questa edizione, con sommo dispiacere da parte di tutti

e pian piano gli autori il pubblico sovrano da casa ha fatto fuori tutte le potenziali vipere che avrebbero potuto regalarci show degni di una puntata di wrestling; ultima fra tutte, Mia, che – parer mio e della mia opinionista di fiducia @desinella – non ha brillato nella presenza in casa e nel carattere, però aveva ottime chances per essere l’erede al trono di Federica Rosatelli.

 

Venute a mancare le rigide regole a cui le prime edizioni ci avevano abituato, con concorrenti che rientrano in casa per chiarirsi (leggi: strillare) con quelli ancora in gioco, con parenti a destra e a manca che toccano e abbracciano i loro cari e con prove settimanali che vedono coinvolti più o meno l’equivalente di una barca di naufraghi diretta Lampedusa (Vladimir, non leggermi, please), una conduttrice sempre più ameba e poco coinvolgente,

il tallone da killer di questo #GF13 è proprio il non voler tornare a quelle origini tanto sbandierate a inizio edizione, al voler far continuare il Grande Fratello su altri canali, in altri trasmissioni, disperdendo l’interesse del telespettatore, che preferirebbe magari concentrarsi seguendo un’unica trasmissione il lunedì sera.

Altra nota ovviamente negativa, che va da sè, è il cast, mentre possiamo salvare a pieni voti la Vladi, che ha egregiamente sostituito – io direi anche superato – l’Alfonsa dei nostri cuori.

 

Altro programma, stesso tallone.

 

#Amici13 prosegue col suo volersi porre come varietà del sabato sera – con siparietti comici alla C’è Posta di Greggio e Iacchetti, ti prego Maria, BASTA – con una giuria, sì, magari anche simpatica, ma poco o per nulla competente, e un cast molto piatto, con gara pressoché assente. I Dear Jack volano verso il titolo di vincitori di questa edizione, assieme ai compagni di squadra Nick – pupillo di Maria fin dal pomeridiano, quando si inventava i simpaticissimi siparietti con Zerbi, pur di dar visibilità al ragazzo, e anche di Sabrinona:

– e Giada, che continua a essere in gara presumibilmente per trovare una casa discografica a cui sbolognarla. Dall’altro lato: unica cantante donna che sicuramente arriverà in finale, Debora, e Paolo, di cui speriamo di liberarci presto perchè..

 

Non mi esprimo sul circuito ballo, perchè sono abituato a guardare la danza tecnica e perfetta di Britney a Las Vegas e sarei troppo cattivo con i concorrenti.

Apprezzabile lo sforzo, sabato scorso, di metter su un siparietto-rissa tra i due coach delle squadre: Moreno sempre più nel ruolo dell’antipatico della classe che vuole far notare gli errori degli altri pur di avere mezzo voto in più nel compitino; Bosè che è in Italia da trent’anni e ancora dobbiamo sottotitolarlo per capire cosa voglia intendere quando parla. Io spero che Maria, nella prossima puntata, in onda eccezionalmente domani, domenica 4 maggio – per sfignarsela dallo scontro con la finale di Coppa Italia, dopo aver perso per la prima volta dopo 6 anni di imbattibilità al sabato sera contro Antonella Clerici – coinvolga anche i professori e che si riaccendano le risse epocali tra la Celentano e Garrison e la Di Michele che spala merda su chiunque non le piaccia.

 

 

Questa settimana niente The Voice, perchè, ragazzi, mica c’era la suora, e quindi who cares?

Io vi rimando alla pagina tumblr di Trash Factor, dove potete trovare tutte le gif del #GF13 e di #Amici13 che non son riuscito ad inserire nell’articolo (solo quelle di Sabrinona meritano il click, sono very cool), a quella del nostro amico @Fab91, se non volete sentire la mancanza di Raffaellona questa settimana e vi dò appuntamento domani, su Radio Stonata, per un nuovo appuntamento con noi, Cervelli Stonati. Pare che entrerà in rotazione il mio primo singolo featuring Berlu! xoxo!

 

Untitled-1 (2)

 

Commenti via Facebook
capatesuspigolo

capatesuspigolo

Mi esprimo meglio con le immagini che con le parole e per questo tutti i piani tariffari mi stanno stretti. Ho il terrore di diventare un poraccio inconsapevole come Federica Panicucci e spero che Barbara d'Urso mi guidi nella retta via dei 100% cretini e contenti.
capatesuspigolo
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: