636677.8dd5717.d2017444d5964f338385d63985e4c44b
Il blog del Signor Ponza

In tempi di crisi, ci salverà un app per l’iPhone

C’è grossa crisi. Il ministro Castelli, come sappiamo, è entrato nella categoria “nuovi poveri”, l’imprenditore Gianpaolo Tarantini è caduto in disgrazia al punto da far impietosire il presidente Berlusconi che gli ha prestato 500.000 euro e vi così. Poi ci sarebbero anche il resto degli Italiani che non se la passano tanto bene, ma non ci preoccupiamo più di tanto per loro.

Si è parlato molto in questi giorni di lotta all’evasione fiscale e di prezzi che si rialzano, soprattutto come conseguenza dell’aumento dell’IVA. Ovviamente i distributori di benzina non ci hanno pensato più di qualche secondo e sono stati i primi ad adeguare i prezzi alla nuova aliquota.

Amiche del nord, amiche del centro e amiche del sud, come possiamo dare il nostro contributo in mezzo a questa situazione decisamente escrementizia? Basta prendere l’iPhone e scaricare due app gratuite:

  • la prima si chiama Tassa.li e consente di segnalare, in modo del tutto anonimo, gli esercizi commerciali che non fanno lo scontrino, evadendo così le tasse. Lo scopo è quello di creare una mappa dell’evasione e soprattutto di fare un calcolo approssimativo del totale evaso, non si sa mai che prima o poi ci si renda conto di quanto è grave e di quanto influisca sulle nostre vite questo problema;
  • la seconda si chiama invece Prezzi Benzina e permette di trovare, anche in base alla propria posizione, i distributori di benzina più convenienti e di raggiungerli in poco tempo grazie al collegamento con Google Maps o con i principali navigatori per iPhone.
Io le uso entrambe e mi sento tanto un bravo cittadino. Prima di tornare a casa e picchiare mia moglie e i miei figli.
Commenti via Facebook
Signor Ponza
Seguimi

Signor Ponza

Founder & Editor at Signor Ponza Blog
Sono bravo in molte cose, tra queste non c'è "scrivere bio".
Signor Ponza
Seguimi
Annunci

Comments (20):

  1. Isabel

    29 settembre 2011 at 13:22

    oi oi che tempi duri ci attendono!

    Rispondi
    • Signor Ponza

      29 settembre 2011 at 19:56

      I primi mesi del 2012 saranno una mazzata, io ve lo dico.

      Rispondi
  2. duhangst

    29 settembre 2011 at 13:46

    Sono vecchia maniera, chiamo il 117 direttamente!!!

    Rispondi
    • Signor Ponza

      29 settembre 2011 at 19:57

      Ma così è tipo fare la spia. E chi fa la spia non è figlio di Maria.

      Rispondi
  3. Lord

    29 settembre 2011 at 14:27

    Le scarico immediatamente!

    Rispondi
    • Signor Ponza

      29 settembre 2011 at 19:57

      Ci tengo a sottolineare che non ci guadagno nulla, non ho una percentuale sui download. 😀

      Rispondi
      • Lord

        30 settembre 2011 at 10:32

        Anche perché son gratuiti…

        Rispondi
        • Signor Ponza

          30 settembre 2011 at 20:04

          Immagino che qualcosina lo guadagnino in pubblicità, anche se saranno spiccioli.

          Rispondi
  4. Giulio GMDB©

    29 settembre 2011 at 15:23

    Anche senza quelle app si fa presto a fare una stima: un mio collega che gira spesso per lavoro deve sempre farsi fare le fatture. Come mai quando va a cena a Milano la fattura del giorno riporta un numero di almeno 3 cifre mentre quando cena a Catania (per fare un esempio) la fattura del giorno risulta sempre la prima emessa?

    Per quanto riguarda la benzina non ho bisogno di app: vado nella vicina Slovenia dove la benzina costa dappertutto uguale e circa 1,3 euro scarsi/litro 😛

    Rispondi
    • Signor Ponza

      29 settembre 2011 at 19:58

      Per la vostra vicinanza alla Slovenia vi invidio molto. Però fidati che anche qui a Milano ci capita spesso, soprattutto nei bar e ristoranti che lo scontrino non ce lo fanno e lo dobbiamo chiedere esplicitamente, guadagnandoci il loro odio.

      Rispondi
  5. Sally Cinnamon

    29 settembre 2011 at 16:00

    Piuttosto che “mappare” l’evasione, è forse il caso di segnalare al 117 😉

    Rispondi
    • Signor Ponza

      29 settembre 2011 at 19:58

      A me piace lanciare il sasso e tirare indietro la mano 😀

      Rispondi
  6. Ale

    29 settembre 2011 at 20:12

    Quando negli anni 70 la benzina costava 130 lire, e il traffico era una eresia, godevo come un mandrillo dicendomi: “magari la benzina arrivasse a 1000 lire, così saremo in pochi a girare come ci pare!”
    Ma come stavo? dovevo farmi curare già allora!

    C’è il mio contadino che mi fotte le uova e se le vende a 30 cent l’uno, se non la smette… lo denuncio!

    Rispondi
    • Signor Ponza

      30 settembre 2011 at 20:02

      Pensa che io mi ricordo quando solo qualche hanno fa era a 1,2€ al litro e già mi sembrava uno sproposito…

      Rispondi
  7. Laura

    29 settembre 2011 at 21:52

    Ecco un motivo in più per comprarmi un iphone: per essere una brava cittadina. Questa sì che é una scusa per buttare il mio Nokia semi nuovo e funzionante. Grazie!

    Rispondi
    • Signor Ponza

      30 settembre 2011 at 20:03

      E sì, dai anche perché ora esce pure il modello nuovo 🙂

      Rispondi
  8. akio

    30 settembre 2011 at 08:33

    grande ponz! la foto è teribbbile!
    ps. ti ho votato! in bocca al lupo anche se sarà durissima sia per me che per te… che siamo blogger “puri” ovvero teniamo il blog per puro piacere. ciao, Akio

    Rispondi
    • Signor Ponza

      30 settembre 2011 at 20:03

      Ho notato che ci scontriamo con blogger molto più profescional! In bocca al lupo anche a te 😉

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: