Keep on dancing till the trash ends

Daje che forse ce ‘aavemo fatta!

Nella settimana appena trascorsa, possiamo dire di aver seminato nelle nostre trasmissioni quel pizzico di trash che speriamo ben presto diventi grande quanto Adele e Xtina messe assieme.

Io sono già really excited per l’arrivo del serale di Amici, che parte questa sera stessa, che sarà very very cool mi dicono; a proposito, inizio a scaldarmi un po’ per i pezzi di Garrison.

Si è riscaldata anche Antonellina Borra Clerici, che settimana scorsa ha ben pensato – approfittando del Best of di C’è Posta – di ballare YMCA come una Britney qualunque  pazza assieme alla collega di mafiagenzia Presta, SuperSimo Ventura, dando vita a un momento che è già #TvTrashHistory: io prego che esista un fonico che custodisca l’audio originale di questo pezzo iconico da cui, purtroppo, non sono riuscito a decifrare il testo riarrangiato.


Anyway, l’edizione più personale di sempre del talent show defilippiano vedrà contrapposte per la duemilaequattordicesima volta due squadre capitanate dal sobrio Miguel Bosè e da – scritta esclusivo in alto, prego, non lo sa ancora nessuno – Moreno, che pure quest’anno pare sia la novitahahah, giudicate dai grandissimi esperti Gabry Ponte, Luca Argentero e il premio Oscar 2014 per il suo ruolo magistrale ne “La Grande Bellezza”, KWEEN Sabrinona Ferilli, che io spero ci regali tante chicche da tatuarci tutti assieme sulla pelle.

Si sono riscaldati anche a The Voice, dove l’effetto Suor Cristina ha portato un milione di telespettatori in più – ingenui che credevano di poter rivedere la Sister Act de’ noartri di nuovo all’opera – e dove la figura dimmerda della settimana ci è stata gentilmente offerta da Alessandra dei Jalisse (che moda oscena che abbiamo lanciato con quel “Kekko dei Modà”), che non è stata filata di striscio nemmeno da un giudice e, quatta quatta, con le frasi di circostanza tipiche di una puntata buonista di Peppa Pig, è tornata nel suo dimenticatoio. In eslusiva, cliccando qui, voi potrete però vedere la sua reazione a telecamere spente.

Dopo la puntata degli orfani di padre durante il giorno della festa del papà, quest’ultima è stata la puntata dei one hit wonder e dei tizi dai parenti famosi, con la figlia di Anna Pettinelli e la sorella di Valentina Giovagnini, oltre poi ai casi umani, degni di una puntata di Pomeriggio 5 qualsiasi: c’è stata la sorella scalmanata che sembrava esser stata presa dal pubblico di Uomini & Donne  al primo accenno di limonata tra i propri preferiti; la mamma, che ha parlato per tutti noi quando leggiamo una citazione sull’arte di Lady Gaga: 

e, sempre a proposito di Gaga, c’è stata pure l’ispirazione per il suo ultimo album in carne e ossa – tale Maria Afrodite botticelli-birth-of-venus-lady-gaga-artpop1

– che ha tentato la carta dell’ARTPOP totale, cantando Do What You Want in una maniera più piatta della versione con Christina Aguilera. Non c’è da meravigliarsi se il risultato è stato un flop. Very cool.

Ho trovato anche la nuova espressione preferita da usare alla visione del faccione di Barbarella dopo la visione forzata con madreh de Il Segreto:

Last but not least, il momento Crazy In Love di Raffaellona, con la sua camminata da vamp milionaria, l’espressione favolosa as usual da “E voi chi siete? Ma mi avete vista? Poracci” e d’improvviso il sorrisone con l’apparizione divina del Grand Canyon tra i due incisivi come se fosse la nonna di Chloe (se non conoscete Chloe, vergognatevi e rimediate). ICONIC.

MA è stata una settimana di trash alert anche al GF13 (ed era anche ora): io ve lo dico, sono impazzito per Angela. Un raro esemplare di quadrupede che cerca di elemosinare attenzione da parte di un qualsiasi individuo di sesso maschile, da cui però riesce ad ottenere solo la classica amicizia che “cioè non potrà mai andare oltre perchè ti voglio troppo bene, sei come una sorella”.

 

La nostra beniamina ci ha regalato un momento di spavento generale quando ha voluto mostrare a Veronica, l’eliminata in plastica al 95%

riciclabile della settimana, che il suo chirurgo di fiducia le ha fatto un lavoro coi fiocchi e che ancora riesce a fare le smorfiette come Barbarella – che ricordiamo essere botulino free since ever.

Vi allego gif da usare ogni qualvolta non vi sentiate Beautiful no matter what they say

e la mia reazione as Neyde per ricordare il momento iconico:

 

Schermata-2014-03-28-2--alle-15.59.33

 

C’è stata poi la prova settimanale più figa degli ultimi 150 anni, in cui i poracci dentro alla casa dovevamo immobilizzarsi al “Freeze” dato dalla regia ed io spero subito che la Fascino ne acquisti i diritti per fare un programma a sè, perchè lo guarderei per ore, come se fosse una televendita Giorno & Notte con le testimonianze di nonna Giuseppina da Caltanissetta.

 

 

Non tutto può essere bello, e a fine puntata è arrivata l’amara sorpresa, ahinoi. Citando una vecchia filosofa canadese, “all good things come to an end” e Manuelona nostra ha deciso di lasciare la poltrona da opinionista del programma “pè dedicasse tutta ar pupo”. Incredibile come al GF abbiano pensato inizialmente che la Arcuri, assieme a quell’altro – di cui nemmeno ricordiamo il nome e mai lo abbiamo memorizzato – potessero partorire critiche per accendere risse in casa; se ci aggiungiamo che pure Alessia Bifiduzzi bacchetta i concorrenti solo nei giorni in cui non può fare la ruota, ne vien fuori che ci siamo sorbiti quattro puntate di autogestione della noia dalla casa. Dunque, hanno ben pensato di continuare sul filone LGTB di Alfonso Signorini, chiamando in soccorso Vladimir Luxuria, e salvo smentite, almeno lei non dovrebbe deluderci. Intanto, vogliamo salutare la nostra Manuelona con le ultime chicche regalateci lunedì scorso: quella in cui assiste alla triste scenetta di Mirco con Valentina Plastic Bag, accortasi di essere inquadrata, scoppia in una risata spontanea e contagiosa, è da premio Oscar.

Io adesso torno a riscaldarmi per Amici perchè sarà very cool and fun. Buona trash settimana a tutti!sBbcyPn.jpg

Commenti via Facebook
capatesuspigolo

capatesuspigolo

Mi esprimo meglio con le immagini che con le parole e per questo tutti i piani tariffari mi stanno stretti. Ho il terrore di diventare un poraccio inconsapevole come Federica Panicucci e spero che Barbara d'Urso mi guidi nella retta via dei 100% cretini e contenti.
capatesuspigolo
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: