636677.8dd5717.d2017444d5964f338385d63985e4c44b
Il blog del Signor Ponza

I’m As Free As My Hair

Ore 7:45 di sabato mattino. Suona la sveglia.

Nei primi istanti successivi al risveglio, mi chiedo chi sono e dove mi trovo. Ma questo credo sia normale. Successivamente mi convinco che sia un giorno qualsiasi della settimana e mi domando quale sia l’inutile impegno lavorativo che mi costringe ad alzarmi dal letto. Dopo poco realizzo che in realtà ho puntato la sveglia di sabato mattino perché ho deciso (probabilmente sotto l’effetto di alcol e stupefacenti) di prendere appuntamento alle 9:30 per tagliarmi i capelli.

Ormai i miei capelli erano diventati così voluminosi che a breve mi sarebbe toccato pagare l’IMU. Quindi ho deciso di rivolgermi a una delle catene di parrucco più top che ci sia, in centro a Milano. Alle 9:30 di sabato mattino.

Arrivo. Mi fanno accomodare. Mi offrono il caffè. Poi passiamo a una rapida consulenza per cercare di capire come agire sulla mia cofana. E poi si cominica. Il lavaggio, lo shampoo con massaggio alla testa, il taglio, la rifinitura, il nuovo lavaggio, l’asciugatura. E poi eccoli lì i tuoi “nuovi” capelli, nello specchio. Son sempre loro, leggermente sistemati, ma sempre così problematici. Né lisci, né ricci. Una via di mezzo ingovernabile che in confronto governare la Grecia è una passeggiata.

E poi arriva il conto: cinquantun euro. 51. 5-1. Sì.

A quel punto ti ricordi che non è tanto una questione di parrucchiere, ma di capelli. Quindi non cambierà mai e devo farmene una ragione, non c’è Yuko Yamashita che tenga. La prossima volta torno a tagliare i capelli dal barbiere Alfonso.

Commenti via Facebook
Signor Ponza
Seguimi

Signor Ponza

Founder & Editor at Signor Ponza Blog
Sono bravo in molte cose, tra queste non c'è "scrivere bio".
Signor Ponza
Seguimi
Annunci

Comments (26):

  1. Pier(ef)fect

    11 giugno 2012 at 12:52

    O_____O 51 euri per dei capelli non li spenderei nemmeno se avessi da buttarne!
    1 perchè ricrescono 2 perchè se mi facessero un taglio diverso dal solito non saprei più sistemarli che pure io ho la cotonatura che fa provincia…

    Rispondi
    • Signor Ponza

      12 giugno 2012 at 10:38

      Sono passati due giorni e sono già in crisi, non riesco più a gestirli.

      Rispondi
      • Pier(ef)fect

        12 giugno 2012 at 18:37

        appunto… l’ultima volta in meno di un mese avevo una frangia che nemmeno antonella clerici… 10 euro e via, altro che u.u

        Rispondi
        • Signor Ponza

          12 giugno 2012 at 23:13

          Ora sono costretto a non mangiare per almeno due settimane.

          Rispondi
    • Signor Ponza

      12 giugno 2012 at 10:44

      Ma almeno fate colore, messa in piega, colpi di sole, restauro, trucco parrucco! Il mio era un semplice taglio.

      Rispondi
  2. duhangst

    11 giugno 2012 at 13:42

    Madoninna… Faccio bene io che ormai li 3 mm… e faccio da solo!

    Rispondi
    • Signor Ponza

      12 giugno 2012 at 10:47

      Se io stessi bene coi capelli rasati, andrei di macchinetta tutta la vita. Peccato che invece sono orrendo!

      Rispondi
  3. Filo

    11 giugno 2012 at 15:46

    CINESI.
    Who run the world? (CINESI).

    Rispondi
  4. Giulio GMDB

    11 giugno 2012 at 19:00

    E qua noi pelati ci prendiamo la nostra rivincita!!! 😀

    Da 15 anni abbondanti ormai ho il mio barbiere di fiducia che non ha bisogno nè di appuntamenti nè di pagamenti: mia moglie che, armata di un tosacapelli pagato a suo tempo 100.000 lire, in 10 minuti mi rende presentabile 🙂

    Rispondi
    • Signor Ponza

      12 giugno 2012 at 11:42

      Io se fossi presentabile coi capelli rasati lo farei comunque! E’ la soluzione migliore e più economica

      Rispondi
  5. Roberto ®

    11 giugno 2012 at 19:09

    Tu sei pazzo!! Certi posti fosse per me farebbero la fame!!

    Rispondi
    • Signor Ponza

      12 giugno 2012 at 11:43

      Ho avuto un cedimento, mi sono convinto che un taglio di capelli potesse farmi diventare belissimissimo.

      Rispondi
  6. Jefferson Howard

    12 giugno 2012 at 11:36

    Come ti avevo anticipato, il mio parrucchiere batte il tuo 3-0. Appuntamento alle 15, 10€ e passa la paura, taglio di buona fattura da parte del parrucchiere amico che @Valeriuo se ne è innamorato. A conti fatti ti conviene venire a Roma. Se vuoi ti prendo un appuntamento

    Rispondi
    • Signor Ponza

      12 giugno 2012 at 11:46

      Prima dell’estate allora farò un salto a Roma per sistemarmi la testa. Contando trasferta + taglio mi sa che comunque risparmierò!

      Rispondi
  7. Federico

    12 giugno 2012 at 19:35

    Pazzo! Il mio cuore è diviso tra le due catene più trendy (no, anzi, cheap) di Berlino: “XL Cut” (perché mi piace il nome) e “Haarwerkstatt” (paghi 12 Euro, ma ti devi asciugare i capelli da solo: VITA VERA).

    Rispondi
    • Signor Ponza

      12 giugno 2012 at 23:14

      Scusa la banalità da terza media, ma la prima sembra proprio un film porno! 😀

      Rispondi
  8. fabry_

    13 giugno 2012 at 15:11

    Che poi Ponza, non vai più da Le garçcons de la rue?

    Rispondi
      • Signor Ponza

        13 giugno 2012 at 23:37

        E’ che mi scoccia A) andare da solo B) dover prendere l’appuntamento

        Rispondi
  9. Ipsoas

    13 giugno 2012 at 19:17

    Ahah, va beh… Già che ti hanno offerto il caffè quando sei entrato avrebbe dovuto farti sorgere qualche sospetto. È come quando porti la macchina a fare il tagliando e ti offrono due biglietti ATM per andare a lavoro e ritornare alla sera… La tegola in testa ti attende dietro l’angolo (398 euri di revisione).

    Fedele al barbiere Angelo. 18 euro con fattura, barba e capelli.

    Ps. Non andate dai cinesi, usano prodotti che se sapeste cosa c’è dentro non li regalereste manco al vostro vicino di casa che vi sveglia ogni mattina con la doccia delle 5
    🙂

    Rispondi
    • Signor Ponza

      13 giugno 2012 at 23:58

      Ora voglio sapere tutti i dettagli scabrosi sui Cinesi!

      Rispondi
      • Ipsoas

        14 giugno 2012 at 12:31

        Ahah, a parte che si stima che il 45% dei commercianti cinesi per non pagare un secondo affitto viva (mangi, dormi, caghi) nello stesso locale dove la mattina esercita la sopracitata professione?

        Ok. Ti cito che quasi ogni giorno la guardia di finanza e gli uffici di igiene pubblica sequestrano quintali di prodotti estetici nocivi in possesso dei cari cinesini. Prodotti non conformi alle più elementari norme europee, contenenti sostanze cancerogene per la pelle ed importati tramite navi container direttamente dall’oriente.

        Ad esempio…Hai presente il latte in polvere contente melamina a badilate che l’anno scorso ha mandato centinaia di migliaia di bambini in ospedale con le ossa in poltiglia? Ecco.
        Considerando che son arrivati ad avvelenare il latte che davano ai loro figli per trarne guadagno… secondo te cosa ci possono mettere negli shampoo che usano per lavare i capelli ad un italiano per 5-8 euro?

        Think about 😉

        Rispondi
        • Signor Ponza

          15 giugno 2012 at 12:54

          Bene bene, buono a sapersi. Da #TeamCinesi, passo a #TeamBarbieriMeridionali, questo è poco ma sicuro.
          Ho anche sentito storie al limite dell’horror che riguardano i ristoranti cinesi, ma non voglio pensarci visto che ogni tanto li frequento.

          Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: