6 inediti più belli della storia di X Factor Italia

Siamo al giro di boa dell’undicesima edizione di X Factor Italia che, permettetemelo di dire, delude abbastanza. Grossi talenti non ce ne sono: abbiamo provato a riporre le speranze in Camille Cabaltera, il che la dice lunga su quanto bisogna accontentarsi. Poi ci siamo buttati sui Damiano il cantante dei Maneskin, ma sappiamo tutti come va a finire coi concorrenti che funzionano solo nell’ecosistema X Factor (cfr. Soul System).

xf11 gif

Ieri sera i cantanti hanno presentato i loro inediti, con qualche puntata di anticipo rispetto alle vecchie edizioni. Per la maggior parte hanno prodotto gli stessi inediti che avevano portato ai provini. Il risultato? Una manche di 8 canzoni che lasciano fondamentalmente il tempo che trovano: ovvero un passaggio all’ora su RTL 102,5 – radio partner di X Factor. Se tutto va bene. Probabilmente vinceranno anche il premio RTL su RTL sponsored by RTL: Bianca Atzei trema!

Che gli inediti di X Factor deludano non è certo una novità. Anche i cantanti che poi hanno sfondato nel panorama musicale italiano dopo X Factor credo facciano fatica a ricordarsi il titolo del loro inedito nel talent: basta pensare agli indediti di Marco Mengoni, Chiara Galiazzo e Noemi. Ve li ricordate? Ecco, meglio di no.

xf11 gif

Quindi ho pensato di fare un ricapitolone degli inediti di X Factor Italia che durante queste edizioni si sono davvero meritati il titolo di bella canzone. E casomai pensiamoci due volte prima di urlare al capolavoro dovendoci accontentare della meno peggio (ok, Cabalterers?).

1) La vita e la felicità – Michele Bravi

Una canzone che al primo ascolto ha lasciato tutti a bocca aperta ed era pronta già per scalare le classifiche. Raffinata e con un testo che graffia l’anima, come ben si addiceva al percorso Michele Bravi, è scritta dalla penna di nientepopodimeno che Tiziano Ferro. Tra gli inediti di X Factor sicuramente il più riusciuto di sempre. Dopo questo pezzo incredibile Michele Bravi per anni non è riuscito a tenere botta. Salvo poi aspettare qualche anno, presentarsi a Sanremo con Il diario degli errori e lanciare uno dei dischi italiani più belli del 2017.

wow gif xf11

2) Sayonara – Madh

È il primo anno di Fedez nella giuria, quando il ruolo di giudice gli veniva proprio bene e non doveva perdere tempo a lanciare gente come Rovazzi, scrivere rime immonde modificando luoghi comuni e modi di dire insieme a J-Ax o marketizzare se stesso insieme a Chiara Ferragni. Beh, quell’anno, una delle ultime stagioni gloriose, Fedez porta la rivoluzione musicale in Italia con Madh. Madh arrivò secondo ma durante tutte le puntate non mancò un colpo, fino al suo singolo: Sayonara. Che se fossimo in America sappiamo tutti come sarebbe andata a finire.

Madh – uno dei tanti talenti che avrebbe meritato di vincere

3) The reason why – Lorenzo Fragola

Stessa stagione, stesso giudice, un altro capolavoro. Questa volta è Lorenzo Fragola che inizia la sua carriera non solo con il bel faccino ma anche con lo stesso inedito con cui si è candidato ai provini. In realtà questa edizione cambia un po’ le regole del programma: con sempre più brani in inglesi che poi ovviamente nessuno ascolta più. The Reason Why è una delle poche eccezioni, o forse perché eravamo tutti rimasti incantati dal felpone blu come i suoi occhi che ci hanno sciolto il cuore.

4) Non ti scordar mai di me – Giusy Ferreri

Siamo alla primissima edizione di X Factor, Francesco Facchinetti non aveva ancora inventato lo StonexOne e qualcuno aveva avuto la malsana idea che i gruppi vocali potessero sfondare nel panorama musicale italiano: tant’è che vinsero gli Aram Quartet con Who? (Appunto). Il singolo che però fece il botto fu quello di una Giusy Ferreri appena uscita dal doppio turno all’Esselunga: il successone porta il nome anche questa volta da Tiziano Ferro. Simona Ventura, giudice di Giusy, porta a casa la vittoria morale!

5) Distratto – Francesca Michielin

Stavolta Simona Ventura la vittoria la porta a casa per davvero. Francesca Michielin all’epoca puzza ancora di latte è ancora giovanissima e l’Italia per una volta ha scoperto in lei il diamante grezzo che era. Ora ci ha conquistato in tutte le salse e, anche grazie a Distratto e all’endorsement di Elisa che scrisse l’inedito così come il suo primo disco, Francesca Michielin è diventata una garanzia. La vera unica ventata di freschezza della musica pop italiana, anche se a volte il mondo non lo capisce.

Quando Francesca Michielin avrebbe dovuto vincere Sanremo

6) What U Do To Me – Roshelle

Fedez ritenta nella decima edizione di X Factor l’esperimento Madh. Che a tratti riesce anche. La concia come se dovesse andare ad un party al Berghain e gli assegna pezzi sempre più audaci, fino ad arrivare ad un singolo che ci fa venire voglia di ballare tutta la notte strafatti di MDMA. What Do U To Me è un altro inedito che cerca di portare la rivoluzione musicale in Italia ma prima l’Italia non ha capito e poi Roshelle non ha saputo tenere botta. Fortuna che poi è arrivato Ghali.

Commenti via Facebook

clippermark

Ho 26 anni e sono nato in Abruzzo anche se negli ultimi anni ho iniziato a cambiare città come le mutande. Vado spesso in Germania per cercare di capire come mai mettano l’ananas sulla pizza ma voglio viverci da quando ho scoperto che mi piace. Da ormai 4 anni scrivo ricette sul mio blog "Una cucina per Chiama" ma tutto è iniziato quando da piccolo ho visto in TV Antonella Clerici: io però ho imparato a cucinare.
Dicono di me: "stai sempre in giro", dico di loro: "fatevi i cazzi vostri".
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: