Insieme per forza

Dopo aver visto Insieme per forza (Blended) mi sono convinto che i film come questo sono l’equivalente a stelle e strisce dei film comici e facilotti nostrani, quelli dei Vanzina in cui Christian De Sica viene beccato a letto con una donna con le tette di fuori dalla moglie che arriva inaspettatamente per fare una sorpresa. Tuttavia anche in questo genere i film americani riescono comunque ad essere superiori.

Lauren (Drew Barrymore) è una madre separata con due figli maschi. Jim (Adam Sandler) è un padre vedovo che si ritrova a crescere da solo tre figlie femmine. I due escono a cena per un appuntamento al buio, organizzato da amici comuni, e la serata si rivela a dir poco disastrosa. Il destino li porta nuovamente ad incrociare le loro strade, addirittura dall’altra parte del pianeta, in Sudafrica. Dove succederanno cose inaspettateinvece.

Come si intuisce dalla trama, gli elementi sono messi fin da subito in modo che si incastrino perfettamente in un finale che è possibile immaginare fin dai primi 10 minuti di film. Nonostante ciò, Insieme per forza regala ogni tanto momenti divertenti. Niente di particolarmente sofisticato, anzi. Però l’impressione è che la pellicola sia talmente trash da riuscire a fare il giro e risultare apprezzabile.

Gli elementi del film Vanziniano ci sono tutti: famiglie in vacanza, mete esotiche, commedia degli equivoci, personaggi eccessivi e surreali. Però alla fine la qualità del cinema americano prevale e fa in modo che non ci ricorderemo di Insieme per forza come se fosse un semplice “Vacanze in Sud Africa”.

Molto probabilmente tra un anno non ce lo ricorderemo proprio, ma per il ciclone “film estivi che altrimenti non sappiamo cosa guardare” fa trascorrere un paio d’ore (forse mezz’ora in meno sarebbe stata meglio) di piacevoli sorrisi.

Livello di SHAZAMMABILITÀ: medio. Inutile che vi dica che ho molto apprezzato gli intermezzi del coro africano.

Livello di BONAGGINE DEL CAST: medio. Drew Barrymore è sempre tanto caruccia, ma la vera sorpresa del film è la figlia maggiore di Jim. Insieme al suo interesse amoroso.

Quanto dura / quanto sarebbe dovuto durare: 117 minuti / 90 minuti. 30 minuti di troppo.

Mi devo fermare dopo i titoli di coda per vedere la SCENA NASCOSTA o posso andare direttamente a casa? No. Ma ci sono dei *divertentissimi* titoli di coda.

GIUDIZIO COMPLESSIVO: 2 Anna Praderio su cinque.

2 Anne Praderio

[Vuoi mandare Anna Praderio insieme a noi alla Blogfest di Rimini? Nominaci per i Macchianera Italian Awards 2014]

Commenti via Facebook
Signor Ponza
Seguimi

Signor Ponza

Founder & Editor at Signor Ponza Blog
Sono bravo in molte cose, tra queste non c'è "scrivere bio".
Signor Ponza
Seguimi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: